NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Ci sono persone che soffrono di ronzii in uno o in entrambe le orecchie, si sottopongono a diverse visite otorinolaringoiatriche, fanno test audiometrici e i medici gli dicono che il loro orecchio e la loro capacità uditiva sono perfetti.
Spesso questi pazienti che si sentono dire che non hanno nulla, rimangono perplessi perché pensano che il medico non creda alle loro parole. 
Ho illustrato in diverse occasioni che gli acufeni sono un argomento molto esteso e tra questi esistono anche quelli che non si accompagnano ad una malattia uditiva. Sono del parere che un medico prima di dire ad una persona che lamenta un acufene: "Lei non ha nulla", debba fare parecchie riflessioni. 

Ho sempre sostenuto che l'acufene è un sintomo che necessita, nelle prime fasi di studio, di una valutazione clinica otorinolaringoiatrica ed un esame audiometrico e impedenzometrico. Affermo questo perchè quasi sempre con questi esami si scopre qualcosa che non va nell'apparato uditivo e si giustifica il sintomo.
Quindi è importante che gli esami siano stati condotti con cura. Se avete dubbi sulla loro esecuzione il mio consiglio è di provare a ripeterli.

Se esami ben condotti oppure ripetuti hanno stabilito che l'apparato uditivo è normale e funziona perfettamente occorre prendere in considerazione altre possibili cause. Spesso ci sono cause generali che possono portare all'acufene, la più nota è l'ipertensione arteriosa. Altre cause che riguardono l'intero organismo sono il diabete, l'ipertiroidismo e altre malattie endocrino-metaboliche.
Un altro aspetto da non trascurare sono le articolazioni temporo-mandibolari e la masticazione. I movimenti articolari si trasmettono direttamente sulla porzione cartilaginea della tuba di Eustachio. Qualora si sospetti una disfunzione tubarica occorrerà rivalutare le prove audiometriche, perchè ritengo quasi impossibile che una disfunzione tubarica non dia segni all'impedenzometria.

Altre volte gli acufeni sono espressione di una patologia encefalica. In questi casi l'acufene si comporta in modo simile alla cefalea. In questi casi il soggetto spesso riferisce di avere un fischio nella testa o nel cervello. E' importante fare quelle valutazioni di carattere neurologico che possono evidenziare turbe a carico del nervo ottavo (nervo vestibolo-cocleare) e nervi adiacenti. Analoghe valutazioni vanno fatte per la vascolarizzazione. Molte volte difetti di circolo possono essere la causa di un acufene.

Ritengo meno importante lo studio con esame Doppler dei tronchi sovraortici. Questi studi riguardano i grossi vasi del collo mentre l'orecchio, in particolare l'orecchio interno, riceve sangue dalle arterie uditive che nella maggioranza dei casi sono rami dell'arteria cerebellare anteriore inferiore (AICA) di destra e di sinistra. L'AICA si stacca da una importante anastomosi intracranica (poligono di Willis), pertanto una eventuale stenosi di una carotide viene compensata dalla carotide controlaterale e dall'arteria vertebrale.

Ritengo che i pazienti che soffrono di un acufene ed hanno un udito perfetto sono quelli più difficili da affrontare in quanto vengono a mancare le indicazioni fornite dagli esami audiometrico ed impedenzometrico. Quando questi esami sono normali si dovranno valutare le componenti psicogene nella genesi degli acufeni. In particolare ritengo rilevanti gli acufeni da stress.
S
i devono anche tenere in considerazione acufeni extraotologici come quelli determinati da malattie generali come l'ipertensione arteriosa.
Pure importanti sono gli acufeni somato-sensoriali che derivano dal alterazioni dell'articolazione temporo-mandibolare e da disfunzioni cranio-cervico-mandibolari.

 

milano abbiategrasso famagosta romolo

 

 Naviga tra le altre pagine della sezione "acufeni"

Acufeni oggettivi

Consigli per addormentarsi quando si soffre di acufeni

Che cosa è un acufene?

E' utile il LASER nel trattamento degli acufeni?

Un rumore esplosivo può generare un acufene?

La TRT (Tinnitus Retraining Therapy) è una valida proposta terapeutica per chi soffre di acufeni? 


 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

diagnosi e terapia rivista


nel numero di giugno 2019
c'è stato un articolo di rinologia

scritto da Carlo Govoni 

Lo potete trovare anche al sito
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

Attento a leggere un libro di medicina: potresti morire per un errore di stampa.

Mark Twain   1835 - 1910

Questa era una raccomandazione del XIX° secolo. Oggi i tempi sono cambiati, siamo evoluti, casualmente possiamo morire per un errore di stampa, ma si può anche morire per gli errori del WEB.


Ronzii nella testa o in un orecchio e uso eccessivo del WEB

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 3160 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 26659 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 54371 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 12568 visitatori
fibrorinoscopia-laringofibroscopiaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia descritte nella visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il paziente. In questi soggetti e nei pazienti in cui si vuole...
Letto da 99605 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 16472 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 26135 visitatori
valutazione-vestibolareValutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare, è un insieme di manovre semeiologiche rivolte a valutare il senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di recettori e di vie nervose proprie,...
Letto da 69480 visitatori
olfattometria-govoniL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 33274 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com