NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

L’acufene è un sintomo uditivo molto fastidioso e ho sempre sostenuto che trattandosi di un problema acustico il primo organo da indagare sia sempre l'orecchio. Non è raro che quando si effettuano gli esami dell’udito ci si accorga che questi sono normali oppure mostrano un lieve calo, perfettamente compatibile con l’età e con il lavoro della persona.

Questi casi sono veramente problematici, perché un eventuale deficit uditivo ci avrebbe aiutato nella diagnosi.

audiogram normal hearing

 

audiometria esame audio iniziale presbiacusia

Qui sopra riporto due tracciati audiometrici che non sono significativi per studiare
un paziente che soffre di acufeni. In questi casi si dovranno cercare altre strade.

Quando l’udito è normale o è nei limiti in relazione all’età dobbiamo pensare ad acufeni di natura extraotologica, tra questi alcuni vengono inquadrati nell’ambito delle sindromi disfunzionali cranio-cervico-mandibolari. Sono alterazioni che comportano la genesi di un acufene determinate da interazioni tra apparato muscolo-scheletrico e uditivo.

Nella classificazione proposta da Cianfrone e Coll. (1) gli acufeni si distinguono in quattro gruppi.

  1. Acufeni che comportano alterazioni uditive (Auditory Tinnitus)
  2. Acufeni somato-sensoriali (Somatosensory Tinnitus)
  3. Interazioni psicopatologiche dell’apparato uditivo (Psychopathology-related Tinnitus)
  4. Due o più combinazioni di acufeni dei gruppi A, B o C (Combined Tinnitus)

Qui parliamo di acufeni che derivano da complesse interazioni tra apparato uditivo e strutture muscolo-scheletriche a livello di articolazione temporo-mandibolare, colonna cervicale e alcuni muscoli del collo.

articolazione temporo condilo mandibolare atm orecchio medio otorino govoni

Nell'immagine si osserva la posizione del condilo della mandibola (articolazione temporo-mandibolare).
Si noti come la parte interna del condilo sia molto vicina alla tuba di Eustachio e priva di protezioni
ossee, pertanto indirettamente, i movimenti articolari possono trasmettersi alla cassa del timpano,
dove sono contenuti i tre ossicini dell'udito.


Come spesso accade l’elemento più importante nella prima fase di studio è una accurata anamnesi. Aver subito danni al rachide cervicale, aver subito colpi di frusta, oppure avere disfunzioni nella masticazione, sub-lussazioni dell’articolazione temporo-mandibolare sono notizie importanti che, unitamente ad un esame audiologico ed una otoscopia normale, orientano verso il gruppo degli acufeni somato-sensoriali.

Fanno sospettare l’esistenza di un disordine temporo-mandibolare la malocclusione dentale e precedenti traumatismi. I sintomi che devono orientare sono il dolore alla masticazione, la cefalea, la percezione di rumori articolari di scroscio o click durante l’apertura e chiusura della bocca.

Se nelle varie manovre il paziente riferisce una diversa modulazione dell’acufene è facile che si tratti proprio di un acufene somatosensoriale.

Nei casi di acufene monolaterale è facile che ci sia una alterazione dell’articolazione temporo-mandibolare omolaterale.

I casi acufene bilaterale che si modificano dopo manovre articolari del sistema stomatognatico hanno cause complesse. Quasi sempre si tratta di acufeni correlati a disturbi delle articolazioni temporo-mandibolari associati a disfunzioni del rachide cervicale e dei muscoli del collo.

Il trattamento di questi casi è spesso multidisciplinare. Lo specialista più indicato per gli acufeni monolaterali da disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare è lo gnatologo. Negli altri casi è necessaria una collaborazione tra otorinolaringoiatra, osteopata e gnatologo.

Bibliografia 

1.   Cianfrone e Coll. Tinnitus Holistic Simplified Classification (THoSC) A new assessment for subjective tinnitus, with diagnostic and therapeutic implications. Annals of Otology, Rhinology and Laryngology, February 27, 2015.

 

Ti potrebbe interessare:
- Acufeni con udito normale

- Come si legge un esame audiometrico

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

diagnosi e terapia rivista


nel numero di giugno 2019
c'è stato un articolo di rinologia

scritto da Carlo Govoni 

Lo potete trovare anche al sito
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

Attento a leggere un libro di medicina: potresti morire per un errore di stampa.

Mark Twain   1835 - 1910

Questa era una raccomandazione del XIX° secolo. Oggi i tempi sono cambiati, siamo evoluti, casualmente possiamo morire per un errore di stampa, ma si può anche morire per gli errori del WEB.


Ronzii nella testa o in un orecchio e uso eccessivo del WEB

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 2128 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 25586 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 52325 visitatori
esame-impedenzometricoLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 53804 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il...
Letto da 21497 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 13134 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 11450 visitatori
crenoterapia-dolomia-govoniLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 11815 visitatori
valutazione-vestibolareValutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare, è un insieme di manovre semeiologiche rivolte a valutare il senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di recettori e di vie nervose proprie,...
Letto da 66637 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com