NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale 
Otoneurologia  Vestibologia 

Tel. 3358040811

Carlo Govoni visita ed opera in poliambulatori e cliniche private a Milano e in Emilia.

Contattami

Il cerume è il prodotto di secrezione di specifiche ghiandole (ghiandole ceruminose) che si trovano nella pelle che riveste il condotto uditivo esterno. Si tratta di una secrezione di colore giallo-bruno, densa. Il cerume ha una funzione di difesa, è debolmente acido e pertanto costituisce un ambiente sfavorevole allo sviluppo di germi e funghi (miceti). Da queste considerazioni si capisce che piccole quantità di cerume nei condotti uditivi sono utili, perchè offrono una protezione naturale. I problemi sorgono quando la produzione di cerume è abbondante, oppure il condotto uditivo è stretto o presenta degli anomali restringimenti. Tra questi restringimenti abbiamo ricordato gli osteomi, le esostosi ed altre anomalie relativamente frequenti.

condotto uditivo con cerume
L'accumulo abnorme di cerume si chiama tappo di cerume (vedi figura) e provoca non pochi problemi. In primo luogo una spiacevole sensazione di ovattamento e di rimbombo della voce, a volte acufeni. In alcuni casi si possono sviluppare delle infezioni della pelle dei condotti uditivi. Sono queste delle otiti esterne estremamente fastidiose e a volte anche dolorose.

Il cerume presenta caratteristiche diverse da persona a persona. Nei bambini e nei giovani quasi sempre è morbido, mentre negli anziani tende ad essere secco e duro. Il cerume secco forma più facilmente tappi. Ecco perchè si consiglia di utilizzare gocce otologiche oleose allo scopo di ammorbidirlo. In questi casi il cerume resta molle e fluido ed è facile perderlo in piccole quantità quando si fa la doccia o quando ci si immerge in acqua.
Altra caratteristica del cerume è quella di essere igroscopico, cioè aumenta decisamente di volume quando si bagna. E' facile che una persona avverta di avere un orecchio chiuso dopo un bagno o dopo aver fatto una doccia. In questi casi è verosimile che abbia un tappo di cerume e questo si sia ingrossato per effetto dell'acqua.

Ci sono persone che per costituzione fisica producono molto cerume, ovviamente sono più soggette rispetto ad altre alla formazione di tappi. Sono anche facilmente esposti alla formazione di tappi di cerume coloro che lavorano in ambienti polverosi e coloro che utilizzano tappi otoprotettivi per difendersi dal rumore. In tutti questi casi è importante farsi vedere spesso le orecchie da un medico, non necessariamente uno specialista.

La diagnosi di tappo di cerume è facile, è sufficiente fare una otoscopia per chiarire il problema.

Che cosa fare per rimuovere il cerume?
Il fai da te non serve. Occorre che un medico guardi nelle orecchie, faccia le manovre adeguate per rimuovere il cerume, e poi verifichi di aver pulito correttamente l'orecchio.

Da evitare:
- Bastoncini auricolari. Spingono il cerume all'interno e non lo rimuovono.
- Perette per autolavaggi.
- Acqua ossigenata (perossido di idrogeno) da instillare nelle orecchie.
- Coni di cera.

Gli spray o le gocce auricolari che dovrebbero sciogliere il cerume hanno una loro funzione preventiva: ammorbidiscono il cerume. Se si è formato un tappo non hanno la forza di rimuoverlo. Il loro uso non è dannoso e aiuta il medico quando esegue le manovre di rimozione. 

Tutti questi provvedimenti hanno un importante limite: chi li usa può vedere il cerume che ha estratto, ma non riuscirà mai a vedere quanto cerume è rimasto nel condotto uditivo. E' questo il motivo principale per cui tutti è bene che si rivolgano ad un medico (non necessariamente uno specialista) che guardi le loro orecchie.
Ricordo che su alcuni foglietti illustrativi di preparati per la pulizia delle orecchie c'è scritto espressamente di fare degli autolavaggi con una peretta. Sconsiglio queste manovre perchè è importante la temperatura dell'acqua e la pressione che si esercita. Per chi non è medico è facile sbagliare la temperatura e se l'acqua è troppo calda o troppo fredda si provoca una vertigine. Anche la pressione è importante, se questa è eccessiva è facile che si provochi una sofferenza della membrana timpanica con conseguente aggravamento dell'ipoacusia. 
Il cerume è un problema sanitario relativo che si risolve semplicemente con una visita medica. La diagnosi di tappo di cerume è alla portata di ogni medico. L'estrazione del cerume è un problema più complesso. Se non ci sono complicanze (stenosi dei condotti, infezioni, osteomi, esostosi, ecc.)  e il medico si sente preparato a fare un lavaggio, potete affidarvi a lui. In caso diverso occorre una visita specialistica otorinolaringoiatrica.

 Se è presente del cerume nel condotto uditivo non ha senso eseguire un esame o bilancio audiometrico.

Andrea 2

Con un tappo di cerume nell'orecchio i suoni si percepiscono ovattati o distorti.
Per esempio non è possibile apprezzare la musica in tutte le sue sfumature. 

 

Ti potrebbe interessare anche:

Protesi acustica 
L'asportazione del cerume e il bilancio audiologico
Otoneurolaringologia - l'udito 
- Come pulire le orecchie

HESPERIA  HOSPITAL
via Arquà, 80 - MODENA 

Otorinolaringoiatra:
Dott. Carlo Govoni

chirurgia otorinolaringoiatrica
e visite specialistiche
per appuntamento
059449111
3358040811 

hesperia modena govoni

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

DIAGNOSI E TERAPIA

è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

logoDiagnosiTerapiaP2

Nel numero di aprile 2017
c'è un articolo
di Carlo Govoni 
Perforazioni della
membrana timpanica.
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefono 
3358040811

To reserve an appointment
call  (+39) 3358040811 

Pour prendre un rendez-vous
(+39) 3358040811

Rinite cronica ostruttiva

Coloro che hanno difficoltà
a respirare dal naso
possono trovare beneficio
da interventi mini-invasivi
sui turbinati inferiori 

otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 18139 visitatori
esame-impedenzometricoLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 30044 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica permette di valutare pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario. Le manovre che lo specialista esegue non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la valutazione dei movimenti delle articolazioni...
Letto da 51377 visitatori
valutazione-vestibolareL'equilibrio è un senso molto importante e viene studiato con le prove vestibolari. Valutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare sono tutte procedure molto simili. L’orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di...
Letto da 42647 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento chirurgico, ma...
Letto da 12847 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il paziente dovrà essere...
Letto da 13303 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa visita medica specialistica è utile per risolvere molti problemi clinici. La maggior parte dei bambini, intendo quelli da un giorno a dodici anni, possono soffrire di parecchie malattie, ma quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita otorinolaringoiatrica per un bambino è simile a quella dell'adulto, semplicemente più semplice. Dico più semplice perchè è importante ottenere il risultato diagnostico...
Letto da 7479 visitatori
olfattometria-govoniL’olfattometria è una metodica che consiste nell’impiego di sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte del paziente. Interessanti sono i test psicometrici che consentono...
Letto da 15215 visitatori
chirurgia-ambulatorialeInterventi chirurgici ambulatoriali sono quelli che si possono eseguire in meno di mezz'ora e in anestesia locale. Le malattie che si curano con questi trattamenti sono numerose. Non si deve pensare che gli interventi in anestesia locale siano meno importanti degli interventi che si eseguono col paziente completamente addormentato. Si ricorda che una semplice biopsia, cioè l’asportazione di un piccolo frammento...
Letto da 14461 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com