NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia Testa e Collo
Master in vestibologia

Tel. 3358040811  preferibilmente dalle 10,30 alle 12,00   

NO SMS      NEL SITO NON C'E' PUBBLICITA'

Testi

Vertigoforum è giunto alla sesta edizione, è un corso teorico sulle conoscenze più recenti dell'otoneurologia e della vestibologia. Vi hanno partecipato numerosi specialisti del settore coordinati dal dott. Bavazzano.

Il teatro dell'incontro è lo splendido Teatro Auditorium di palazzo Rosso, mentre tutt'attorno c'è un teatro ancor più grande ed è la meravigliosa città della Lanterna.

genova palazzo rosso facciata via garibaldiGenova - Palazzo Rosso

 

Il corso di vestibologia - Vertigoforum - è stato molto intenso e i temi trattati sono stati numerosi. Si è dato spazio anche a molti aspetti di confine tra vestibologia, psichiatria e neurologia.

 


Il dott. Carlo Govoni, otorinolaringoiatra e otoneurologo, esegue visite ed esami specialistici presso polilab - poliambulatorio privato in Cadelbosco Sopra, piazza 25 aprile, 4/A. In questo centro di nuova costituzione si eseguono visite specialistiche otorinolaringoiatriche e vestibologiche, esami audiometrici tonali, esami vestibolari (cioè prove cliniche per studiare le vertigini periferiche), asportazioni di tappi di cerume, fibroscopie e olfattometrie. Per ulteriori informazioni ed eventuali prenotazioni telefonare allo 05221750297 oppure  ( 3358040811  preferibilemente dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 12,00  )  NO SMS -  Le visite specialistiche si eseguono solo per appuntamento. E' anche possibile effettuare visite in convenzione con assicurazioni private.

 

polilab logo cadelbosco sopra reggio emilia otorino

 

La diminuzione dell’udito è un fenomeno che colpisce tutte le persone col progredire dell’età, fenomeno che viene anche definito presbiacusia o sociopresbiacusia.

Le cause principali sono le manifestazioni tipiche dell’invecchiamento come i deficit circolatori e le debolezze uditive geneticamente determinate. Nella diminuzione dell’udito hanno un ruolo importante le patologie acquisite, tra queste il più importante è il rumore ambientale. Sempre tra gli effetti cumulativi dobbiamo ricordare le otiti e le eventuali perforazioni della membrana timpanica.

La diminuzione dell’udito è una delle più comuni malattie invalidanti dell’anziano.

La diminuzione della capacità uditiva, detta anche presbiacusia, è un fenomeno silente. Si tratta di un deficit talmente lento nel suo manifestarsi che il soggetto non riesce a percepirlo. Non è così per le persone che stanno attorno a lui. E’ importante l’esame audiometrico per misurare questo decadimento. Si consiglia, soprattutto dopo i 65 - 70 anni di fare un esame dell'udito ogni anno. Non è infrequente osservare che gli audiogrammi da un anno all’altro sono sovrapponibili. E’ importante che il paziente conservi questi esami perché spesso la perdita uditiva diventa dimostrabile con relativa certezza se si valutano periodi di tre o quattro anni. Nella maggioranza dei casi la perdita uditiva coinvolge inizialmente le alte frequenze (frequenze acute). Questo comporta difficoltà a percepire il parlato in ambienti rumorosi, mentre nel silenzio la voce di conversazione viene udita bene. Nella vita sociale spesso sono presenti rumori di sottofondo, in questi casi è facile sentire i pazienti che dicono: “sento ma non capisco le parole.”

Altra caratteristica della presbiacusia è l’intolleranza verso i rumori intensi. Questo fenomeno, denominato recruitment, è una delle caratteristiche della perdita uditiva cocleare. Il danno cocleare è da ritenersi una costante di tutte le perdite uditive delle persone anziane.

La diminuzione dell’udito porta l’anziano ad isolarsi; per lui le situazioni in cui si deve ascoltare e parlare diventano situazioni di imbarazzo, pertanto le evita. La presbiacusia molte volte è causa di depressione (1 – 2).

La diagnosi è semplice. Una visita otorinolaringoiatrica, una otoscopia e un esame audiometrico sono fondamentali per quantificare la diminuzione dell’udito. Ricordo che in alcune statistiche è riportato che il 30% della popolazione anziana presenta tappi di cerume (3). Togliere un tappo è una manovra che si esegue in ogni ambulatorio (e nei casi gravi anche al letto del paziente) e solo questo gesto può portare a migliorare l’udito di almeno 5-10 dB. D’altra parte il riscontro frequente di un tappo di cerume fa capire che i pazienti si sottopongono troppo poco a visite otorinolaringoiatriche.

La presbiacusia inizia con un innalzamento di soglia limitato alle frequenze acute. Abbiamo il quadro di una ipoacusia neurosensoriale o percettiva come nel grafico qui sotto riportato.

 audiogram sensorineural mild hearing loss

Esame audiometrico tonale: paziente con iniziale presbiacusia.
Si osserva una ipoacusia percettiva (o neurosensoriale)
limitata alle sole frequenze acute del campo tonale (4.000 Hz).

L’intervento chirurgico di asportazione esofacciale o asportazione parziale della parotide (parotidectomia) è uno degli interventi più interessanti che si eseguono in otorinolaringoiatria. Questi interventi sono complicati dal fatto che la ghiandola parotide è attraversata da un nervo, il nervo facciale (o settimo nervo cranico) e dai suoi numerosi rami. Questo nervo innerva la metà corrispondente del volto, pertanto se venisse lesionato sono possibili delle asimmetrie sul viso.

L’indicazione all’intervento è data dalle tumefazioni della ghiandola parotide. Prima di ricoverare il paziente la neoformazione da asportare va studiata con ecografia e con agoaspirato. Di fronte ad una diagnosi ecografica di cistoadenolinfoma c’è l’indicazione chirurgica. Nei molti casi, altri esami come la RMN sono utili per definire i limiti della lesione e i suoi rapporti con i muscoli profondi.

Le neoformazioni della parotide sono in prevalenza benigne (circa 80-85% dei casi). Tra tutti i tumori benigni della parotide il più frequente è l’adenoma pleomorfo, al secondo posto c’è il cistoadenoma o tumore di Warthin. La parotide è divisa in due parti, verticalmente, da un ideale piano sul quale si distribuiscono i rami del nervo facciale. Distinguiamo una parte laterale (o esterna) ed una parte mediale (cioè rivolta verso il centro della testa). Il volume maggiore è costituito dalla porzione laterale e quasi tutti i tumori parotidei sono in questa sede.

parotide sottomandibolare posizione govoni carlo otorinolaringoiatraNel disegno si vede la posizione delle due ghiandole salivari più importanti.
La parotide occupa tutta le regione pre-auricolare e retro-angolo-mandibolare.
La ghiandola sottomandibolare si trova sotto al corpo della mandibola.

 

Nei tumori della ghiandola parotide, se non esistono controindicazioni generali di salute, è indicata l’asportazione chirurgica.

Proprio a causa della presenza del nervo facciale la parotidectomia esofacciale ed anche la parotidectomia totale sono interventi che hanno difficoltà intrinseche importanti.

incisione cute intervento parotide

L’approccio avviene con una incisione che inizia davanti al padiglione e poi prosegue dietro all’angolo della mandibola. L'incisione così eseguita permette un buon mascheramento della cicatrice a distanza di tempo.

L’esame del sangue viene spesso richiesto in otorinolaringoiatria per definire una malattia o per controllare le condizioni di salute rispetto ad un ideale stato di normalità. Occorre tener presente il concetto di normalità: questo deve essere rapportato al sesso e all'età del soggetto.

Normalmente l'esame è chiesto da un medico, pertanto è bene parlare col medico, soprattutto se si tratta di uno specialista che non vi conosce. Dovete tenere presente che alcune medicine possono modificare i risultati di un esame ematico, quindi è bene che il medico conosca i farmaci che state assumendo. Un'analisi che spesso viene richiesta dagli otorinolaringoiatri è la ricerca delle IgE totali (PRIST) e delle IgE specifiche (RAST). Questi esami si prescrivono in soggetti dove si sopetta o è stata accertata una malattia allergica (es. riniti allergiche, riniti polipoidi, rininosinusite allergica ) e spesso queste persone assumono antistamici. Le informazioni sono che gli antistaminici non modificano la ricerca di questi parametri nel sangue. Consiglio comunque di riferire questo al medico prescrittore e, se l'antistaminico non è proprio necessario, preferisco che il paziente lo sospenda uno o due giorni prima del prelievo.

La condizione richiesta per il prelievo di sangue è il digiuno dalla mezzanotte. E' bene avere almeno 8 ore di digiuno. Durante questo periodo è consentita solo una minima ingestione di acqua. Solitamente il prelievo si esegue nella prima metà della mattina. L'acqua è solo apparentemente innocua, se si beve molto si avrebbero risposte errate, alcuni valori, per effetto della diluizione, non sarebbero corretti. Ovviamente durante il digiuno non si devono bere, nemmeno in piccole quantità, tè, caffè o alcoolici. Il fumo non è proprio vietato, ma è bene non fumare. Normalmente il digiuno si fa dalla mezzanotte alle otto del mattino, quindi astenersi dal fumo dovrebbe essere facile, anche per i fumatori più incalliti.

Nei giorni che precedono il prelievo (almeno nei tre giorni antecedenti) si dovrebbe limitare l'apporto di grassi perchè tendono ad aumentare il valore dei trigliceridi. Si dovrebbe non esagerare con la carne perchè ci potrebbe essere un rialzo dell'azotemia e della creatinina. Altra precauzione è evitare gli eccessi di sostanze dolci: questo potrebbe falsare il valore della glicemia.

E' anche vero che l'esame del sangue serve per svelare parametri che non vanno bene. Quindi è bene alimentarsi come si è soliti fare, senza eccessi e senza nemmeno particolari restrizioni.

 

Monitoraggio dei farmaci. E’ questa una analisi particolare. Il paziente si dovrà sottoporre a due prelievi, uno prima dell’assunzione del farmaco e un altro dopo 4 ore. Normalmente i laboratori chiedono la prenotazione per fare questo tipo di analisi.

Tampone oro-faringeo. Si consiglia di farlo a digiuno. Non si devono assumere antibiotici nei giorni precedenti. L’ideale è non aver assunto antibiotici da almeno sette giorni.

Tampone nasale. Stessi consigli del tampone oro-faringeo.

nevicata inverno rinosinusite cefalea freddo ruggeri govoni esperto otorino

La stagione fredda predispone alle infezioni batteriche 
 i tamponi nasali e orofaringei aiutano nelle diagnosi.

 

 

Se hai letto questo articolo ti potrebbe interessare:

- Mononucleosi

 

- Le influenze della dieta sulla perdita uditiva

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

carlo govoni camice bianco milano

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

COLUMBUS CLINIC CENTER è una prestigiosa casa di cura privata di Milano. Si trova in via Michelangelo Buonarroti, 48. Qui il dott. Carlo Govoni esegue visite specialistiche e interventi chirurgici. Il Centro è convenzionato con le più importanti assicurazioni private.

milano columbus clinic center aree cliniche

Nei giorni o negli orari in cui l'ufficio prenotazioni è chiuso potete chiamare 3358040811   NO SMS

 

 

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
Potete trovare articoli scritti da Carlo Govoni

diagnosi e terapia rivista

 

www det.it  category/articoli/otorinolaringoiatria/

 

INTERVISTA  al
dott. Carlo Govoni

tempo logo carpi modena govoni otorino

Sul settimanale on-line e su carta
c'è un articolo 
Orecchio, previeni 'tappi' e otiti

https://temponews.it/2024/02/07/orecchio-previeni-tappi-e-otiti/

Carlo Govoni viene intervistato da Sara Gelli.

Visite ORL a MILANO

Visite di otorinolaringoiatria
a Milano - dott. Carlo Govoni

milano corso magenta madonna grazie cdl otorino


CENTRO MEDICO COL DI LANA
MILANO  corso Magenta, 64

per un appuntamento
by appointment
tel. 3358040811

milano corso magenta centro medico ottimo otorino

 

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefonare dal lunedì al venerdì
preferibilmente dalle 10:00 alle 12:00
3358040811  NO SMS

centralinista ascolto voce cuffia musica lavoro esame audiologia govoni otoneurolaringologia

To reserve an appointment
call  (+39) 3358040811 
from Monday to Friday
from 10:00 to 12:00

call calling cell cellphone 41541 modi

Pour prendre un rendez-vous
avec Docteur Carlo Govoni

(+39) 3358040811
du lundi au vendredi
de 10:00 à 12:00

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro ad abbassamenti della voce e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 11435 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le malattie di cui si occupa un otorinolaringoiatra sono numerose. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare...
Letto da 33472 visitatori
chirurgia-ambulatorialeInterventi chirurgici ambulatoriali sono quelli che si eseguono in anestesia locale sulle persone collaboranti e in buone condizioni di salute. Le malattie che si possono curare con questi trattamenti sono numerose. Non si deve pensare che gli interventi in anestesia locale siano meno importanti degli interventi che si eseguono col paziente completamente addormentato. Si ricorda che una semplice biopsia, cioè...
Letto da 29565 visitatori
impedenzometriaL'impedenzometria o esame impedenzometrico serve per studiare la motilità della membrana timpanica e altre funzioni uditive in modo oggettivo. Per valutazione oggettiva si intende un esame eseguito completamente da una macchina, senza la necessità della collaborazione del paziente. L'esame impedenzometrico è una metodica strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Proprio perché...
Letto da 69515 visitatori
crenoterapiaLe cure inalatorie sono trattamenti benefici dove l'acqua termale per effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace medicamento naturale specifico per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e anche per alcune forme di otite.  Le più importanti terapie termali nel distretto orecchio naso e gola...
Letto da 17040 visitatori
chirurgia-videoendoscopicaLa chirurgia videoendscopica è una branca della chirurgia che si realizza per mezzo di strumenti a fibre ottiche che permettono di vedere il campo operatorio su un video. Questa chirurgia trova la sua massima applicazione negli interventi sul naso e sui seni paranasali. Questi interventi si fanno esclusivamente col paziente addormentato: "in narcosi". Per poter operare è necessaria l'immobilizzazione e l'assenza di riflessi. Si...
Letto da 14945 visitatori
libera-professione-otorinoL’attività libero professionale dei medici è una parte fondamentale e insostituibile nell’assistenza sanitaria di tutti gli italiani. L’assistenza, come è noto, è in gran parte erogata dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che risponde al dettato dell’articolo 32 della Costituzione “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività,...
Letto da 6348 visitatori
esame-olfattoL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Questo esame prevede una standardizzazione degli odori e la registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione realistica della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si...
Letto da 47403 visitatori
consulenze-tecnicheLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili, qui esporrò le mie idee in tema di Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' in questa che viene spesso interpellato l'otorinolaringoiatra. Le circostanze più frequenti sono gli incidenti stradali, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono problemi di carattere...
Letto da 25690 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com