NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

L'intervento di parotidectomia richiede sempre l'ospedalizzazione e pertanto è importante che il paziente sia informato su ciò che dovrà fare dopo l'intervento.

Come è stato illustrato in altri articoli l'intervento di parotidectomia, sia che si tratti di una asportazione totale o esofacciale, è un intervento delicato e richiede alcune precauzioni. Sappiamo che il problema più importante è la conservazione del nervo facciale.

nervo facciale rami govoni carlo disegno scientificoIl nervo facciale (VII° nervo cranico) nel suo decorso
dopo essere uscito dal foro stilo-mastoideo.
La parotide è la ghiandola di colore rosa, davanti all'orecchio.

 

Quando il paziente operato rientrerà in camera avrà un bendaggio nella regione parotidea e quasi sempre ha un drenaggio che fuoriesce dalla ferita chirurgica. Il drenaggio è semplicemente un piccolo tubicino che serve per far uscire la saliva e altre secrezioni, in modo da facilitare l'aderenza tra cute e sottocute e piano profondo. Se l'intervento sarà a carico della ghiandola sottomandibolare è facile che la medicazione sia fatta solo con cerotti adesivi.

Il giorno dopo il paziente potrà riprendere l'alimentazione ed anche le sue medicine abituali, con alcune limitazioni per i farmaci che allungano i tempi di coagulazione.

Dopo alcuni giorni di degenza il paziente sarà dimesso. 

 

Cosa fare a domicilio.

Quando sarà fuori dall'ospedale è importante che il paziente segua alcune precauzioni.

Non deve fare sforzi fisici nei sette giorni successivi o, almeno, fino alla prima visita di controllo. L'assenza di sforzi fisici è meno importante se l'intervento è stato l'asportazione di una ghiandola sottomandibolare.

Sempre nei primi giorni (almeno fino alla rimozione dei punti di sutura) dovrà tenere la medicazione. Potrà lavorare, ma solo attività che si possono eseguire in ambienti protetti come casa o ufficio. 

 

parotidectomia RIB secondo giorno sorriso

Ecco come si presenta alla dimissione un paziente dopo parotidectomia destra:
la medicazione adesiva è indispensabile.

 

La sutura esterna può essere fatta con punti riassorbibili. Diversamente, se i punti non sono riassorbibili, si dovrà provvedere alla desutura che si consiglia di effettuare a distanza di sette o più giorni dall'intervento. L'importante è che il medico controlli che i margini della ferita chirurgica siano ben consolidati.

Trattandosi di un intervento sul viso, quindi con cicatrice molto visibile, è bene che il paziente non si esponga al sole e usi creme protettive antisolari almeno nei sei mesi successivi all'intervento. E' evidente che il medico durante l'intervento prenderà delle precauzioni per rendere la ferita poco visibile. E' importante fare l'incisione con bisturì in modo perfettamente lineare. Quando si opera non si devono mai fare trazioni sul lembo e mai utilizzare pinze chirurgiche sui margini dell'incisione. Questi accorgimenti favoriscono un'ottima cicatrizzazione.

Ovviamente se c'è stata una sofferenza del nervo facciale si dovranno prendere accorgimenti specifici come polivitaminici e massaggi (trattamenti fisioterapici specifici). Se la sofferenza colpisce l'occhio si dovranno utilizzare colliri o pomate oftalmiche. 

Come in tutti gli interventi sono possibili complicanze, si dovrà avvertire subito il chirurgo se ci sarà febbre, aumento di volume nella sede d'intervento, arrosamenti o dolori. E' importante che il chirurgo sia informato tempestivamente in modo da contrastare subito il possibile evento sfavorevole.

Un problema particolare che può comparire anche mesi dopo l'intervento è una strana sudorazione nella zona che è stata sede dell'asportazione chirurgica. Questo fenomeno si chiama sindrome di Frey ed è caratteristico della fase di reinnervazione. Non sempre si manifesta. E' un fenomeno fastidioso, ma nulla di grave.

 

esiti parotidectomia esofacciale XX 2018 rovescio

 Qui vediamo una paziente operata di parotidectomia sinistra
a distanza di cinque anni dall'intervento.
I muscoli facciali si contraggono in modo simmetrico.

 

 

 

Ti potrebbe anche interessare:

- Sintomi delle malattie delle ghiandole salivari

 

- Calcolosi delle ghiandole salivari.

 

Parotidectomia esofacciale

 

Intervento chirurgico di parotidectomia

 

 2022 arte medicina carlo govoni copertina

 - ARTE & MEDICINA - 20 argomenti di carattere medico coordinati da Carlo Govoni in un libro si 496 pagine

 

 

 

Lipoma del collo - tecnica chirurgica  lipoma gigante 2022 pre operatorio carlo govoni otorino

2022 medicina365 PA2268 Carlo Govoni chirurgia ghiandole salivari

 

 - Carlo Govoni viene intervistato da Nina Sicilia sulla chirurgia delle ghiandole salivari

 

 

.

 

 

 

 

 

Arte&Medicina


2022 arte medicina carlo govoni copertina

Arte & Medicina
E' un libro che tratta 20 argomenti di carattere sanitario.
Tre capitoli sono stati scritti da Carlo Govoni.
Gli altri 17 capitoli hanno una presentazione storico-artistica di Carlo Govoni.

Il libro può essere acquistato richiedendolo a Diagnosi&Terapia
via del Colle 106 r - 16128 Genova
Tel. 3358040811
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 Il volume è di 496 pagine,
formato cm 16,5 x 24
€ 25,00 (iva compresa) 
+ spese spedizione

 

Eccellenze Italiane

  CORSI di RIABILITAZIONE
VESTIBOLARE
una possibilità di guarire
dalle vertigini senza
usare farmaci

equilibriste vertigine equilibrio carlo govoni esame vestibolare

a Reggio Emilia in via
Beniamino Gigli, 7 presso

Bianalisi
Medical  Center

0522282828
3892497660 

percorsi quadrato triangolo cerchio medical center riabilitazione vestibolare govoni otorinolaringoiatra

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro ad abbassamenti della voce e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 11871 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le malattie di cui si occupa un otorinolaringoiatra sono numerose. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare...
Letto da 33725 visitatori
crenoterapiaLe cure inalatorie sono trattamenti benefici dove l'acqua termale per effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace medicamento naturale specifico per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e anche per alcune forme di otite.  Le più importanti terapie termali nel distretto orecchio naso e gola...
Letto da 17280 visitatori
esame-audiometrico-audiologiaLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 69194 visitatori
esame-vestibolare-visita-vestibologicaLa visita vestibologica è quella visita che comprende l'esame vestibolare o esame otovestibolare ed è finalizzata a curare i soggetti affetti da vertigine. La vertigine è l'alterazione del senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma è anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto...
Letto da 86885 visitatori
chirurgia-videoendoscopicaLa chirurgia videoendscopica è una branca della chirurgia che si realizza per mezzo di strumenti a fibre ottiche che permettono di vedere il campo operatorio su un video. Questa chirurgia trova la sua massima applicazione negli interventi sul naso e sui seni paranasali. Questi interventi si fanno esclusivamente col paziente addormentato: "in narcosi". Per poter operare è necessaria l'immobilizzazione e l'assenza di riflessi. Si...
Letto da 15108 visitatori
libera-professione-otorinoL’attività libero professionale dei medici è una parte fondamentale e insostituibile nell’assistenza sanitaria di tutti gli italiani. L’assistenza, come è noto, è in gran parte erogata dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che risponde al dettato dell’articolo 32 della Costituzione “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività,...
Letto da 6523 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-pediatricaLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 19103 visitatori
fibroendoscopia-nasale-laringeaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia indiretta già descritte per descrivere cosa si esegue nel corso della visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il...
Letto da 115305 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com