NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

L'otite più frequente nei bambini è l'otite media effusiva. Questa viene anche chiamata "colla nell'orecchio" facendo riferimento alla definizione inglese "glue ear." Il termine più corretto è otite media sieromucosa (OMS).  Questa malattia si caratterizza per secrezioni particolarmente dense che si formano nelle cellule mastoidee e nella cassa del timpano. Da qui defluiscono molto lentamente causa la loro densità. Il normale deflusso delle secrezioni dipende dalla loro fluidità e deve avvenire attraverso la tuba di Eustachio, unica via naturale di drenaggio dell'orecchio. Spesso nei bambini è presente l'ipertrofia delle adenoidi (cioè un aumento di volume di tessuto linfatico rinofaringeo).

Le adenoidi si trovano appunto in vicinanza dell'orifizio rinofaringeo delle tube di Eustachio, ne restringono il lume e ovviamente ostacolano il deflusso del sieromuco. In questi casi la secrezione stenta ad uscire dall'orecchio, perchè è più densa e perchè l'orifizio rinofaringeo infiammato è più piccolo del normale. Si instaura un quadro clinico tipico caratterizzato da ipoacusia, otiti ricorrenti e difficoltà respiratoria nasale. Questa triade la si osserva spesso nei bambini, soprattutto nella fascia tra 3 e 8 anni.
Quando si visitano questi bambini fuori da una riacutizzazione di un'otite sono bambini normalissimi che presentano solo una lieve ipoacusia. I genitori li vedono un poco assenti, li chiamano e loro continuano a giocare o restano assorti nei loro pensieri. Nei momenti di acuzie presentano otiti dolorose e i pediatri ricorrono frequentemente all'uso di antibiotici. Un segno caratteristico dell'ipertrofia adenoidea è il respiro a bocca aperta e una voce con chiara risonanza nasale. In altri termini il bimbo parla e respira come se avesse sempre il naso chiuso. 

All'otoscopia si vede per trasparenza un orecchio medio con secrezioni interne. All'impedenzometria il timpanogramma è quasi sempre piatto oppure presenta un picco con valori di pressione negativi.

Come deve essere un orecchio medio normale?
L'orecchio medio è limitato verso l'esterno dalla membrana timpanica. All'interno (cassa del timpano) deve esserci aria. L'aria deve avere la stessa pressione dell'aria esterna e il compito di eguagliare le pressioni spetta alla tuba di Eustachio. La cassa del timpano ha quindi una forma grossolanamente lenticolare.

Verticalmente si divide in tre parti: epitimpano (in alto o epitympanic recess), mesotimpano (mesotympanum) ed ipotimpano (hypotympanum). Nell'epitimpano e nel mesotimpano sono contenuti il martello e l'incudine. La lunga apofisi dell'incudine si articola con la staffa. Questo è un ossicino molto piccolo che collega la catena ossiculare con la coclea (in inglese cochlea). Sul versante interno (medialmente) l'orecchio medio è limitato da una parte ossea molto solida all'interno della quale è scavata la coclea. Qui sotto riporto una immagine TAC al fine di evidenziare l'orecchio medio e interno in un soggetto normale. 

tac middle ear ent carlo govoni

Immagine TAC di un orecchio destro normale
external auditory canal - condotto uditivo esterno
ear drum - cassa del timpano
malleus and incus - martello e incudine 

Che cosa fare nel sospetto di una otite sieromucosa?
E' fondamentale la visita medica otorinolaringoiatra. Il pediatra cura questa malattia, ma lo specialista otorino è in grado di effettuare accertamenti, in particolare l'impedenzometria, che permettono di avere un monitoraggio oggettivo e pertanto più sicuro della malattia. Si tratta di una patologia a lenta guarigione. Normalmente l'otite media sieromucosa è una malattia che difficilmente evolve in malattie più gravi. Il suo monitoraggio e il cercare di contrastare il più possibile l'ipoacusia, soprattutto quando il bimbo è in età scolare, sono gli obiettivi fondamentali dell'otorinolaringoiatra.

Le cure termali possono essere efficaci?
Le cure termali costituiscono un valido aiuto per questi bambini. Gli specialisti hanno cercato trattamenti mirati per questa malattia. Le acque sulfuree e salsobromoiodiche sono le più indicate. Ricordo anche le acque solfureo solfato calcico magnesiache fluorate delle Terme Dolomia. Le cure termali sono importanti per migliorare la respirazione nasale (riducono l'ipertrofia adenoidea) e per la loro azione fluidificante (rendono la secrezione dell'orecchio medio più fluida).

dolomia inalazioni pediatriche 2

 

 

Il tubo di ventilazione è importante?
Un provvedimento utile è l'applicazione di un drenaggio transtimpanico o tubo di ventilazione. E' questo un piccolo intervento che viene eseguito sulla membrana timpanica. Si deve incidere con visione al microscopio la membrana e poi si aspira il secreto e infine si applica questo piccolo tubicino. Lo scopo è quello di far entrare aria nell'orecchio medio al fine di migliorare le condizioni della mucosa per giungere ad una guarigione. Il mio orientamento è di procedere sempre prima con la terapia medica e/o termale. Nei bambini chiaramente refrattari alle cure mediche è indicato applicare il tubo di ventilazione (o drenaggio). 

 

Argomenti correlati
- Ipertrofia adenoidea. Le adenoidi comprimono l'orifizio rinofaringeo delle tube di Eustachio e favoriscono l'insorgenza di una otite sieromucosa.

 

Ti potrebbe anche interessare:

http://www.cmsangiuseppe.com/articoli/42-otiti-labirintiti-salpingiti-otosclerosi-neuroniti-e-malattie-dell-orecchio 

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 3944 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 27476 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 14306 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica è rivolta a pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario; le manovre che lo specialista utilizza non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia o se eseguita al microscopio: otomicroscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la...
Letto da 75070 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 26902 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 51346 visitatori
olfattometria-govoniL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 35223 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 16706 visitatori
fibrorinoscopia-laringofibroscopiaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia descritte nella visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il paziente. In questi soggetti e nei pazienti in cui si vuole...
Letto da 101587 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com