NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Con la primavera e ancor di più con l'estate viene voglia di esporsi al sole. La ricerca di una bella abbronzatura è il desiderio di molti, purtroppo in alcuni casi l'esposizione al sole si trasforma in un danno. Ricordo che negli Stati Uniti si registrano ogni anno un milione e trecentomila nuovi casi di tumore della pelle provocato dal sole. Il dato è allarmante e, con le debite proporzioni, è applicabile anche alla popolazione italiana.
Riconosciamo tre tipi di tumore della pelle.
Il melanoma è il più conosciuto. E' raro (circa 4% dei tumori cutanei) però ha un elevato tasso di mortalità.
Il carcinoma epidermoide ha una frequenza dell'11-12% dei tumori cutanei, è meno aggressivo del melanoma ma può dare metastasi e anche danni importanti. Nel 3-4% dei casi ha esito letale. 
Il carcinoma basocellulare (o basalioma) è di gran lunga il tumore cutaneo più frequente. Questo tumore da metastasi molto raramente e, se viene individuato tempestivamente, è facile da curare in modo radicale.

I carcinomi basocellulari si svilupano a partire da cellule dell'epidermide, è questa la parte più superficiale della pelle. Colpiscono nella quasi totalità dei casi zone esposte al sole. L'80% di questi carcinomi interessa il distretto testa e collo, cioè la parte del corpo umano di competenza dell'otorinolaringoiatra. Esistono diversi tipi di carcinoma basocellulare, molto frequente è il basalioma nodulare. Questo tumore si presenta come una neoformazione rilevata e facilmente sanguinante. Forma una piccola crosticina che dà l'impressione di stare per guarire. Quasi sempre continua a sanguinare e il paziente non guarisce.
Questo tipo di tumore è a lento accrescimento e colpisce soprattutto le persone con età superiore a 55 anni. Sono più a rischio coloro che hanno capelli rossi o biondi, occhi e carnagione chiara.

Il trattamento d'elezione del basalioma è l'exeresi chirurgica. Esistono altre possibilità di asportazione dei basaliomi come la criochirurgia (congelamento) o l'elettrochirurgia ma queste metodiche non consentono una perfetta asportazione della lesione. Con queste tecniche non c'è la possibilità di avere un esame istologico con perfetta lettura dei margini di resezione. Nelle due figure successive viene schematizzata l'asportazione chirurgica di un basalioma. Nella prima figura si vede il basalioma in sezione in modo da evidenziare la sua tendenza ad accrescersi verso il basso e verso l'esterno. Si tratta quindi di una lesione maligna che può essere più estesa di quanto possa apparire dalla visione esterna.

 basalioma cute testa collo orecchio milano otorino govoni

 

Nella seconda figura è indicata in tratteggio la linea d'incisione. Come si può vedere possono restare dei residui. In questi casi assume un ruolo fondamentale l'esame istologico.

basalioma cute lesione escissione miglior otorino govoni milano

L'anatomo-patologo ha il compito di sezionare il pezzo asportato ed esaminarlo al microscopio. Se vede che il margine profondo non è tutto in tessuto sano ha il dovere di riferirlo. In questo caso facilmente si procederà ad un secondo intervento che sarà risolutivo. 

Altro aspetto importante per la valutazione chirurgica dei basaliomi della testa e del collo è la sede. Ogni sede ha particolari difficoltà e le tecniche chirurgiche variano notevolmente. Una sede particolare è il dorso del naso. Un basalioma ampio può essere asportato in anestesia locale ed immediata ricostruzione con lembo miocutaneo.

E' importante saper osservare quelle che spesso vengono chiamate macchie della pelle. Tra i tumori cutanei il basalioma assume una notevole importanza. Nella sua trasformazione maligna il Sole è determinante. Sappiamo che sono le radiazioni solari a far invecchiare precocemente la pelle e provocano i tumori cutanei. E' importante utilizzare creme con filtro solare ad ampio spettro. Per protezione "ad ampio spettro" s'intende una protezione che agisce sui due principali tipi di raggi ultravioletti (UV). Questi sono i raggi UVA e UVB. Le radiazioni UVB sono la principale causa delle scottature. Il fattore di protezione solare (SPF - sun protection factor) è riportato sulla confezione delle creme solari ed indica la sua efficacia contro le scottature.
Proteggersi dalle scottature non è sinonimo di prevenzione dei tumori cutanei. I raggi UVB sono molto importanti nel determinismo di questi tumori, ma anche gli UVA svolgono un ruolo non secondario.

Carl Schanbacher, chirurgo del Dana-Farber Cancer Institute di Boston consiglia di usare i prodotti solari con un fattore di protezione di almeno 15 (l'ideale è un SPF di 30) a dosi elevate. Egli consiglia 1 cucchiaiono per il viso e il collo, 1 cucchiaino per ciascun braccio e per ogni gamba, da 1 a 3 cucchiaini per il tronco (Harvard Health Letter anno 14 - n.9 - sett. 2008). Altro suggerimento importante è evitare l'esposizione al sole tra le ore 10 e le ore 16; in questo periodo i raggi UV sono al massimo dell'intensità. Si consiglia inoltre cappello a tesa larga. Evitare i berretti in quanto non proteggono spalle e collo. Utili sono gli indumenti a trama fitta e gli occhiali da sole.

 milano columbus convenzioni govoni

milano columbus clinic center aree cliniche

Le 2 foto sono del Columbus Clinic Center di via Buonarroti, 48 - Milano.
Un centro altamente attrezzato per eseguire asportazioni
di basaliomi della testa e del collo

 

Vedi anche:
- Lesioni sospette della faccia: carcinomi e melanomi

 

 

San Biagio

è il Santo protettore degli otorinolaringoiatri.
Il suo anniversario è il
3 febbraio

rubiera reggio emilia modena san biagio donnino concordia altare maggiore chiesa parrochiale geminiano vincenzi carlo govoni

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

diagnosi e terapia rivista


nel numero di giugno 2019
c'è stato un articolo di rinologia

scritto da Carlo Govoni 

Lo potete trovare anche al sito
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 2987 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 26519 visitatori
esame-impedenzometricoLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 55981 visitatori
valutazione-vestibolareValutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare, è un insieme di manovre semeiologiche rivolte a valutare il senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di recettori e di vie nervose proprie,...
Letto da 69041 visitatori
olfattometria-govoniL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 32847 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 54008 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 13698 visitatori
fibrorinoscopia-laringofibroscopiaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia descritte nella visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il paziente. In questi soggetti e nei pazienti in cui si vuole...
Letto da 99177 visitatori
libera-professione-otorinoL’attività libero professionale dei medici è una parte fondamentale e insostituibile nell’assistenza sanitaria di tutti gli italiani. L’assistenza, come è noto, è fornita dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che risponde al dettato dell’articolo 32 della Costituzione “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce...
Letto da 2278 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com