NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

La diminuzione dell’udito è un fenomeno che colpisce tutte le persone col progredire dell’età, fenomeno che viene anche definito presbiacusia o sociopresbiacusia.

Le cause principali sono le manifestazioni tipiche dell’invecchiamento come i deficit circolatori e le debolezze uditive geneticamente determinate. Nella diminuzione dell’udito hanno un ruolo importante le patologie acquisite, tra queste il più importante è il rumore ambientale. Sempre tra gli effetti cumulativi dobbiamo ricordare le otiti e le eventuali perforazioni della membrana timpanica.

La diminuzione dell’udito è una delle più comuni malattie invalidanti dell’anziano.

La diminuzione della capacità uditiva, detta anche presbiacusia, è un fenomeno silente. Si tratta di un deficit talmente lento nel suo manifestarsi che il soggetto non riesce a percepirlo. Non è così per le persone che stanno attorno a lui. E’ importante l’esame audiometrico per misurare questo decadimento. Si consiglia, soprattutto dopo i 65 - 70 anni di fare un esame dell'udito ogni anno. Non è infrequente osservare che gli audiogrammi da un anno all’altro sono sovrapponibili. E’ importante che il paziente conservi questi esami perché spesso la perdita uditiva diventa dimostrabile con relativa certezza se si valutano periodi di tre o quattro anni. Nella maggioranza dei casi la perdita uditiva coinvolge inizialmente le alte frequenze (frequenze acute). Questo comporta difficoltà a percepire il parlato in ambienti rumorosi, mentre nel silenzio la voce di conversazione viene udita bene. Nella vita sociale spesso sono presenti rumori di sottofondo, in questi casi è facile sentire i pazienti che dicono: “sento ma non capisco le parole.”

Altra caratteristica della presbiacusia è l’intolleranza verso i rumori intensi. Questo fenomeno, denominato recruitment, è una delle caratteristiche della perdita uditiva cocleare. Il danno cocleare è da ritenersi una costante di tutte le perdite uditive delle persone anziane.

La diminuzione dell’udito porta l’anziano ad isolarsi; per lui le situazioni in cui si deve ascoltare e parlare diventano situazioni di imbarazzo, pertanto le evita. La presbiacusia molte volte è causa di depressione (1 – 2).

La diagnosi è semplice. Una visita otorinolaringoiatrica, una otoscopia e un esame audiometrico sono fondamentali per quantificare la diminuzione dell’udito. Ricordo che in alcune statistiche è riportato che il 30% della popolazione anziana presenta tappi di cerume (3). Togliere un tappo è una manovra che si esegue in ogni ambulatorio (e nei casi gravi anche al letto del paziente) e solo questo gesto può portare a migliorare l’udito di almeno 5-10 dB. D’altra parte il riscontro frequente di un tappo di cerume fa capire che i pazienti si sottopongono troppo poco a visite otorinolaringoiatriche.

La presbiacusia inizia con un innalzamento di soglia limitato alle frequenze acute. Abbiamo il quadro di una ipoacusia neurosensoriale o percettiva come nel grafico qui sotto riportato.

 audiogram sensorineural mild hearing loss

Esame audiometrico tonale: paziente con iniziale presbiacusia.
Si osserva una ipoacusia percettiva (o neurosensoriale)
limitata alle sole frequenze acute del campo tonale (4.000 Hz).

audiogram sensorineural middle hearing loss

L'esame qui sopra riportato evidenzia una presbiacusia più severa,
per esempio una persona più anziana rispetto a quella del primo tracciato.
Anche per questo secondo paziente non è necessaria una protesi acustica.

 

Le due immagini riportano il quadro di una perdita uditiva in fase iniziale e in fase mediamente avanzata. Queste persone non necessitano di apparecchio acustico. Per comunicare con loro è importante che l'ambiente sia silenzioso e parli una persona alla volta. E' pure importante che chi sente poco si abitui ad osservare i movimenti della bocca e i gesti di chi parla. La lettura labiale è un ausilio molto importante nelle persone che sentono poco.

 

audiogram severe presbycusis

Nell'audiogramma tonale qui sopra raffigurato si
osserva il quadro di una severa presbiacusia.
In questi casi il ricorso ad una protesi acustica può essere utile.

 

Come ho già sostenuto si tratta di un problema sociosanitario molto rilevante perchè colpisce, seppur con incidenza diversa, tutte le persone anziane. E' importante il trattamento riabilitativo quando la perdita uditiva è marcata, perché le protesi acustiche facilitano la comunicazione e attenuano il decadimento cognitivo.

 presbiacusia anziano tempo otorino bastone presbistasia vertigini govoni otoneurolaringologia

Note 

1 – Herbst KG, Humphrey C. Hearing impairment and mental state in the elderly living at home. BMJ 1980; 281: 903-905.

2 – Carabellese et al. Sensory impairment and quality of life in a community elderly population. J American Geriatric Soc. 1993; 41: 401-407

3 - Lewis-Culinan C, Janken j.  Effect of cerumen removal on the hearing ability of geriatric patients. J Adv Nursing 1990; 15: 594-600  

 

Ti potrebbe anche interessare:
- Dolore all'orecchio, diminuzione dell'udito e vertigine 

- Presbiacusia

- Vertigini e ipoacusie nelle persone della terza età

 

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 2748 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 26293 visitatori
valutazione-vestibolareValutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare, è un insieme di manovre semeiologiche rivolte a valutare il senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di recettori e di vie nervose proprie,...
Letto da 68352 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 13538 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 46879 visitatori
crenoterapia-dolomia-govoniLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 12173 visitatori
consulenze-otorinoLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili. In queste righe farò riferimento soprattutto alla Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' questa che vede più spesso le persone interessate. Le situazioni più frequenti sono gli incidenti stradali e non, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono...
Letto da 19363 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 12105 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica è rivolta a pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario; le manovre che lo specialista utilizza non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia o se eseguita al microscopio: otomicroscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la...
Letto da 73359 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com