NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

I movimenti del collo successivi ad un traumatismo si inquadrano nel colpo di frusta cervicale e negli effetti del forte scuotimento subito dalla testa e in particolare dall'encefalo. E' noto che il colpo di frusta cervicale si presenta come la conseguenza di un violento traumatismo in senso antero-posteriore (più spesso dall'indietro in avanti e viceversa) che comporta un movimento involontario della testa.
Questo traumatismo comporta una estensione oltre il normale range di muscoli e legamenti del collo. Le conseguenze del colpo di frusta o trauma distorsivo del collo coinvolgono sempre i distretti cervicale e cefalico. 
Alcuni definiscono il colpo di frusta cervicale come "un infortunio che riguarda la parte alta della colonna vertebrale". Non è vero. Al colpo di frusta consegue inevitabilmente un brusco scuotimento della testa, quindi è sempre una patologia cervico-cefalica.

Le cause più frequenti sono gli incidenti automobilistici (in particolare il tamponamento), poi gli sport di contatto come il calcio, il rugby, e gli sport violenti come pugilato, lotta, karate, ecc. Per quanto attiene agli incidenti automobilisitici le statistiche riferiscono che oltre il 60% degli infortuni stradali riportano come danno unico o in associazione ad altri danni il trauma distorsivo del rachide cervicale.
Il colpo di frusta può caratterizzare anche incidenti di ciclisti e cavallerizzi. Inoltre alcuni traumi cranici con caduta all'indietro si presentano con la sintomatologia tipica del colpo di frusta cervicale.

incidente stradale auto distrutta scoppio air bags otorino govoni otoneurolaringologo

La sintomatologia è variabile. Nella maggioranza dei casi i sintomi sorgono nell'arco delle 24 ore dal trauma, ma in rari casi i sintomi si evidenziano anche in seconda o in terza giornata dall'evento.
I sintomi più comuni sono:
- dolore al collo e ad una o ad entrambe le spalle
- rigidità cervicale
- cefalea, specie occipitale
- vertigine, più spesso vertigine di posizione
- visione offuscata temporaneamente
- stanchezza

I sintomi più rari sono:
- difficoltà a concentrarsi e diminuzione della memoria
- acufeni
- irritabilità
- difficoltà ad addormentarsi
- svegliarsi dal sonno senza avere la sensazione di essersi ben riposati
- nausea e vomito

Il paziente che ha subito un colpo di frusta cervicale deve sempre rivolgersi ad un pronto soccorso. Non è sufficiente andare da un medico in quanto il sanitario non potrà disporre di esami strumentali, qualora si rendessero necessari.
Questa malattia non va mai sottovalutata: è un segno preoccupante il dolore cervicale che persiste per diversi giorni. Pure preoccupante è l'intorpidimento o la debolezza muscolare di un braccio o di entrambi o se c'è formicolio persistente alle spalle o alle braccia o alle gambe. Non si dovranno nemmeno sottovalutare quei casi che presentano algie addominali o disfunzioni alla vescica.
Qualora il colpo di frusta sia seguito da nausea e vomito è indispensabile l'osservazione ripetuta da parte di un medico del pronto soccorso.
Tra le indagini strumentali l'esame più richiesto è la radiografia del rachide cervicale. Questo esame serve soprattutto per escludere malattie diverse come artrosi, artrite, pregresse fratture, ecc. In molti casi si osserva una riduzione della fisiologica lordosi cervicale.

Purtroppo non c'è un esame strumentale di facile esecuzione che possa accertare con precisione il trauma distorsivo cervicale e stabilire la sua gravità. E' noto che disposizioni legislative pretendono l'accertamento strumentale. Ovviamente queste difficoltà nell'oggettivare questa patologia favorisce le assicurazioni private.
Ritengo che ci sia una generica sottovalutazione delle conseguenze di questo tipo di evento traumatico. 
E' molto difficile la valutazione precisa dei danni cerebrali che il colpo di frusta può aver determinato.

La comune radiografia del cranio è praticamente inutile. Esami più sofisticati come la TAC con contrasto e la Risonanza Magnetica senza e con mezzo di contrasto possono portare ad evidenziare alcune alterazioni come piccole soffusioni emorragiche, quasi sempre aspecifiche.
risonanza magnetica testa collo otorino govoni
La risonanza magnetica (vedi foto) è un esame molto importante. Nella pratica non c'è certezza di avere risposte positive e anche per questo motivo è una indagine strumentale che quasi mai viene richiesta. Quindi oggettivare lesioni dovute al forte scuotimento subito dalla testa diventa molto difficile, soprattutto per i medici che visitano la persona dopo uno o due mesi dall'evento.

Viene spesso consigliato, in particolare al momento dell'incidente e nei primi giorni successivi, tenere un collare per limitare gli sforzi sul rachide cervicale. Si preferiscono collari di tipo soft. Già dal secondo giorno è bene limitarne il loro uso. Il trattamento medico va impostato con antiinfiammatori e rilassanti muscolari. Utile anche il trattamento fisico con esercizi per migliorare la flessibilità e la forza cervicale.

Non è vero che tutti i colpi di frusta sono eguali. Le principali differenze sono conseguenza della particolare posizione assunta al momento dell'urto, dall'età del soggetto, dalle malattie pregresse, dalla costitutzione fisica e anche da fattori difficilmente indetificabili. Come tutte le malattie anche il colpo di frusta può andare soggetto a complicanze. Le complicanze più frequenti sono la cefalea cronica, le vertigini e le algie croniche alle spalle e al collo.
Interessante complicanza è la vertigine parossistica di posizione. Sono state descritte malattie dovute a distacco degli otoliti come la cupololitiasi e la canalolitiasi. Queste determinano un quadro clinico di vertigini ricorrenti che sono vere complicanze del colpo di frusta. Questi pazienti in condizioni di riposo stanno bene ma se fanno bruschi movimenti, per esempio raccogliere un oggetto dal pavimento o retroflettere il capo per guardare in alto, o rotolarsi nel letto, vanno facilmente incontro a turbe vertiginose vere caratterizzate dalla presenza di nistagmo e sinotmi neurovegetativi associati come nausea e vomito. 

 

Ti potrebbe anche interessare:

- Cernobbio (Como): l'udito nell'arco della vita

 

Interpretazione del colpo di frusta cervicale

 

-  Lugano: felicemente stressati

 

- Disturbi della voce nel bambino

San Biagio

è il Santo protettore degli otorinolaringoiatri.
Il suo anniversario è il
3 febbraio

rubiera reggio emilia modena san biagio donnino concordia altare maggiore chiesa parrochiale geminiano vincenzi carlo govoni

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 3155 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 26650 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 48335 visitatori
visita-specialistica-domicilio-paziente-govoniQuando una persona per motivi di salute è impossibilitata a venire in studio sono disponibile per eseguire visite otorinolaringoiatriche a domicilio del paziente. Le visite a domicilio sono particolarmente indicate per bambini molto piccoli e persone anziane. A domicilio posso eseguire anche esami audiometrici, impedenzometria, esami vestibolari ed indagini fibroendoscopiche. Per prenotare una visita domiciliare telefonate al ...
Letto da 19238 visitatori
crenoterapia-dolomia-govoniLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 12435 visitatori
libera-professione-otorinoL’attività libero professionale dei medici è una parte fondamentale e insostituibile nell’assistenza sanitaria di tutti gli italiani. L’assistenza, come è noto, è fornita dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che risponde al dettato dell’articolo 32 della Costituzione “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce...
Letto da 2426 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il...
Letto da 22642 visitatori
consulenze-otorinoLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili. In queste righe farò riferimento soprattutto alla Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' questa che vede più spesso le persone interessate. Le situazioni più frequenti sono gli incidenti stradali e non, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono...
Letto da 19740 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 26128 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com