NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

La malattia di Menière è uno degli argomenti più controversi dell'otorinolaringoiatria, è una forma di vertigine associata ad ipoacusia, acufeni e sensazione di orecchio pieno decisamente rara. Ritengo che ad ogni diagnosi o sospetta diagnosi di malattia di Menière debba seguire un importante follow-up del paziente. Non è infrequente che persone inquadrate come affette da questa patologia, anche con referti di diversi colleghi, rivalutate a cinque o dieci anni di distanza, abbiano presentato situazioni del tutto diverse da quelle iniziali e, a volte, anche con scomparsa di molti o di tutti i sintomi. I casi che sono migliorati lasciano sempre dietro di sé importanti dubbi: era proprio una malattia di Meniere? ... Sono migliorati in forza delle cure mediche o perché la natura è stata benigna con loro?
Su questo argomento le incertezze e le perplessità sono molte.

Mi sento quindi di suggerire al lettore di stare attento di fronte ad una diagnosi di malattia di Menière. Come sempre non bisogna mai cadere nella disperazione. Cercare di trovare le strade possibili per combattere i problemi clinici senza perdersi d'animo mi sembra il consiglio migliore.
In queste pagine riporto alcune considerazioni tratte da un importante convegno internazionale del 1995 nel corso del quale si definì questa malattia. La malattia di Ménière definita è la vera malattia di Mènière.

Possibile malattia di Ménière.
Crisi vertiginose rotatorie ricorrenti senza una documentata diminuzione dell'udito. Situazioni di disequilibrio associate a perdite uditive neurosensoriali (o percettive) fisse o fluttuanti, monolaterali o asimmetriche, dove non si riesce a definire una precisa causa. 

Probabile malattia di Méniere.
Almeno un episodio preciso di vertigine associato ad ipoacusia neurosensoriale (o percettiva) fissa o fluttuante, monolaterale o asimmetrica, documentata con esame audiometrico e comparsa di acufene dal lato della perdita uditiva. Un episodio solo come quello descritto viene indicato più propriamente come Sospetto di malattia di Ménière; parla di probabile malattia di Ménière quando gli episodi chiari sono almeno due. Per completare il sospetto diagnostico (o la probabilità) si devono escludere altre cause come traumi, infiammazioni acute o croniche, turbe di carattere vascolare dell'apparato cocleo-vestibolare (ischemie, trombosi, ecc.). 

Malattia di Meniere definita
Tre o più episodi di vertigine della durata minima di 20 minuti cadauno associati ad ipoacusia neurosensoriale (o percettiva) fissa o fluttuante, monolaterale o asimmetrica, documentata con almeno un esame audiometrico. Alla sintomatologia descritta si associa un acufene localizzato all'orecchio peggiore (o più raramente diffuso) e sensazione di orecchio chiuso (fullness). Si dovranno sempre escludere altre cause come traumi, infiammazioni acute o croniche, turbe di carattere vascolare dell'apparato cocleo-vestibolare (ischemie, trombosi, ecc.) 

 o o o o O o o o o

Come si può leggere in tutte le definizioni sono presenti quattro concetti: ipoacusia, fullness e vertigine. Un quarto sintomo molto frequente è l'acufene. Essendo quest'ultimo un sintomo puramente soggettivo è da ritenersi meno importante ai fini diagnostici. Altro argomento importante è la valutazione di malattie simili e il medico dovrà verificare la loro esclusione. Ritengo un punto importante l'esclusione di qualsiasi altra causa.  

La diagnosi di malattia di Meniere avviene dopo un'attenta valutazione audio-vestibolare ed è, in ultima analisi, una diagnosi di esclusione. Un punto importante nella patogenesi della malattia di Menière è l'idrope endolinfatica. E' questo un argomento complesso per il quale rimando ad uno specifico articolo.
L'ipoacusia ha le caratteristiche di ipoacusia percettiva cocleare monolaterale che quasi sempre interessa tutte le frequenze udibili. La vertigine è di più incerta definizione. Si tratta di vertigine ad insorgenza improvvisa, a crisi, molto invalidante.

Purtroppo le malattie sono estremamente numerose. Quindi fare una diagnosi è sempre difficile e le diagnosi di esclusione lo sono ancor di più.  Ritengo che si debba necessariamente essere prudenti di fronte alla malattia di Ménière. Ecco perché trovo fondamentale che questi pazienti che soffrono per ipoacusia asimmetrica (un orecchio è peggiore dell'altro), acufeni, sensazione di orecchio tappato e vertigini ricorrenti si sottopongano a visite otorinolaringoiatriche con una certa regolarità. Affermo questo perchè il quadro clinico potrebbe variare nel tempo, e di conseguenza si modificherebbe il trattamento.

In questo sito sono presenti altri articoli sulla Vertigine:

- Vertigine Parossistica di Posizione Benigna (VPPB) 

 

- Esame vestibolare o coleovestibolare.

 

- Nistagmo - movimento ritmico degli occhi. 

 

- Neurectomia vestibolare, una terapia per la malattia di Méniere

 

- Chirurgia del sacco endolinfatico. 

 

- Dieta iposodica, cioè dieta a basso contenuto di sale 

 

- Presbistasia, la vertigine nelle persone anziane

 

- Idrope endolinfatica

 

- Sindrome di Minor - deiscenza del canale semicircolare superiore (CSS)

 

 

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 3161 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 26659 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 12569 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica è rivolta a pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario; le manovre che lo specialista utilizza non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia o se eseguita al microscopio: otomicroscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la...
Letto da 73932 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 54372 visitatori
crenoterapia-dolomia-govoniLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 12438 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 48368 visitatori
visita-specialistica-domicilio-paziente-govoniQuando una persona per motivi di salute è impossibilitata a venire in studio sono disponibile per eseguire visite otorinolaringoiatriche a domicilio del paziente. Le visite a domicilio sono particolarmente indicate per bambini molto piccoli e persone anziane. A domicilio posso eseguire anche esami audiometrici, impedenzometria, esami vestibolari ed indagini fibroendoscopiche. Per prenotare una visita domiciliare telefonate al ...
Letto da 19243 visitatori
esame-impedenzometricoLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 56348 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com