NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

La tuba uditiva o tuba di Eustachio è un condotto naturale che collega l'orecchio medio con la parte superiore della faringe, chiamata anche epifaringe o rinofaringe. 
Si tratta di un organo molto importante perchè è molto delicato, va facilmente incontro a disfunzioni ed è quindi responsabile di moltissimi sintomi. La tuba è stata descritta per la prima volta nel rinascimento da un anatomico italiano: Bartolomeo Eustachi o Eustachio (1500 - 1574). 

Anatomia. La tuba uditiva ha per un terzo uno scheletro osseo (nel tratto che la collega all'orecchio medio) e per due terzi è cartilaginea (nella porzione rivolta verso il naso). E' fiancheggiata da quattro muscoli: tensore del velopendulo, elevatore del velopendulo, salpingo-faringeo e tensore del timpano. Il muscolo tensore del velopendulo svolge anche la funzione di dilatatore della tuba. 

articolazione temporo condilo mandibolare glenoide atm orecchio medio otorino govoni

 

Fisiologia. La funzione più importante della tuba è quella di far entrare aria nell'orecchio medio. In questo modo la pressione atmosferica dell'ambiente in cui il soggetto vive diventa uguale alla pressione dell'orecchio medio. La pressione dell'orecchio medio può essere misurata con l'impedenzometria e la curva timpanometrica. In condizioni normali le pareti della tuba sono accostate. In questo modo l'aria entra nell'orecchio solo nell'attimo in cui si apre.
Altra funzione importantissima è il drenaggio dell'orecchio medio. Tutte le secrezioni che si formano nella mastoide e nelle anfrattuosità dell'orecchio medio hanno una sola via d'uscita: la tuba uditiva. Quando per una minima sofferenza le secrezioni ristagnano nell'orecchio medio si altera la funzione di quest'ultimo con conseguente ipoacusia di trasmissione. In alcuni casi all'ipoacusia si associano anche acufeni.

 

Il fatto che la tuba sia quasi sempre chiusa o attraversata da un flusso di secrezioni che va dall'orecchio medio al rinofaringe si traduce in una funzione protettiva per l'orecchio medio. I numerosi germi, virus, polveri che penetrano nel naso e nella bocca non risalgono la tuba, conferendo all'orecchio medio le caratteristiche di cavità sterile. 
Alcuni attribuiscono alla tuba di Eustachio anche la funzione di impedire al nostro orecchio di percepire i rumori endogeni come il battito cardiaco, il passaggio dell'aria nelle fosse nasali, i rumori della masticazione, ecc.

Patologia. La patologia più frequente è quella infiammatoria. Occorre tener presente che la mucosa che riveste all'interno la tuba è di tipo respiratorio, pertanto le malattie di tipo respiratorio come le riniti ed anche le faringiti possono estendersi con molta facilità alla tuba di Eustachio. La tuba risente molto delle malattie ipertrofiche del rinofaringe. L'affezione più comune è l'ipertrofia adenoidea. Molto rari sono i processi espansivi come l'angiofibroma rinofaringeo (1) e i tumori maligni del rinofaringe. 
La sordità rinogena è un'altra disfunzione dovuta alla chiusura della tuba di Eustachio. Le cause più frequenti sono l'ipertrofia adenoidea e tonsillare, l'otite sieromucosa e, in misura minore, anche le riniti allergiche.
Il sintomo più frequente che caratterizza le disfunzioni della tuba di Eustachio è la sensazione di orecchio chiuso o fullness.  

Una situazione piuttosto rara è la Tuba beante. Si tratta di una tuba che resta aperta più del dovuto. Si verifica quando il soggetto subisce un forte dimagramento oppure commette errori di compensazione durante le immersioni. Il segno clinico più spesso riferito è la strana sensazione di rimbombo della voce (autofonia).

Non esistono trattamenti specifici per la tuba di Eustachio sia in ambito medico generale che in ambito chirurgico. Questo settore è stato sviluppato dai medici termalisti che hanno messo a punto due tecniche piuttosto diffuse: le insufflazioni endotimpaniche e la tecnica di Politzer. Si usa gas ricavato dal gorgogliamento di acqua termale di tipo sulfureo o salsobromoiodico che viene inviato a pressione verso la tuba.

 

La valutazione della funzionalità tubarica è importante per tutti coloro che entrano in camera iperbarica, sappiamo che per alcune malattie come l'ipoacusia improvvisa il trattamento iperbarico dopo pochi giorni dall'evento è la terapia di scelta.

 

 

Bibliografia:
1 - L’angiofibroma giovanile del rinofaringe. Considerazioni su sei casi giunti alla nostra osservazione. Otorinolaringologia, 38, 1988: 269-278 (R. Turchi, C. Govoni, S. Bacciu)

pavia ticino milano vigevano

 

Ti potrebbe interessare anche:

- Trauma acustico ed acufeni.

 

- Anatomia e fisiologia della tuba (o tromba) di Eustachio

 

- La sordità rinogena

 

 

 

 

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 4243 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 27781 visitatori
esame-vestibolare-visita-vestibologicaLa visita vestibologica è quella visita che comprende l'esame vestibolare o esame otovestibolare ed è finalizzata a curare i soggetti affetti da vertigine. La vertigine è l'alterazione del senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma è anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto...
Letto da 71813 visitatori
visita-specialistica-domicilio-pazienteQuando una persona per motivi di salute è impossibilitata a venire in studio sono disponibile per eseguire visite otorinolaringoiatriche a domicilio del paziente. Le visite a domicilio sono particolarmente indicate per bambini molto piccoli e persone anziane. A domicilio posso eseguire anche esami audiometrici, impedenzometria, esami vestibolari ed indagini fibroendoscopiche. Per prenotare una visita domiciliare telefonate al ...
Letto da 20120 visitatori
consulenze-tecnicheLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili, qui esporrò le mie idee in tema di Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' in questa che viene spesso interpellato l'otorinolaringoiatra. Le circostanze più frequenti sono gli incidenti stradali, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono problemi di carattere...
Letto da 20739 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti e permette di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Il medico che si occupa di questi problemi si definisce vestibologo o otoneurologo. Nel senso più completo del termine l'otoneurologia comprende le funzioni vestibolare e uditiva. Quest'ultima non sarà affrontata in questo articolo, ma si rimanderà ad altri articoli...
Letto da 13585 visitatori
chirurgia-ambulatorialeInterventi chirurgici ambulatoriali sono quelli che si possono eseguire in anestesia locale in pazienti collaboranti. Le malattie che si possono curare con questi trattamenti sono numerose. Non si deve pensare che gli interventi in anestesia locale siano meno importanti degli interventi che si eseguono col paziente completamente addormentato. Si ricorda che una semplice biopsia, cioè l’asportazione di un...
Letto da 24102 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 26970 visitatori
esame-olfattoL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 35936 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com