In farmacia si trovano numerosi preparati in gocce per orecchio, servono come antidolorifici, o per curare le otiti esterne o per pulizia e per sciogliere il cerume. Molti di questi prodotti sono di libera vendita. Qui prendiamo in considerazione alcuni di questi composti cercando di fornire utili informazioni sul loro uso.

Cerumenolitici - gocce per sciogliere il cerume
Sono preparati utili, rendono il cerume più fluido. Sono preparati a base di olio di mandorle, dimetilbenzene e altre sostanze simili che effettivamente riducono la consistenza del cerume, soprattutto agiscono su quello secco e duro. Chi le produce nei foglietti illustrativi allegati invita i pazienti ad acquistare una peretta e farsi dei lavaggi auricolari con acqua tiepida dopo il loro uso. Questa proposta di autolavaggio funziona solo se il cerume è molto morbido. Il mio consiglio è di utilizzare solo le gocce e non fare autolavaggi. L'acqua entra facilmente nelle orecchie quando facciamo i bagni o ci laviamo sotto alla doccia. In questo modo, quasi quotidianamente, se il cerume è fluido, ne perdiamo piccole quantità.
Sconsiglio l'autolavaggio perchè se il cerume è duro è inutile. Si rischia che il paziente insista e spruzzi violentemente l'acqua nel suo orecchio, oppure penetri in profondità con l'estremità sottile della peretta. Il problema è sempre il medesimo: nessuno da solo è in grado di vedere dentro al proprio orecchio, pertanto non è in grado di capire qual'è il suo problema.
il mio consiglio è di utilizzare le gocce otologiche almeno una volta alla settimana, non fare autolavaggi e, saltuariamente, fatevi vedere le orecchie da un medico. Se il medico vede del cerume può fare un lavaggio. Se non si sente di provare ad estrarre la sostanza ceruminosa è bene chiedere una visita otorinolaringoiatrica. 

Gocce analgesiche - gocce create per ridurre il dolore
Queste goccie sono spesso di libera vendita e quindi è facile poterle avere dal farmacista. Contengono soprattutto anestetici locali come la procaina cloridrato, la lidocaina,

Gocce con antibiotici
Antibiotici molto usati sono la neomicina, la polimixina B, la tobramicina. Questi composti sono efficaci per le otiti esterne e possono, da soli, portare a guarigione dalla malattia. Per molti di questi prodotti è necessario presentare al farmacista la ricetta medica. A tale proposito ricordo che per ricetta medica s'intende un documento scritto su carta intestata del medico. E' ricetta medica il foglio scritto su apposito stampato (in rosso) del servizio sanitario nazionale, ma è anche ricetta medica qualsiasi foglio dove c'è l'intestazione del medico prescrittore.

Gocce composte da una associazione di principi attivi
Esistono anche altri preparati in gocce formati dall'associazione di più principi attivi. Le associazioni più diffuse in commercio sono quelle che contengono unitamente agli antibiotici e agli anestetici locali i cortisonici. Tra questi ultimi molti contengono idrocortisone. Le associazioni di principi attivi sono utili, però ritengo che sia sempre importante la visita otorinolaringoiatrica per capire se la membrana è integra e per scegliere il prodotto migliore.

dove si forma il cerume orecchio esterno

Nel disegno si vede dove si forma il cerume (earwax) nell'orecchio esterno.
Il cerume si forma circa nel mezzo del condotto uditivo esterno.

 

 

Altri argomenti che potrebbero interessarti
Otite media di tipo sieromucoso 
Dolore nell'orecchio 
Definizioni in otologia