NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Acufeni oggettivi sono quegli acufeni generati da strutture presenti nell'orecchio medio o anche vicino all'orecchio. Sono rumori percepiti dal paziente, ma sono anche percepibili da altre persone che gli stanno vicino. Si tratta di situazioni rarissime.
Riconosciamo acufeni generati dalla circolazione venosa all'interno dell'orecchio (acufeni vascolari). In questi casi incrementi della pressione arteriosa possono accentuare il fenomeno. Inoltre l'avanzare dell'età provoca arteriosclerosi anche dei vasi vicini all'orecchio e una loro minore elasticità, associata ad incrementi di pressione, si può trasformare in una causa di acufene pulsante.

E' noto che quando l'orecchio medio è interessato da fenomeni infiammatori è facile che il paziente lamenti strani rumori, come sensazione di ovattamento o acufene pulsante. Ricordo che quasi sempre le otiti sono monolaterali, pertanto per il paziente è facile fare confronti con l'orecchio sano e percepire anche minime variazioni sonore.

Alcuni autori hanno prospettato come causa di acufeni oggettivi anche piccoli movimenti abnormi della catena ossiculare (von Bekesy, 1960). Questa causa è difficilmente diagnosticabile.

Rientrano tra gli acufeni oggettivi anche quelli determinati da contrazioni multiple dei muscoli che sono vicini all'orecchio (mioclonie). Sono note mioclonie del muscolo tensore del timpano, questo muscolo decorre parallelo alla tuba di Eustachio e va ad inserirsi sul martello. Altre mioclonie che possono essere causa di acufeni sono quelle dei muscoli del palato ed in particolare del tensore del velo palatino. Viene anche indicato come possibile acufene da contrazione clonica muscolare le mioclonie del muscolo stapedio. E' questo un muscolo lungo pochi millimetri [si tratta del più piccolo muscolo del corpo umano]. Può sembrare strano che un muscolo così piccolo possa generare acufeni. Occorre tener presente che s'inserisce direttamente sulla staffa e influenza la percezione uditiva. Ritengo che le pur rare mioclonie dello stapedio possano essere causa di acufene. 
Le mioclonie come causa di acufene oggettivo è un argomento ancora misconosciuto, i casi sono pochissimi. Ricordo che muscoli come il tensore del timpano e il tensore del velo palatino possono anche essere influenzati da turbe dell'articolazione temporo-mandibolare.

Un'altra causa di acufene oggettivo sono i tumori glomici timpanici e giugulari (chiamati anche paragangliomi). Questi tumori si originano da cellule del sistema paragangliare, situate lungo il decorso di nervi che attraversano la cassa del timpano (tumori glomici timpanici) o alla base del cranio in prossimità del bulbo della vena giugulare (tumori glomici giugulari). In sostanza sono un gomitolo di vasi sanguini, ovviamente sono molto vascolarizzati e si caratterizzano per un acufene pulsante. Si tratta di un acufene monolaterale con pulsazioni sincrone col battito cardiaco. E' possibile che ponendo il fonendoscopio contro l'orecchio anche un medico riesca a sentire l'anomala pulsazione. In questi casi è corretto definirlo acufene oggettivo.
La caratteristica tipica del tumore glomico timpanico è il colore bluastro che viene ad assumere la membrana timpanica. Sono tumori molto rari. In alcuni casi possono avere una estensione endocranica.

Un'ulteriore causa di acufene oggettivo sono le turbe dell'articolazione temporo-mandibolare. Questi acufeni sono assenti quando il paziente tiene ferma la mandibola. Se la mandibola si muove l'acufene si manifesta. La diagnosi non è così semplice. La valutazione di questo problema è complessa. Distinguo due alterazioni fondamentali: la patologia propria dell'articolazione e la patologia della tuba di Eustachio. La tuba, nella sua porzione cartilaginea, subisce l'influenza dei movimenti di apertura e chiusura della bocca.

 

Bibliografia
Kanji A, Khoza-Shangase K  Clinical Sign and Symptoms of tinnitus in temporomandibular joint disorders: a pilot study comparing patients and non-patients. S Afr J Commun Disord 2013 dec.

Carlo Zini e Carlo Govoni - Chirurgia dei tumori glomici timpanici e giugulari. in Trattato di Tecnica Chirurgica diretto da A. Paletto, volume XII° - Chirurgia Otorinolaringologica - UTET, 1989, 114-131.

Naviga tra le altre pagine della sezione "acufeni"

Potrai trovare altri articoli su questo argomento:

- Acufene, uno strano ronzio nell'orecchio

- La visita otorinolaringoiatrica per un paziente affetto da acufeni

- Acufene nei soggetti normoacusici

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

diagnosi e terapia rivista


nel numero di giugno 2019
c'è stato un articolo di rinologia

scritto da Carlo Govoni 

Lo potete trovare anche al sito
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

Attento a leggere un libro di medicina: potresti morire per un errore di stampa.

Mark Twain   1835 - 1910

Questa era una raccomandazione del XIX° secolo. Oggi i tempi sono cambiati, siamo evoluti, casualmente possiamo morire per un errore di stampa, ma si può anche morire per gli errori del WEB.


Ronzii nella testa o in un orecchio e uso eccessivo del WEB

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 2748 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 26293 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 46880 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 53540 visitatori
chirurgia-ambulatoriale Interventi chirurgici ambulatoriali sono quelli che si possono eseguire in meno di mezz'ora e in anestesia locale. Le malattie che si curano con questi trattamenti sono numerose. Non si deve pensare che gli interventi in anestesia locale siano meno importanti degli interventi che si eseguono col paziente completamente addormentato. Si ricorda che una semplice biopsia, cioè l’asportazione di...
Letto da 22935 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 12105 visitatori
esame-impedenzometricoLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 55356 visitatori
chirurgia-videoendoscopicaLa chirurgia videoendscopica è una branca della chirurgia che si realizza per mezzo di strumenti a fibre ottiche che permettono di vedere il campo operatorio su un video. Questa chirurgia trova la sua massima applicazione negli interventi sul naso e sui seni paranasali. Questi interventi si fanno esclusivamente col paziente addormentato: "in narcosi". Per poter operare è necessaria l'immobilizzazione e l'assenza di riflessi. Si...
Letto da 12905 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 25699 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com