NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Per lesioni cordali acquisite s’intendono quei fenomeni patologici che si manifestano a carico delle corde vocali per abuso vocale o per esposizione a sostanze irritanti.

Le lesioni cordali acquisite sono:
1 – Noduli
2 – Polipo
3 – Pseudocisti
4 – Cisti cordali da ritenzione
5 – Edema di Reinke
6 – Cicatrice di una corda vocale

Le persone più a rischio sono coloro che compiono frequenti sforzi vocali come avvocati, insegnanti, allenatori, cantanti, oratori, ecc. ed anche coloro che per motivi professionali o voluttuari si espongono all’inalazione di sostanze irritanti come fumatori, lavoratori del legno, verniciatori, lavoratori del catrame e degli idrocarburi, ecc.

La diagnosi viene definita con una visita otorinolaringoiatrica, meglio se associata ad una laringofibroscopia.

Ricordo che gli interventi di fonochirurgia si eseguono in narcosi. E’ possibile fare alcuni interventi in laringoscopia indiretta, quindi con una anestesia locale, però questa tecnica è ormai abbandonata. Trova qualche applicazione nei soggetti (es. cardiopatici o pneumopatici ) dove l’anestesia generale comporterebbe un rischio troppo elevato.
Lo scopo degli interventi di fonochirurgia è migliorare l’emissione della voce. Il risultato che si deve ottenere è il miglioramento della funzione fonatoria, pertanto l’operatore dovrà conoscere e rispettare al massimo tutto ciò che non è tessuto patologico per meglio salvaguardare la funzione.
La visione delle corde vocali in fase respiratoria ed anche nella fase chirurgica è rappresentata nel seguente disegno.

laringe corde vocali in abduzione
1 - Noduli delle corde vocali.
Una situazione frequente che colpisce soprattutto i professionisti della voce sono i “kissing nodules”.  Si tratta di formazioni nodulari, spesso localizzate tra terzo medio e terzo anteriore del margine libero della corda vocale. Sono ispessimenti mucosi che lentamente tendono ad aumentare di volume, irritandosi a vicenda. Ecco perché si formano su punti esattamente contrapposti delle corde vocali. 

laringe noduli corde vocali otorinico

kissing nodules o noduli delle corde vocali


Come ho precisato il primo trattamento è quello medico e logopedico, ma se questo non darà i risultati sperati allora è corretto prospettare al paziente l’intervento in microlaringoscopia diretta.

L’intervento può essere condotto su entrambi i noduli. Occorre sempre, in sede d’intervento, procedere ad una accurata esplorazione della laringe. In alcuni casi ai “kissing nodules” si associa il microdiaframma commissurale, cioè un diaframma fibroso in prossimità del punto dove le corde vocali si uniscono (commissura anteriore)

E’ indispensabile che dopo l’intervento il paziente osservi un riposo vocale di sette/dieci giorni, cioè fino a quando non si è completata la cicatrizzazione e siano cessati i fenomeni di edema post-chirurgico.
Dopo l’intervento potrà riprendere il trattamento logopedico, anche per evitare recidive. Può essere d'aiuto anche una terapia termale.

Questi interventi di fonochirurgia necessitano di una preparazione identica a tutti gli interventi in narcosi (esami ematici, elettrocardiogramma ed eventuale Rx torace) a cui farà seguito un ricovero di due giorni: il paziente entrerà in ospedale o in clinica al mattino, farà l'intervento e sarà dimesso il giorno seguente.

 

2 - Polipo corde vocali.
Altra lesione a volte spontanea, ma spesso correlata allo sforzo vocale sono i polipi delle corde vocali. Quasi sempre il polipo è monolaterale, come nell'immagine sotto riportata. Per il polipo la terapia medica e foniatrica è poco efficace. Solitamente si consiglia l'asportazione chirurgica in microlaringoscopia diretta.

larinx polipo corde vocali orl ent

Polipo della corda destra, visione fibrolaringoscopica.

 

3 - Pseudocisti
4 - Cisti da ritenzione
La pseudocisti e le cisti si presentano alla visione laringoscopica praticamente identiche. La loro caratteristica è un rigonfiamento quasi sempre di una sola corda vocali. La distinzione tra pseudocisti e cisti avviene al microscopio. La pseudocisti è priva di una parete epiteliale propria.

laringe cisti corda vocale microlaringoscopia diretta

 

5 - Edema di Reinke
L'edema di Reinke è una lesione benigna che si presenta quasi costantemente con una evidente iperemia di entrambe le corde vocali. Le corde appaiono molto più voluminose del normale. Il loro profilo non è rettilineo ma ricurvo. In prossimità della commissura anteriore le corde vocali si uniscono e pertanto lo spazio respiratorio è ridotto. La riduzione è variabile da caso a caso, ma non è infrequente vedere un quadro di riduzione di circa il 50% come nel disegno sottostante. L'edema è dovuto all'accumulo di liquido e di materiale gelatinoso nello spazio sottomucoso delle corde. I sintomi sono una disfonia caratteristica e difficoltà respiratorie sotto sforzo. 

laringe edema reinke corde vocali microlaringoscopia diretta

 

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 2549 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 26120 visitatori
fibrorinoscopia-laringofibroscopiaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia descritte nella visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il paziente. In questi soggetti e nei pazienti in cui si vuole...
Letto da 97857 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica è rivolta a pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario; le manovre che lo specialista utilizza non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia o se eseguita al microscopio: otomicroscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la...
Letto da 73084 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 11915 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 13432 visitatori
olfattometria-govoniL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 31669 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il...
Letto da 22028 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 16291 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com