NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

La protesi acustica è un apparecchio elettroacustico in grado di trasformare l'energia acustica in energia elettrica, amplificarla e poi trasformare l'energia elettrica amplificata in un suono.

I componenti fondamentali di una protesi acustica sono tre.
Microfono: trasforma il suono in energia elettrica.
Amplificatore: amplifica l'energia elettrica.
Ricevitore o altoparlante: trasforma l'energia elettrica amplificata in suono. 

 

In pratica un apparecchio acustico è del tutto uguale ad un sistema di amplificazione di una sala per conferenze, con la differenza che ha le dimensioni di un fagiolo.

Il microfono è quella parte della protesi in grado di captare le vibrazioni delle molecole indotte dal suono e le trasforma in un segnale elettrico analogico.

protesi acustica retroauricolare orecchio govoni otorino otoneurolaringologia

L'amplificatore è quel componente che amplifica l'energia elettrica. In passato quando le protesi erano elettroniche l'amplificatore conteneva elementi attivi ( i transistors) e passivi (le resistenze, i condensatori e i diodi). Questi circuiti erano piuttosto voluminosi e vennero sostituiti dai circuiti integrati. Tutte queste funzioni potevano essere svolte all'interno di una piastrina di silicio monocristallino di pochi millimetri quadrati. Una evoluzione ulteriore dell'amplificazione è data dall'introduzione delle protesi digitali, dove l'apparato che amplifica il suono è un microprocessore.
Attualmente le protesi sono quasi tutte digitali, pertanto il segnale sonoro viene trasformato in numeri binari e questi sono elaborati dal microprocessore.

L'altoparlante o ricevitore è un dispositivo che svolge una funzione contraria a quella del microfono, cioè converte il segnale amplificato in un'onda sonora. 

Per poter funzionare un protesi acustica necessita di energia e questa viene fornita da una batteria.

I dispositivi sopra indicati possono essere tutti racchiusi in un piccolo contenitore oppure essere contenuti nella stanghetta di un occhiale. In base alla forma si riconoscono tre tipi di protesi.
Protesi endoauricolari - Sono le protesi più piccole. Hanno le dimensioni di un fagiolo e sono praticamente invisibili in quanto stanno all'interno del condotto uditivo esterno. Vengono anche indicate con l'acronimo ITE che significa "in the ear".
Protesi retroauricolari - Sono dispositivi più grandi dei precedenti. La scatoletta che contiene il microfono, l'amplificatore e l'altoparlante si trova dietro al padiglione. Il suono viene convogliato nel condotto e poi contro la membrana timpanica da un tubicino di plastica che termina con una chiocciola.

protesi acustica retroauricolare migliorare udito

Nella fotografia un apparecchio acustico di tipo retroauricolare.
Sulla sinistra c'è il corpo che contiene i componenti della protesi
(ricevitore, amplificatore e batteria).
Da qui parte un tubicino di plastica che porta il suono amplificato alla chiocciola.
Prima di acquistare un apparecchio acustico è indispensabile
una visita otorinolaringoiatrica con esame audiometrico. 


Protesi ad occhiale - Sono molto simili alle protesi retroauricolari. Tutti i dispositivi sono contenuti nella stanghetta dell'occhiale e da questa si stacca il tubicino di materiale plastico con la chiocciola. 

 

Bibliografia
Dillon H. Hearing aids. Thieme Editor, 2001
Cotrona U. e Livi W.: L'adattamento degli apparecchi acustici. Edizioni Oticon, 2006. 

 

Ti potrebbero interessare
- Come si legge un esame audiometrico

 

- Cosa fare per pulirsi le orecchie da soli o con l'aiuto di un assistente

 

- Audiometria e impedenzometria 

 

 

 

Se tu hai una mela ed io ho una mela, e ce le scambiamo, tutti e due abbiamo una mela. ... Ma se tu hai un'idea ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.

George Bernard Shaw (26 luglio 1856 - 2 novembre 1950)

 

Visite di otorinolaringoiatria
a Milano

milano corso magenta madonna grazie cdl otorino


CENTRO MEDICO COL DI LANA
MILANO  corso Magenta, 64

Specialista otorinolaringoiatra 
dott. Carlo Govoni

per un appuntamento
by appointment
tel. 0258103023
3358040811  

milano corso magenta centro medico ottimo otorino

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefono 
3358040811  NO SMS

centralinista ascolto voce cuffia musica lavoro esame audiologia govoni otoneurolaringologia

To reserve an appointment
call  (+39) 3358040811 
NO SMS

call calling cell cellphone 41541 modi

Pour prendre un rendez-vous
(+39) 3358040811
NO SMS

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 4707 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 28212 visitatori
fibroendoscopia-nasale-laringeaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia descritte nella visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il paziente. In questi soggetti e nei pazienti in cui si vuole...
Letto da 103238 visitatori
consulenze-tecnicheLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili, qui esporrò le mie idee in tema di Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' in questa che viene spesso interpellato l'otorinolaringoiatra. Le circostanze più frequenti sono gli incidenti stradali, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono problemi di carattere...
Letto da 21131 visitatori
libera-professione-otorinoL’attività libero professionale dei medici è una parte fondamentale e insostituibile nell’assistenza sanitaria di tutti gli italiani. L’assistenza, come è noto, è fornita dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che risponde al dettato dell’articolo 32 della Costituzione “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce...
Letto da 3587 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono molto diversi tra loro.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se alcuni interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale),...
Letto da 24299 visitatori
impedenzometriaLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 59492 visitatori
esame-olfattoL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 37104 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 16985 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com