NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Prima di parlare di come si interviene sulla laringe è necessario parlare di anatomia. La laringe è un organo che può essere vagamente paragonato ad un imbuto dove la sua parte superiore non è un cerchio su un piano orizzontale ma un ovale su un piano inclinato. La laringe è un organo con scheletro cartilagineo contenuto nella parte anteriore del collo. Il pomo d'Adamo è al centro della laringe. Dall'alto verso il basso distinguiamo tre parti: porzione sopraglottica, glottica e sottoglottica.

La porzione sopraglottica è costituita principalmente da una cartilagine (epiglottide) che è rivolta verso la faringe.

La porzione centrale o glottica è quella che contiene le corde vocali. La glottide è in sostanza uno sfintere che può aprirsi e chiudersi.

La porzione sottoglottica è molto simile ad un corto tubo. La cartilagine principale è la cricoide che ha la forma di un anello. Scendendo in basso la laringe continua con la trachea.

I tumori della laringe hanno estensioni variabili

Carcinoma delle corde vocali. Si tratta quindi di tumori localizzati nella parte centrale della laringe e colpiscono solo una piccola parte di essa. Possono essere estesi ad una corda vocale, più raramente ad entrambe. Se il tumore non ha determinato una fissità della corda la prognosi è molto più favorevole. Essendo le corde vocali molto sensibili questi tumori sono spesso diagnosticati precocemente. Il sintomo tipico è la disfonia, cioè l'alterazione e la diminuzione della voce.
La chirurgia può fare molto, è possibile asportare completamente il tumore. Con la chirurgia è possibile analizzare tutto il materiale prelevato, sono possibili anche prelievi bioptici su punti sospetti e dal successivo esame istologico è possibile capire se il tumore è stato tolto completamente o no.
Un'alternativa è la radioterapia.
Negli interventi sulle corde vocali, salvo casi particolarmente estesi, non si esegue la tracheotomia.
Il mio orientamento è, qualora non ci siano controindicazioni generali, prediligere l'asportazione chirurgica.
Alla fine di un intervento a carico di una corda vocale i danni sono minimi. Il paziente respirerà normalmente e la voce sarà un poco alterata. 

Carcinoma che interessa la sola regione sopraglottica. In questi casi è possibile togliere tutto il tumore con un intervento di laringectomia parziale. L'intervento più noto è la laringectomia orizzontale sopraglottica. E' un intervento che comporta l'esecuzione della tracheotomia, quindi il paziente respira attraverso uno stoma eseguito alla base del collo. Se non ci sono complicanze la tracheotomia sarà temporanea e verrà chiusa con un semplice intervento in anestesia locale. Avendo conservato le corde vocali, quando si chiuderà il tracheostoma, il paziente potrà parlare discretamente bene e respirare dal naso e dalla bocca.

Carcinoma che interessa la porzione sopraglottica e una o entrambe le corde vocali. Questi casi sono da valutare singolarmente. Se il coinvolgimento è di una sola corda vocale è ancora possibile un intervento parziale, seppur molto esteso. Negli altri casi è preferibile la laringectomia totale. Per laringectomia totale s'intende l'asportazione di tutta la laringe e questo comporta la separazione tra via digestiva e via respiratoria. Il paziente respirerà dallo stoma tracheale per tutta la vita e questo comporterà la perdita della voce. E' possibile il recupero della voce attraverso una voce alternativa denominata voce esofagea. In questo sito troverete un articolo specifico.
La laringectomia totale trova anche indicazione in tutti quei casi dove, per motivi specifici, non sia indicato eseguire una laringectomia parziale.

Carcinoma esteso alla regione sottoglottica. E' una estensione piuttosto rara. In questi casi c'è l'indicazione alla laringectomia totale estesa ad alcuni anelli tracheali. 

La scelta della tecnica chirurgica dipende soprattutto dalla localizzazione del carcinoma, ma anche dalle condizioni generali del soggetto. Esistono inoltre strategie alternative. In alcuni piccoli tumori la radioterapia viene presentata come alternativa alla chiurgia. Nei tumori estesi sono anche previsti protocolli che comprendono chirurgia, radioterapia e chemioterapia.

lampada scialitica sala operatoria orl govoni otorino chirurgo

Sullo stesso argomento vedi:
- Cancro della laringe
- Parlare dopo la laringectomia totale 

San Biagio

è il Santo protettore degli otorinolaringoiatri.
Il suo anniversario è il
3 febbraio

rubiera reggio emilia modena san biagio donnino concordia altare maggiore chiesa parrochiale geminiano vincenzi carlo govoni

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

diagnosi e terapia rivista


nel numero di giugno 2019
c'è stato un articolo di rinologia

scritto da Carlo Govoni 

Lo potete trovare anche al sito
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 3661 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 27152 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica è rivolta a pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario; le manovre che lo specialista utilizza non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia o se eseguita al microscopio: otomicroscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la...
Letto da 74669 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 26623 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il...
Letto da 23236 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 13084 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 14124 visitatori
olfattometria-govoniL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 34635 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 55390 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com