NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Per inquinamento acustico s'intende l'esposizione a rumori di qualsiasi origine e di intensità media o elevata. Come tutti i fenomeni acustici se l'intensità è lieve i danni alla salute sono inesistenti. Se i suoni hanno una intensità tra 70 e 80 dB possono essere fastidiosi. Se l'intensità è superiore a 80 dB si inizia a considerarli potenzialmente otolesivi per soggetti sensibili. Per poter parlare di potenziale otolesività per la maggior parte delle persone si devono superare 85 dB. Per determinare un danno all'apparato uditivo sono fondamentali l'intensità dei rumori e la durata dell'esposizione.
E' irrilevante l'intensità media di un rumore. Sono fondamentali i picchi che il rumore raggiunge. Se per 50 minuti un lavoratore è esposto ad un rumore di 60 dB e per 10 minuti ad un rumore di 100 dB non si può dire che la sua esposizione media è di 66,6 dB e pertanto quella esposizione non è otolesiva. Il danno è costituito dall'esposizione a 100 dB per 10 minuti ogni ora, ovviamente ci vorrà un tempo prolungato ma questa esposizione produrrà un danno al lavoratore.

Se in alcuni momenti un suono ha le caratteristiche di rumore esplosivo (per esempio 120 - 130 dB) è chiaro che sarà sufficiente una breve esposizione per determinare un danno. In questi casi non si parla di trauma acustico cronico (TAC), ma di trauma acustico acuto (TAA)

muletto lavoro stabilimento rumore medicina preventiva govoni otoneurologo
Altro elemento importante per valutare l'inquinamento acustico è il luogo e il momento della giornata in cui il rumore è presente.
Per esempio un rumore di 60 dB all'interno di un ambiente di lavoro è sopportabilissimo e sarebbe ridicolo definire quell'ambiente rumoroso. Il problema cambia totalmente se quel rumore fosse presente in una camera da letto. Chi dovrà dormire in quella stanza avrà seri problemi per addormentarsi.
Ricordo il caso di un paziente che vive in un condominio e per decisione assembleare sono state montate delle valvole ad ogni termosifone per misurare il consumo di calore. Queste valvole fanno un rumore minimo e questo signore non riesce a prendere sonno.

Per inquinamento acustico indichiamo un rumore ambientale che, per generare fastidi o danni all'apparato uditivo, dovrà essere valutato in intensità e durata e soprattutto si dovrà tener conto in quali ore della giornata è presente e in quali luoghi.

Per valutare la rumorosità di un ambiente si utilizza un particolare strumento denominato fonometro

 saldatore industria lavoro audiologia industriale rumore govoni apparato otoneurolaringologico

 

Gli stabilimenti industriali sono oggi una delle sedi più importanti dove l'uomo vive per parecchie ore immerso nel rumore. E' importante fronteggiare adeguatamente il rumore in questi ambienti. I medici possono solo segnalare il problema, la soluzione va però trovata a livello politico, legislativo ed economico.

verbania vco industria chimica

 

Se hai letto questo articolo ti potrebbe interessare:

Rumorosità ambientale

 

Quali danni provoca il rumore? 


Perdita o diminuzione uditiva da trauma acustico cronico


Perdita o diminuzione uditiva da trauma acustico acuto 

 

 

 

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 3929 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 27453 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 16698 visitatori
libera-professione-otorinoL’attività libero professionale dei medici è una parte fondamentale e insostituibile nell’assistenza sanitaria di tutti gli italiani. L’assistenza, come è noto, è fornita dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che risponde al dettato dell’articolo 32 della Costituzione “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce...
Letto da 3116 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 55909 visitatori
chirurgia-videoendoscopicaLa chirurgia videoendscopica è una branca della chirurgia che si realizza per mezzo di strumenti a fibre ottiche che permettono di vedere il campo operatorio su un video. Questa chirurgia trova la sua massima applicazione negli interventi sul naso e sui seni paranasali. Questi interventi si fanno esclusivamente col paziente addormentato: "in narcosi". Per poter operare è necessaria l'immobilizzazione e l'assenza di riflessi. Si...
Letto da 13281 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 26894 visitatori
crenoterapia-dolomia-govoniLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 12850 visitatori
valutazione-vestibolareValutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare, è un insieme di manovre semeiologiche rivolte a valutare il senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di recettori e di vie nervose proprie,...
Letto da 71128 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com