NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Il recupero della voce dopo la chirurgia della laringe è un problema importante per molte persone. In questa parte si farà riferimento solo agli interventi in microlaringoscopia, cioè agli interventi sulle corde vocali.

laringe corde vocali in abduzione

La laringe vista dall'alto. Così appare nel corso di una visita.

 

Le corde vocali servono per la produzione di alcuni suoni fondamentali denominati fonemi vocalici. Questi sono i suoni prodotti direttamente dalla laringe. Gli altri suoni che utilizziamo nel linguaggio (fonemi consonantici) sono determinati dal movimento di altri organi: epiglottide, faringe, palato molle, lingua, articolato dentario, cavità orale e nasale nel loro insieme.  Il suono si genera durante l'espirazione, l'aria contenuta nei polmoni passa attraverso bronchi e trachea fino a raggiungere le corde vocali che si chiudono. Qui c'è un evidente restringimento del flusso aereo e questo produce un suono. Si tratta di una gamma molto limitata di suoni, questi sono i fonemi vocalici.

Gli interventi chirurgici sulle corde vocali hanno esiti esclusivamente sulle corde, cioè su quella parte del nostro corpo deputata alla formazione dei fonemi vocalici.
Essendo numerose le malattie che colpiscono le corde vocali ne consegue che gli interventi sono altrettanto numerosi. Il risultato funzionale dipende dalla malattia. Se la malattia è lieve e benigna e la voce prima dell'intervento era buona con l'atto chirurgico si rimuove una piccola parte di corda vocale e si esegue una decorticazione. Sono interventi che lasciano integra la corda e il recupero avviene facilmente nei giorni successivi.
Se è presente una importante disfonia è facile che la malattia sia estesa e pertanto, anche se si opera in microchirugia, il lavoro dovrà essere più lungo ed interessare la corda vocale in tutta la sua estensione. In questi casi il processo di guarigione sarà lento come pure il recupero della voce. L'intervento è sempre un poco più esteso della malattia ed è facile che al risveglio la voce sia peggiore rispetto al momento in cui si è entrati in sala operatoria. Questo peggioramento non deve preoccupare.

fibrolaringoscopia larynx vocal cord

 

Cosa fare nell'immediato post-operatorio di un intervento in microchirurgia laringea?
Nelle 24 ore successive all'intervento si consiglia riposo vocale. Si dovrà parlare il meno possibile, solo se strettamente necessario.
Il recupero della voce avverrà lentamente e progressivamente. Non si dovrà forzare in alcun modo la fonazione.
Nella settimana successiva la voce tenderà a ritornare migliore di prima dell'intervento. In questa settimana sono indispensabili alcune precauzioni: non gridare, non fumare, non fare sforzi fisici, non mangiare e non bere cibi troppo caldi. Cercare di umidificare la laringe bevendo molta acqua (un litro e mezzo oltre a quella che si beve mangiando). Nutrirsi con dieta ricca di frutta e verdura. E' importante evitare di parlare negli ambienti rumorosi, come quando si è alla guida dell'auto o in un locale dove c'è musica ad elevata intensità. Evitare di parlare con telefoni cellulari all'aperto o in luoghi dove la comunicazione è difficile. Evitare gli ambienti troppo caldi e troppo freddi; in altri termini non usare i condizionatori d'aria e ridurre al minimo indispensabile il riscaldamento.
E' pure importante non dimenticare che le corde vocali sono mosse da muscoli e i muscoli necessitano di riposo. Se per qualsiasi motivo la voce nel post-operatorio non ritorna è facile che si sia parlato troppo. E' tipico di alcuni pazienti riferire che al mattino la loro voce è perfetta e poi si lamentano perché peggiora nel pomeriggio o verso sera. Queste persone hanno semplicemente ancora bisogno di riposo vocale. 

Tutte le precauzioni che ho elencato dovranno durare almeno per due settimane. Però non tutti gli interventi sono uguali e nemmeno le persone, pertanto le precauzioni, soprattutto se la voce sembra non ritornare, vanno prolungate per diversi giorni. Consiglio di mantenerle per una decina di giorni dopo che la voce è ritornata perfettamente. 

 

Inerente a questo argomento è presente in questo sito un articolo sulla fonochirurgia.

 E' pure possibile parlare senza laringe, cioè dopo una laringectomia totale.

San Biagio

è il Santo protettore degli otorinolaringoiatri.
Il suo anniversario è il
3 febbraio

rubiera reggio emilia modena san biagio donnino concordia altare maggiore chiesa parrochiale geminiano vincenzi carlo govoni

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 2748 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 26294 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 25699 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 53540 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 13538 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 12105 visitatori
esame-impedenzometricoLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 55356 visitatori
chirurgia-videoendoscopicaLa chirurgia videoendscopica è una branca della chirurgia che si realizza per mezzo di strumenti a fibre ottiche che permettono di vedere il campo operatorio su un video. Questa chirurgia trova la sua massima applicazione negli interventi sul naso e sui seni paranasali. Questi interventi si fanno esclusivamente col paziente addormentato: "in narcosi". Per poter operare è necessaria l'immobilizzazione e l'assenza di riflessi. Si...
Letto da 12906 visitatori
visita-specialistica-domicilio-paziente-govoniQuando una persona per motivi di salute è impossibilitata a venire in studio sono disponibile per eseguire visite otorinolaringoiatriche a domicilio del paziente. Le visite a domicilio sono particolarmente indicate per bambini molto piccoli e persone anziane. A domicilio posso eseguire anche esami audiometrici, impedenzometria, esami vestibolari ed indagini fibroendoscopiche. Per prenotare una visita domiciliare telefonate al ...
Letto da 18901 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com