Poter guidare una automobile è fondamentale nella vita di tutti, sia per i lavori ma anche per coloro che sono in pensione o che svolgono attività domestiche. La patente automobilistica è il segno tangibile dell'autonomia di ogni persona. Per poter continuare a guidare è necessario sottoporsi a visite mediche periodiche di idoneità. E' prevista una visita medica ogni 10 anni fino a quando si ha un'età inferiore a 50 anni, ogni 5 anni se l'età è compresa tra 50 e 70 ed ogni tre anni se si sono superati i 70 anni.
La funzione del medico è stabilire se il soggetto ha i requisiti psico-fisici per poter guidare in sicurezza. La valutazione avviene soprattutto a carico dei due principali apparati sensoriali: la vista e l'udito.
La valutazione avviene in modo molto semplice. Il medico fa alcune domande a bassa voce, spesso a bocca schermata, e valuta le risposte del soggetto.
Se l'esaminando non risponde a tono e manifesta chiari segni di ipoacusia è molto facile che il medico chieda una visita otorinolaringoiatrica. Se il paziente è ipoacusico è possibile che possa ottenere egualmente la patente se utilizzando protesi acustiche il suo udito risulterà accettabile.

Al fine di evitare piccoli o grandi inconvenienti suggerisco a tutte le persone che sospettano di avere una diminuzione dell'udito una visita otorinolaringoiatrica con esame audiometrico prima di sottoporsi alla visita medica per l'idoneità alla guida.  La visita è importante ed ha lo scopo di rimuovere tutte quelle piccole cause che riducono la capacità uditiva. In particolare sono i tappi di cerume che dovranno essere rimossi. Poi è compito del medico valutare se c'è catarro tubarico, oppure infiammazioni (otiti esterne e medie) o altre malattie. In questi casi una terapia adeguata potrà condurre ad un miglioramento uditivo anche di 10 - 15 dB.
Il ricorso alle protesi acustiche va riservato a coloro che veramente hanno difficoltà ad udire. La protesi acustica, per coloro che sono affetti da importante ipoacusia, è un presidio simile agli occhiali. La commissione che stabilisce l'idoneità alla guida può prescriverla e inserirla come obbligo sulla patente.
Nel caso di una sordità monolaterale ritengo corretto rendere edotto il paziente del problema, ma sconsiglio l'uso di qualsiasi protesi. Il paziente riesce con un orecchio solo a percepire i suoni necessari. L'importante sarà sfruttare la vista sia nella visione diretta che in quella riflessa negli specchietti retrovisori per localizzare le sorgenti sonore come ambulanze o sirene della polizia.

 ambulanza pronto soccorso stradale intervento otorino ospedale govoni

 

Una visita otorinolaringoiatrica con esame audiometrico eseguita due o tre mesi prima della visita periodica per il mantenimento della patente di guida è un gesto semplice che può portare utili vantaggi.