NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale 

Tel. 3358040811

Riceve per visite ORL ed opera in poliambulatori e cliniche private a Milano e in Emilia.

Il cerume è il prodotto di secrezione di specifiche ghiandole presenti nella pelle che riveste il condotto uditivo esterno. Viene prodotto molto lentamente ed ha la funzione di proteggere l’orecchio, perchè possiede un debole potere battericida.
Spesso accade che il cerume si accumula in eccesso nel condotto e forma  il tappo.  Quando il materiale ceruminoso arriva a chiudere il condotto uditivo c’è riduzione dell’udito, rimbombo della propria voce e notevole fastidio. In alcuni casi il paziente lamenta acufeni , vertiginidolore alle tempie, pensa di avere una malattia importante, e invece ha semplicemente un accumulo di cerume nell'orecchio. Il cerume facilmente si espande dopo un bagno o una doccia.
Se si cerca questo argomento in Internet si trovano parecchie persone che si prodigano in consigli per togliere il cerume. Vi suggerisco di lasciar perdere tutti questi consigli e vi spiego i motivi.
Occorre subito precisare che la rimozione del tappo di cerume è una manovra che, se si vuole farla bene, una persona non può fare su sé stessa.
Il primo passo da compiere è guardare se il cerume è presente nell'orecchio. La manovra per vedere dentro al condotto uditivo si chiama otoscopia e deve essere fatta da un medico abituato a guardare in un orecchio. Non è fondamentale che sia uno specialista; l’importante è che sia un medico e che utilizzi un buon otoscopio.
Un luogo comune da sfatare è la percezione uditiva. Per molti il sentire poco è sinonimo di presenza di cerume nell'orecchio. Non è affatto vero. E' possibile che ci sia del cerume ma è anche possibile una iniziale ipoacusia. Le cause di diminuzione dell'udito sono moltissime. Una perdita uditiva in un solo orecchio non deve essere trascurata pensando che sia il solito tappo. Se si avverte di non sentire bene da un orecchio per prima cosa dovete farvi vedere da un medico. Spesso è il medico di famiglia a dirvi che avete un tappo di cerume. Se il tappo non fosse presente e sentite poco è utile rivolgersi ad un otorinolaringoiatria per una visita con esame audiometrico.

 

Se il medico ha accertato la presenza del tappo di cerume, occorre toglierlo. Per l'estrazione è preferibile affidarsi ad uno specialista. Le tecniche di rimozione sono più di una. E' compito dello specialista cercare la tecnica più idonea per quel tipo di cerume.
Per esempio il cerume molto cremoso può essere rimosso con l’aspiratore o col lavaggio con acqua tiepida.
Un tappo di cerume secco e duro è bene che venga ammorbidito con apposite gocce che si acquistano in farmacia (di solito contengono olio di mandorle, glicerina, dimetilbenzene). Se si riesce ad ammorbidire bene il cerume si può procedere col lavaggio oppure si può cercare di mobilizzarlo con uncini o strumenti ad ansa. Un tappo formato da squame cornee può essere indicativo di una dermatite o di una malattia generale. In altri casi al tappo si uniscono dei miceti e si ha il quadro dell'otomicosi.

Si ribadisce l'importanza del medico nell'osservare il caso e procedere alla rimozione. In rarissimi casi è consigliato procedere con una biopsia. Sono molto rari ma esistono anche i tumori benigni e maligni del condotto uditivo. Il cerume può mascherare malattie gravi come il colesteatoma del condotto o tumori. Anche questo è un ulteriore motivo per sconsigliare il fai da te con bastoncini o perette di gomma.

La pulizia di un orecchio è un atto alla portata di molti medici, non necessariamente specialisti in otorinolaringoiatria. Quando ci sono anomalie nel tipo di cerume (per esempio c'è secrezione purulenta), o si osserva un condotto uditivo molto stretto, oppure il paziente è un bambino o un anziano che può fare movimenti imprevedibili è bene che la pulizia sia eseguita da uno specialista. Colgo l'occasione per sottolineare l'importanza dell'otorinolaringoiatra nel verificare se c'è un tappo di cerume ed eventualmente rimuoverlo nel bambino. I bambini, in particolare quelli fino a sei anni, hanno il condotto uditivo piccolo e pertanto il cerume occlude facilmente il condotto, dando l'impressione di non sentire. Proprio per la naturale irrequietezza e per le dimensioni limitate del condotto l'otorinolaringoiatra è il medico più idoneo a svolgere questa attività. Le procedure che si usano per la rimozione del cerume nei bambini sono le stesse che si utilizzano per gli adulti, semplicemente si dovrà agire con più calma e spiegare al piccolo paziente cosa si farà. Ulteriori informazioni le troverete nella visita otorinolaringoiatrica pediatrica.
C'è anche un'altra ragione per rivolgersi ad uno specialista otorino. L'adulto che ha un tappo di cerume avverte un calo dell'udito, ed è possibile che dopo la rimozione del tappo fatta dal medico di base, ottenga un miglioramento dell'udito. Il problema è risolto solo in apparenza. Esistono casi dove la perdita uditiva è espressione di una malattia dell'orecchio e se non si eseguono prove audiologiche la malattia non può essere diagnosticata. Il paziente ha avvertito solo un miglioramento. Ecco perchè una visita specialistica anche per la semplice rimozione del cerume può rivelarsi molto utile. 

Che cosa NON fare per pulirsi le orecchie?
E’ importante evitare l’uso di bastoncini auricolari, soprattutto se usati in direzione orizzontale, dall’esterno verso l’interno. Così facendo si spinge il cerume all’interno, lo si comprime bene e, anziché una buona pulizia, si ottiene l’effetto opposto, si facilita la formazione del tappo. Un altro pericolo è la perforazione della membrana timpanica. In questi casi il cotone si ferma contro un rilievo del condotto e il solo bastoncino va avanti e provoca una ferita sulla membrana. E' un evento raro, ma credo che tutti gli otorinolaringoiatri abbiano visto lesioni di questo tipo.
Il concetto che il fai da te può essere dannoso è perfettamente applicabile alla rimozione del cerume.

Il mio consiglio è quello di rivolgersi al medico curante per una semplice otoscopia e poi, se vede del cerume o se ha sospetti per una malattia, diventa fondamentale farsi visitare da uno specialista. La presenza di cerume è un problema semplice che può essere risolto nel corso di una visita medica

Che cosa fare se si è costretti ad andare spesso dal medico per farsi rimuovere il cerume?
Ci sono persone che ogni 5-6 mesi si sentono le orecchie chiuse, vanno dal medico, e questo toglie loro degli abbondanti tappi di cerume. Molte di queste persone sono semplicemente dei forti produttori di cerume. Non è un problema grave, devono rivolgersi più speso degli altri ad uno specialista in otorinolaringoiatria per risolvere il problema. In questi casi non possiamo parlare di malattia; è semplicemente una iperproduzione ceruminosa senza che vi siano altri problemi. Ci sono però delle situazioni predisponenti alla formazione dei tappi e alla loro ritenuta all'interno dei condotti uditivi. Tra queste situazioni ricordo le anomalie del condotto uditivo come condotti molto stretti o particolarmente angolati. Un'altra anomalia abbastanza frequente che può essere sia congenita che acquisita sono le esostosi. Per esostosi o osteoma del condotto uditivo s'intende un anomalo restringimento del condotto e, se siete interessati all'argomento, rimando allo specifico articolo presente in questo sito.
Se siete persone che hanno la necessità di farsi togliere il cerume spesso è bene che vi sottoponiate ad una visita specialistica e verificate che non vi siano esostosi o anomali restringimenti. In questa ipotesi potreste beneficiare di un intervento, la canalplastica, che vi permetterebbe di stare meglio, ma soprattutto di evitare che frequenti tappi ceruminosi arrivino a determinare delle otiti esterne.

 

Ti potrebbe anche interessare: 

Che cos'è il cerume?

L'acqua ossigenata per la pulizia delle orecchie: una idea assurda presente in Internet.

 

La formazione del tappo di cerume è un problema che interessa quasi tutte le persone che portano apparecchi acustici, sulle precauzioni da adottare si rimanda ad apposito articolo.

otoneurolaringologia-govoni-carlo

L'orecchio è un organo importantissimo ed è fondamentale per la vita di relazione

 

studio-via-ruggeri-govoni

Lo studio di un otorinolaringoiatra è il posto più idoneo per la rimozione del cerume.
Questo è uno studio del dott. Carlo Govoni, reperibile al  (+39) 3358040811

 

 

Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

 

Top Salute Logo 

Su questa rivista potrete trovare interventi di Carlo Govoni

2017 top salute labirintite

VISITE
SPECIALISTICHE
OTORINOLARINGOIATRICHE

Via Cuboni, 1
VERBANIA
Lago Maggiore

Tel. 3358040811

verbania visita otorino lago maggiore

HESPERIA  HOSPITAL
via Arquà, 80 - MODENA 

Specialista in Otorinolaringoiatria:
Dott. Carlo Govoni

Chirurgia otorinolaringoiatrica

Esegue visite specialistiche
private solo per appuntamento

(+39) 059449111
(+39) 3358040811 

hesperia modena govoni

Attività chirurgica otorinolaringoiatrica
Dott. Carlo Govoni

Casa di Cura Columbus
via Buonarroti, 48 - MILANO

Hesperia Hospital
via Arquà, 80 - MODENA

hesperia modena govoni

info:  3358040811

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

DIAGNOSI E TERAPIA

è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

logoDiagnosiTerapiaP2

Nel numero di aprile 2017
c'è un articolo
di Carlo Govoni 
Perforazioni della
membrana timpanica.
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefono 
3358040811

To reserve an appointment
call  (+39) 3358040811 

Pour prendre un rendez-vous
(+39) 3358040811

Rinite cronica ostruttiva

Coloro che hanno difficoltà
a respirare dal naso
possono trovare beneficio
da interventi mini-invasivi
sui turbinati inferiori 

otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 18514 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa visita medica specialistica è utile per risolvere molti problemi clinici. La maggior parte dei bambini, intendo quelli da un giorno a dodici anni, possono soffrire di parecchie malattie, ma quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita otorinolaringoiatrica per un bambino è simile a quella dell'adulto, semplicemente più semplice. Dico più semplice perchè è importante ottenere il risultato diagnostico...
Letto da 7743 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche rivestono un ruolo ezzenziale nell'ambito della visita otorinolaringoiatrica per malattie otologiche. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la famosa frase di Helen...
Letto da 36013 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di calma e in assenza di perturbazioni...
Letto da 18402 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il paziente dovrà essere...
Letto da 13636 visitatori
crenoterapia-dolomia-govoniLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 6804 visitatori
fibrorinoscopia-laringofibroscopiaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia descritte nella visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il paziente. In questi soggetti e nei pazienti in cui si vuole...
Letto da 65266 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica permette di valutare pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario. Le manovre che lo specialista esegue non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la valutazione dei movimenti delle articolazioni...
Letto da 52561 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa e del collo, nella...
Letto da 22371 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com