NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Testi

Il telefono cellulare è il dispositivo tecnologico più utilizzato sul pianeta ed emette radiazioni elettromagnetiche i cui effetti non sono completamente conosciuti. Che cosa provochino esattamente i cellulari sul nostro organismo e in particolare sulla nostra testa non lo sappaiamo esattamente, però ci sono ricerche in corso e qualche Stato ha già stabilito delle limitazioni. Il Belgio ha vietato l'uso dei cellulari ai bambini. Ritengo che il punto fermo più importante sia proprio quello di non lasciarlo nelle mani dei bambini (vedi successivo punto 2).

Esistono anche danni in conseguenza dell'uso del cellulare dove questo utile dispositivo non ha alcuna colpa. Mi riferisco agli incidenti automobilistici. Scorrendo le statistiche dell'anno 2020 un terzo degli incidenti è dovuto all'uso del telefonino durante la guida. Qui è evidente che la responsabilità non è del cellulare, ma di chi lo usa in modo improprio. Ho visto utenti tenere il cellulare con le due mani e scrivere messaggi mentre avevano gli avambracci sul volante e sfrecciavano tranquillamente in una strada extraurbana a due corsie, una per ogni senso di marcia.  Ritengo che il vero pericolo non sia il cellulare, ma la persona che lo usa.

Veniamo ora a descrivere nel dettaglio quali sono i rischi dovuto all'uso di questi piccoli prodigi della tecnologia.

1 - Il cellulare dovrebbe servire per fare telefonate, pertanto le telefonate si devono fare quando c'è la necessità di farle. Si deve parlare al telefono solo quando c'è qualcosa che è necessario dire ad una persona che sta fisicamente lontana. Molti fanno preamboli inutili, raccontano particolari che non servono a nulla, fanno inutile domande sullo stato di salute [se la persona sta rispondendo prontamente con un ottimo tono di voce è ben difficile che stia male], raccontano i loro problemi o i loro malanni. Capita spesso di ricevere telefonate per fissare un appuntamento per una visita. Molte persone iniziano a descrivere i loro disturbi e non si comprende il motivo. Se il disturbo lo avete da un anno e l'appuntamento per la visita lo avete domani; domani spiegherete al medico quali sono i vostri problemi. Siate essenziali nelle telefonate. Purtroppo le persone non riescono ad usare il telefono per dire lo stretto necessario. Ci sono persone che per fare gli Auguri o per chiedere un numero di telefono stanno al cellulare anche più di trenta minuti. Se per fare conversazioni da un minuto impiegate mezz'ora il primo provvedimento da prendere con urgenza è cambiare radicalmente il vostro comportamento. Pensate prima di fare una telefonata. La telefonata va fatta solo se necessaria e si comunica quello che è importante comunicare. Se l'interlocutore ha voglia di chiacchierare e imposta un dialogo di scarso interesse si dovrà inventare una scusa per troncare la comunicazione. 

2 - Non fate mai usare i cellulari ai bambini. Non hanno nulla di importante da dire e i parenti non hanno la necessità di sentire la loro voce. Le ossa del cranio dei bambini sono più sottili e in molti punti (dipende dall'età del piccolo) l'ossificazione è incompleta, per questo motivo la protezione che il nostro scheletro fa alle radiazioni per i bimbi è sicuramente minore. Qui il vero problema sono i genitori che usano il cellulare per fagli vedere un film o per far salutare i parenti. I nonni, i cugini e gli zii non hanno la necessità di sentire la voce del piccolo, ma deve essere l'adulto a comunicare lo stato di salute del nipotino.  Il mio consiglio è che i bambini, almeno entro i 12 anni, non devono avere un cellulare personale. Non devono nemmeno fare telefonate se non c'è un reale motivo per farle. 
Dare un cellulare al bimbo perché tutti i suoi compagni c'è l'hanno non è una motivazione. Non pensiate che senza cellulare il bimbo si senta un retrogrado o un isolato e avrà in futuro turbe psicologiche. E' importante che i genitori sappiano imporre le loro regole ai figli.   

bambino pediatria otite sorriso otorinolaringologia pediatrica govoni

 

3 - Esistono delle raccomandazioni che considero di minore importanza. La prima è tenere il cellulare lontano dalla testa e dal corpo. Questa è una precauzione poco realizzabile e molto dipende dalla professione. Molti scrivono che bisogna spegnere il cellulare di notte, quando si è al cinema o al ristorante. Se fate il bibliotecario o vendete bigiotteria è ben difficile che siate chiamati per una urgenza, ma se avete la necessità di essere contattati in qualsiasi momento e se avete, per esempio, l'allarme dello studio o del negozio collegato al cellulare è da imbecilli spegnerlo. Non mi risulta che i ladri rispettino il vostro riposo notturno e non siano attivi durante le pause pranzo o quando siete al cinema o a teatro o in riunione. 

Esistono persone che vogliono emulare monsignor Giovanni Della Casa (1503-1556) e vogliono aggiornare il galateo dicendo che quando si è a tavola (soprattutto al ristorante e in pranzi ufficiali) non si deve appoggiare il telefonino sul tavolo e tanto meno tenerlo acceso. Questo è un consiglio demenziale, rispettandolo non riceverete le chiamate urgenti e nemmeno le comunicazioni degli impianti di allarme. 

Il cellulare, in particolare per i maschi che non hanno la borsetta, lo tengono in tasca. Se appena potete appoggiatelo sulla scrivania. Se per un qualsiasi motivo è bene che siate reperibile 24 ore su 24 il cellulare va tenuto sempre acceso e visibile. Quando si è in posti dove la suoneria potrebbe disturbare c'è la possibilità di mettere il vibratore. Durante la notte non vedo altra soluzione che tenerlo sul comodino, al massimo sul cassettone. Ovviamente il metterlo più o meno lontano dalla testata del letto nel quale dormite dipende dalla frequenza delle telefonate notturne. Se siete un medico o un infermiere in pronta disponibilità è chiaro che lo dovrete tenere sul comodino.
Alcuni scrivono che non bisogna utilizzare il cellulare come sveglia. E' vero che le persone che oggi hanno 50 o più anni si sono svegliati al mattino con una sveglia meccanica o a batteria e questa può essere utilizzata ancora oggi. Se per i motivi sopra esposti devo tenere il cellulare acceso anche di notte non cambia nulla se lo utilizzo anche per svegliarmi. La raccomandazione di tenere il cellulare lontano dalla testa e dal corpo la ritengo corretta come principio salutistico, ma poco realizzabile in pratica.

4 - Altra raccomandazione molto diffusa è usare gli auricolari o le cuffie.. Indubbiamente questo dispositivo permette di tenere il cellulare acceso lontano dalla testa quando si parla. L'uso degli auricolari indubbiamente aumenta la distanza dalla sosrgente di radiazioni elettromagnetiche (in cellulare in funzione) ma espone ad altri rischi. Gli auricolari possono trasmettere otiti e micosi, possono far diventare una di queste malattie da monolaterale a bilaterale e possono comprimere facilmente il cerume favorendo la formazione di tappi. Questi ultimi rischi sono evitabili con una buona manutenzione di questi dispositivi e sottoponendosi a visite di controllo per le orecchie. Normalmente le azioni preventive non le mette in atto nessuno e le persone vanno dall'otorinolaringoiatra quando hanno l'otite o il tappo di cerume. Sono favorevole all'uso degli auricolari per coloro che per motivi lavorativi devono stare al telefono parecchie ore, purchè le persone sappiano disinfettarli e si rechino dall'otorinolaringoiatra quando hanno le prime avvisaglie di un disturbo otologico.

cuffie ascolto cellulare musica rock classica udito percezione esperto otorino audiologia govoni

 

Però anche in questo caso ponetevi questa domanda: avete necessità di usare gli auricolari? Se il vostro lavoro è rispondere a numerose telefonate fatte col cellulare allora è bene che adottiate questi dispositivi, ma se il vostro utilizzo è simile a chi fa jogging e parla col fidanzato allora è bene non usare il cellulare e non usare auricolari. Se ricevete una telefonata fermatevi e rispondete in pochi secondi.
Con l'esclusione delle persone che utilizzano il cellulare come strumento di lavoro gli auricolari li ritengo dannosi. Avere gli auricolari illude gli utilizzatori del telefono che non si assorbono radiazioni. Quindi chi ha questi dispositivi passa ore e ore a chiacchierare. E' vero che la sorgente di emissioni elettromagnetiche non è a contatto del padiglione auricolare, ma è sempre a contatto col vostro corpo o molto vicino a voi. Il dispositivo è in fase di ricezione e pertanto la quantità di onde che ricevete è notevole. Non vedo una grande differenza tra il tenere il cellulare contro l'orecchio e averlo a 50 centimetri. La vera soluzione del problema è fare telefonate brevi. La media delle telefonate non dovrebbe mai superare il minuto. Non ho mai fatto studi statistici in tal senso ma chi telefona con le cuffiette è facile che faccia telefonate lunghe e spesso superiori alla mezz'ora.

Un altro pericolo dovuto all'uso degli auricolari, qui mi riferisco a quelli che sono uguali tra orecchio destro e sinistro, c'è il rischio di contrarre una otite esterna e poi trasmettere l'otite da un orecchio all'altro. E' una utile precauzione distinguere l'auricolare di destra da quello di sinistra e quando si tolgono tenerli separati. 

Come dovrebbe avvenire per qualsiasi cosa: gli auricolari non sono scevri di rischi e si dovrebbero usare solo se sono necessari. 

 

5 - Quando la telefonata è lunga il telefonino tende a scaldarsi. Questo lo vedo come un reale segno di pericolo. I motivi possono essere un malfunzionamento, una ricarica fatta con caricabatterie inadatto o più spesso un uso eccessivo con lo schermo acceso. Durante le telefonate lunghe può scaldarsi l'altoparlante. Consideratelo un segno di allarme e terminate presto la telefonata.

 

6 - Se è possibile una alternativa date la preverenza al telefono fisso, sia per voi che per chi riceverà la telefonata.

 

7 - I centralini automatici (IVR) ovvero Interactive Voice Response (Risponditore Vocale Interattivo). Sono questi dei sistemi proposti e anche diffusi a prezzi molto accessibili dalle compagnie telefoniche. Sembrano utili, ma in realtà tengono le persone attaccate al cellulare molto più del necessario. Inoltre nessuno difende gli utenti dai minuti di attesa per poter raggiungere l'impiegato desiderato. E' chiaro che c'è da un lato le compagnie che gestiscono i telefoni hanno tutto interesse che le telefonate durino a lungo, così passano i minuti e le compagnie guadagnano. I sistemi automatici sono molto diversi tra loro. Un tipo molto diffuso è un messaggio registrato che fa l'elenco dei numeri e a ciascuno corrisponde un settore dell'ufficio o della ditta. Molti di questi centralini sono diabolici, voi individuate l'ufficio, schiacciate il numero corrispondente e riparte un messaggio che fa ancora l'elenco di numeri per indicare un sottosettore del medesimo ufficio. Se siete abituati a telefonare vi arrabiate e basta. Non tutti hanno dimestichezza con questi oggetti: immaginate un anziano che ascolta un messaggio registrato, capisce che per parlare con l'operatore deve schiacciare il numero nove, ma come farà visto che ha in mano un cellulare dove non c'è la tastiera?

Ci sono anche centralini automatici più diabolici. Uno di questi è la voce registrata che vi dice: «state in linea per non perdere la priorità acquisita» e poi aggiunge «siete in attesa alla posizione 15». A questo punto penserete che c'è molta gente che chiama e deciderete se aspettare o rinunciare. Il problema è che questi risponditori sono macchine e ovviamente non sanno nulla di ciò che avviene nell'ufficio. Immaginate di ascoltare un messaggio più rincuorante: «siete in attesa alla posizione uno.» Mi sembra di vedere la faccia della persona che riceve questo messaggio, un sorriso sottile e un pensiero preciso: tra poco riuscirò a parlare. A volte succede che dopo un tempo più o meno lungo un impiegato risponde. Ma a volte succede il contrario, immaginate di essere al telefono e la stessa voce da mezz'ora continua a ripetere: «siete in attesa alla posizione uno. ... state in linea per non perdere la priorità acquisita.» Il problema è che questi centralini sono delle macchine, eseguono ordini, non hanno intelligenza creativa. Immaginate che nel posto dove state chiamando c'è sciopero, oppure c'è l'assemblea sindacale, o è la festività del Santo Patrono, oppure l'ufficio è chiuso e riaprirà tra tre giorni. Dopo mezz'ora cosa fate? Volete perdere la vostra posizione uno? Può essere che per voi quella telefonata sia molto importante e resistete ancora per un'ora. Cosa succederà? Forse l'unico risultato sarà che si scalda l'altoparlante (vedi punto 5). 
Il vero problema è che con le macchine non c'è dialogo, non sappiamo nulla, sappiamo solo che il più delle volte stiamo al telefono, ascoltiamo voci registrate e perdiamo tempo. Il singolo non può difendersi dai centralini automatici (IVR). Occorrerebbero dei provvedimenti, anche semplicemente assumere una persona che risponda al telefono, ma questi provvedimenti contrasterebbero con gli interessi di qualcuno e pertanto non verranno mai attuati.   

 

 

   

 

Se ti ha interessato questo articolo ti potrebbero anche interessare:

Risonanza Magnetica Nucleare a Collecchio (Parma)

 

Columbus Clinic Center Milano

 

Covid-19 e perdita del gusto e dell'olfatto

 

 

carlo govoni the best otorhinolaryngologist tinnitus silence

 

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 

Riporto una serie di consigli pratici per parlare ad un bambino che ha capacità uditive inferiori alla media.

Innanzitutto tenete sempre presente queste cinque considerazioni.
1 - La lettura labiale è essenziale nel dialogo col bambino ipoacusico.
2 - Il piccolo ipoacusico fa fatica a seguire una conversazione. Per questo dovrete fare dialoghi brevi e cercare di concluderli prima che diventi insofferente.
3 - Il suo vocabolario è limitato. Quindi usate solo parole che lui certamente comprenderà.
4 - Il fatto che porti una protesi acusitica non significa che percepisca suoni e parole come un udente.
5 - Evitare l'isolamento. Il bimbo con minorazione uditiva tende a isolarsi, è bene stimolarlo a partecipare alla conversazione. 

Ecco ora una serie di accorgimenti pratici per migliorare la conversazione.
a - Protesi acustica. Verificate che la protesi sia funzionante e che la chiocciola sia ben inserita nel condotto uditivo esterno. Si ricorda che una protesi che funziona male, per esempio con batteria scarica, peggiora l'udito. Se non riuscite a rimediare, es. non avete una batteria di scorta, è meglio che il piccolo stia senza protesi.
b - Ambiente. L'ambiente dovrà essere silenzioso e ben illuminato. Se ci sono più persone o altri bambini dovrete fare in modo che stiano in silenzio quando voi parlate al piccolo audioleso.
c - Posizione di chi parla. Vi dovrete mettere di fronte al bambino, ad una distanza ragionevole. Meglio se vi mettete alla sua altezza, in modo che lui possa agevolmente vedere i movimenti delle labbra. Il vostro viso dovrà essere ben illuminato.
d - Quando e come parlare. Parlate quando il bimbo vi guarda in viso. Se è distratto richiamate la sua attenzione con un gesto. Parlate lentamente, a voce alta, senza però urlare e articolate bene la pronuncia dei vari fonemi. Cercate sempre di esprimervi con frasi brevi.
e - Verificare la comprensione. Accertatevi, per esempio con qualche domanda, se ha compreso il discorso che gli state facendo.
f - Se non capisce. Se il piccolo non capisce provate a ripetere la frase. Se ancora non vi comprende provate a cambiare qualche vocabolo. Se ancora non vi comprende aiutatevi con i gesti, o con immagini o scrivendo le parole più importanti. 
g - Come aiutare il bimbo audioleso nelle conversazioni di gruppo, per esempio in classe. Il piccolo dovrà essere messo nelle posizioni più favorevoli come il primo banco.
h - Se si deve voltare le spalle al bambino, per esempio se si deve scrivere alla lavagna. Si dovrà parlare stando di fronte al piccolo e girarsi solo quando si è finito di parlare. 

bambino pediatria otite sorriso otorinolaringologia pediatrica govoni

 

Cose da NON fare quando si parla con un bambino audioleso.
NON fumare
NON coprire la bocca con le mani o con il microfono o con altri oggetti. 
NON usare parole in dialetto.
NON usare parole troppo ricercate e insolite. 

Carlo Govoni, specialista ORL,  ha scritto un libro sui problemi dei bambini ipoacusici e in questo sito ci sono un articoli sulla sordità infantile, sull'educazione dei bambini sordi, sulla diagnosi audiologica precoce.

 

 

educazione linguaggio bambino sordo strategie audiologiche govoni

 

 

 

Il telefono cellulare è uno strumento tecnologico che miliardi di persone utilizzano quotidianamente ed espone le persone a campi elettromagnetici con possibili effetti negativi sulla salute.

Trattandosi di uno strumento irrinunciabile ed estremamente diffuso l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) da tempo ha monitorato il fenomeno ed ha cercato di fornire consigli in materia. Il Progetto Internazionale Campi Elettromagnetici è sorto nel 1996. Al 2021 le evidenze scientifiche valutate nel loro insieme tendono a sostenere che l'uso dei cellulari che emettono radiazioni non ionizzanti (NIR) non provochi l'insorgenza di tumori endocranici. E' comunque in corso da anni una sorveglianza epidemiologica sull'andamento dei tumori cerebrali. Nel 2011 la IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) ha classificato le sostanze in quattro gruppi: ci sono sostanze certamente cancerogene (gruppo 1) e probabilmente cancerogene (gruppo 2A). Per quanto attiene i campi elettromagnetici questi sono inseriti tra gli agenti potenzialmente cancerogeni (gruppo 2B). Si tratta di una lista notevolmente lunga di sostanze e di agenti che sono attualmente monitorate. Qui sono comprese le radiazioni elettromagnetiche emesse dai cellulari, nei confronti delle quali viene riconosciuto solo un potenziale rischio. Non c'è una chiara evidenza scientifica tale da far ritenere questi apparrecchi cancerogeni.

Sull'uso dei telefoni cellulari la Terza Sezione del Consiglio Superiore di Sanità ha espresso un suo parere in data 19 marzo 2013 fornendo consigli e confermando una non evidenza scientifica nel rapporto tra tumori endocranici ed uso del telefonino.

 call calling cell cellphone 41541 modi

Spesso capita ai medici, e ancor di più ai pazienti, di avere tra le mani un referto incomprensibile perché stracolmo di sigle. Poi, per complicare il quadro, ci sono medici che utilizzano sigle in italiano ed altre in inglese. A volte questi referti sono indecifrabili. Così ho pensato di scrivere questa pagina per ricordare le sigle mediche di maggiore interesse otorinolaringoiatrico. Ho scritto anche una analoga pagina in lingua inglese.

 

5FU - 5 FluoroUracile

A

A - gruppo sanguigno A nel sistema AB0

AA - Acido Arachidonico

a.a. - ana partes aequales. Abbreviazione latina per indicare nelle ricette in parti uguali.

AAA - Acute Attack of Anxiety

AAC - Antigen Antibody Complex

Ab - (dall'inglese) Antibody = anticorpo

AB - gruppo sanguingo AB nel sistema AB0

ABD MN - Motoneuroni del nucleo dell'abducente. Il nervo abducente è il sesto nervo cranico, è un nervo motore ed ha la funzione di ruotare l'occhio lateralmente (verso l'esterno).

ABG - (dall'inglese) Air-Bone Gap. Differenza tra soglia uditiva per via aerea e via ossea.
ABG - (dall'inglese) Arterial Blood Gases [anche Arterial Blood Gas] E' l'esame che valuta i gas del sangue, detto anche emogasanalisi. Si tratta di un test eseguito su prelievo di sangue arterioso che permette di valutare i principali gas presenti nel sangue [ossigeno e anidride carbonica] e il pH.

ABGPTA - (dall'inglese) Air-Bone Gaps Pure Tone Average. Media delle differenze tra soglia uditiva per la via aerea e per la via ossea alle frequenze di 0,5 - 1,0 - 2,0 - 4,0 KHz determinate con l'utilizzo di suoni puri.

ABS - Apparente Buona Salute - E' un acronimo utilizzato molto nelle anamnesi, per esempio: "genitori in ABS"

ABZ - Ambulanza

a.c. - alternate current. Corrente alternata.

AC - (acronimo inglese) Air Conduction. Conduzione aerea. Sigla utilizzata in audiologia per indicare la via aerea. In italiano: CA.

ACPTA - (dall'inglese) Air Conduction Pure Tone Average. Media delle soglie uditive di 0,5 - 1,0 - 2,0 - 4,0 KHz determinata con l'utilizzo di suoni puri per via aerea.

ADCA - Atassie Cerebellari Autosomiche Dominanti.

ADR - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi surrenali (dall'inglese adrenals).

AFP - alfa feto proteina - E' un markers tumorale

AFPH - Associazione Francese di Posturologia

AG - Anestesia Generale

Ag - (dall'inglese) antigen = antigene

AGE - Acidi Grassi Essenziali

AGN - Acute Glomerulo-Nephritis. Glomerulonefrite acuta.

AHA - American Heart Association. Associazione no-profit americana per malattie cardiache.

AHI - Apnea Hypopnea Index.

AI - Apnea Index

AICA - Arteria Cerebellare Anteriore Inferiore. E' l'arteria da cui spesso si stacca l'arteria uditiva interna (o labirintica - aui). Vedi chirurgia della vertigine

AICEFF - Associazione Italiana di Chirurgia Estetica e funzionale della Faccia. In passato era l'AICEFrcf.  web site: aicef-chirurgiaplasticafacciale.it 

AICEFrcf - Associazione Italiana ORL di Chirurgia Estetica Funzionale Rino-Cervico-Facciale. Questa associazione è stata trasformata nell'AICEFF. webiste: www.aicef-chirurgiaplasticafacciale.it 

AICPE - Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica

AIDM - Associazione Italiana Donne Medico

AIDS - (acronimo inglese) Acquired Immuno Deficiency Syndrome = sindrome da immunodeficienza acquisita

AIED - (acronimo inglese) Autoimmune Inner Ear Disease = Malattia autoimmune dell'orecchio interno. Sono le sindromi che provocano ipoacusie neurosensoriali autoimmuni.

AIMS - Associazione Italiana Medicina del Sonno

AIOLP - Associazione Italiana Otorinolaringoiatri Libero Professionisti

AIRS - Associazione Italiana per la Ricerca sulla Sordità. Il danno funzionale della sordità è affrontato in uno specifico articolo di questo sito.

AL - Anestesia Locale

ALT - Alanine Aminotransferase – alanina aminotransferasi GPT

a.m. - ante meridiem (prima di mezzogiorno)

AMA - American Medical Association

AMI - (dall'inglese) Acute Myocardial Infarction = Infarto Acuto del Miocardio

ANA - (dall'inglese) Anti-Nuclear Antibody = anticorpi anti nucleo

ANCA - (dall'inglese) anti-neutrophil cytoplasmic antibodies

AngioX - angiografia

AOOI - Associazione Otorinolaringologi Ospedalieri Italiani. Prossimo convegno a Genova.

App - plurale Apps - Applicazione / Applicazioni. Si intende un applicazione informatica ai dispositivi di tipo mobile: tablets e smartphone. Il termine viene ad avere interesse in medicina perchè alcune Apps sono di carattere sanitario. 

AP - (dall'inglese) Action Potential = Potenziale d'Azione
AP - Antero Posteriore

aPTT- (dall'inglese: Activated Partial Thromboplastin Time) - Tempo Parziale di Tromboblastina Attivata. Valori normali 28 - 40 secondi.

AR - Artrite Reumatoide

ARCA - Atassia Cerebellare Autosomica Recessiva

ARDS - (dall'inglese) Adult Respiratoy Distress Syndrome. Sindrome da insufficienza respiratoria dell’adulto

ASA - Sigla quasi sempre presente nei documenti anetesiologici. Si utilizza la classificazione ASA per indicare in quattro gradi il rischio anestesiologico (ASA I - ASA II - ASA III e ASA IV). La classificazione è stata proposta da American Society of Anesthesiologists. Alla classificazione si aggiunge la lettera E quando l'intervento non è dilazionabile.

ASLO - Anti-Streptolysin O = Anti Streptolisina O

ASNHL - (dall'inglese) Asymmetrical sensorineural Hearing Loss. Ipoacusia neurosensoriale asimmetrica.

ASO - Anti-Streptolysin O = Anti Streptolisina O

ASSR - (dall'inglese) Auditory Steady-State Response. Potenziali uditivi di stato stazionario.

ATH - (dall'inglese) Absolute Thresold of Hearing. Soglia assoluta della percezione sonora. Normalmente la massima sensibilità uditiva in un giovane è compresa tra i 1000 Hz e i 5000 Hz. Con l'avanzare dell'età la massima sensibilità si riduce per le frequenze acute e un uomo in età avanzata può averla tra 1000 e 2000 Hz.

ATF - Anastomosi Tracheo-Faringea. E' una tecnica chirurgica inserita tra le laringectomie.

ATM - Articolazione Temporo-Mandibolare. E' l'articolazione tra mandibola e osso temporale; più precisamente tra processo condiloideo della mandibola e fossetta glenoidea dell'osso temporale.

ATP - AdenosinaTrifosfato
ATP - (nel linguaggio giuridico) Accertamento Tecnico Preventivo.

AUDX oppure AuDx - [in uso in molti ospedali italiani] - Orecchio Destro

AUI - Arteria Uditiva Interna

AUSN oppure AuSn - [in uso in molti ospedali italiani] - Orecchio Sinistro

AVPU - Acronimo inglese usato per ricordare gli stadi di peggioramento dello stato mentale di un paziente. A = Alert (sveglio); risponde a tutti gli stimoli. V = Verbal; risponde agli stimoli verbali. P = Painful; risponde a stimoli dolorosi. U = Unresponsive; non risponde ad alcun stimolo

B 

B - gruppo sanguigno B nel sistema AB0

B1 - Vitamina B1 o benzoilometiltiamina

B6 - Vitamina B6 o Piridossina.

B9 - Vitamina B9 o acido folico. E' una vitamina importante che non viene prodotta dal nostro organismo, ma deve essere introdotta con la dieta oppure è sisntetizzata dalla flora batterica intestinale. La vit. B9 o acido folico è importante nella gravidanza per la prevenzione delle malformazioni neonatali del tubo neurale. L'acido folico (B9) è importante nel mantenimento della funzione uditiva. Il fabbisogno di acido folico nell'uomo è di 0,2 mg/die, mentre nella donna in gravidanza è di 0,4 mg/die. La vitamina B9 si trova soprattutto nelle verdure a foglia (spinaci, asparagi, lattuga, broccoli), negli agrumi e in particolare nelle arance e nei limoni, in molti frutti ma ne sono ricchi i kiwi e le fragole. Esistono in commercio molti integratori che contengono acifo folico.

B12 - Vitamina B12 o cianocobalamina. Il complesso delle vitamine B1, B6 e B12 è importante per il buon funzionamento della trasmissione nervosa.

BAEP - (acronimo inglese) Brainstem Auditory Evoked Potentials  = potenziali uditivi evocati del tronco encefalico

BAHA - (acronimo inglese) Bone Anchored Hearing Aid.  Protesi acustica ancorata all'osso e messa a punto da ricercatori dell'Università del Maryland. Trattato in modo approfondito nell'articolo: La protesi acustica BAHA.

BC - (acronimo inglese) Bone Conduction = conduzione ossea. Sigla utilizzata in audiologia per indicare la via ossea. In italiano: CO.

BCPTA - (dall'inglese) Bone Conduction Pure Tone Average. Media delle soglie uditive di 0,5 - 1,0 - 2,0 - 4,0 KHz determinata con l'utilizzo di suoni puri per via ossea.

BDZ - benzodiazepine.

BE - Bulla Etmoidale

BERA - (acronimo inglese) Brainstem Electric Response Audiometry  = audiometria a risposte elettriche del tronco encefalico

BK - Bacillo di Koch, ovvero micobatterio tubercolare.

BMI - (acronimo inglese) Body Mass Index. Indice di Massa Corporea. E' un indice interessante per capire quale dovrebbe essere il nostro peso ideale. 

BoNT - Tossina Botulinica
BoNT-A - Tossina Botulinica tipo A

BP - (dall'inglese) Blood Pressure = pressione del sangue arterioso

BPCO - Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva

BRA - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi cerebrali (dall'inglese brain).

BSER - BrainStem Evoked Response. Tecnica audiometrica oggettiva che rivela le risposte evocate del tronco encefalico agli stimoli acustici.

BTE - Abbreviazione riferita alle protesi acustiche. Behind-the-ear. Protesi retroauricolare, ovvero sussidio protesico che sta dietro al padiglione auricolare. E' il modello più diffuso. Presenta una parte ricurva denominata "curvetta", poi un tubicino di materiale plastico trasparente che termina con la chiocciola. Quest'ultima si inserisce nel condotto uditivo esterno.

BVP - Paresi Vestibolare Bilaterale

C

C1 - C2 - C3 - C4 - C5 - C6 - C7 - Le vertebre cervicali. C1 è l'atlante [prima vertebra cervicale], C2 l'epistrofeo e poi tutte le altre.

C1 / C7 - Tutte le sette vertebre che compongono il rachide cervicale

Ca (oppure K) - carcinoma

CA - conduzione aerea. Trattasi di abbreviazione utilizzata in audiologia. Indica la soglia uditiva per via aerea. Altra abbreviazione sinonima è VA.

CA 125 - (dall'inglese) Cancer Antigens 125; Antigene tumorale 125

CAD - (dall'inglese) Contact Allergic Dermatitis = dermatite allergica da contatto

c-ANCA - anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili che si dispongono sulla cellula con un aspetto granulare e diffuso nel citoplasma.

CBT  - (dall'inglese) Cognitive Behavioral Therapy = Terapia cognitivo-comportamentale. E' utilizzata nell'approccio psicologico ai pazienti con acufeni.

CCVV - corde vocali. Le corde vocali sono l'organo fonatorio per eccellenza. In questo sito ci sono specifici articoli.

CEA - Antigene Carcino-Embrionario

CEI - Comuni Esantemi Infantili (abbreviazione presente nelle anamnesi)

CEM - Campo Elettromagnetico

CIC - Abbreviazione riferita alle protesi acustiche. Completely-in-the-canal. Completamente nel Canale. Protesi acustica che è contenuta integralmente nel condotto uditivo.

CID - Coagulazione Intravascolare Disseminata (in inglese DIC)

CIEP - Crico-Joido-Epiglotto-Pessia

CIMeC - Centro Interdipartimentale Mente e Cervello.  Centro dell'Università di Trento, sito a Rovereto. Le principali aree di ricerca sono l'azione, l'apprendimento e la plasticità cerebrale, il linguaggio e la concettualizzazione. La percezione, l'attenzione e la neuroimmagine. Le capacità cognitive e decisionali e la riabilitazione neurocognitiva.

CIN - (dall'inglese) Cervical Intraepitelial Neoplasia = neoplasia intraepiteliale cervicale

CIP - Crico-Joido-Pessia

CIS - Carcinoma In Situ - E' detto anche carcinoma intraepiteliale. Si tratta di un tumore in fase iniziale

CLD - (dall’inglese) Certain Lethal Dose (in farmacologia Dose Letale Certa)

CLL - (dall’inglese) Chronic Lymphatic Leukemia, Leucemia Linfatica Cronica

 

CM - chilomicorne

 

cM - Centimogran (unità di mappa cromosomica)

CMC - abbreviazione usata in radiologia - Con Mezzo di Contrasto

 

CMV - Citomegalovirus

 

CNS - (acronimo inglese) Central Nervous System  = sistema nervoso centrale (la corrispondente sigla italiana è SNC)

CO - monossido di carbonio

CO2 - anidride carbonica

CO - conduzione ossea. Trattasi di abbreviazione utilizzata in audiologia. Indica la soglia uditiva per via ossea. Altra abbreviazione è VO.

CO = CA - conduzione ossea uguale alla conduzione aerea. Trattasi di abbreviazione utilizzata in audiologia. Significa che l'ipoacusia evidenziata è di tipo percettivo o neurosensoriale. Altra abbreviazione sinonima è VO = VA.

CO 118 - Centrale Operativa 118 - E' la centrale operativa del pronto soccorso territoriale

COR - Riflesso cervico-oculomotore

Covid-19  - vedi SARS-CoV-2

cp. - capsula o capsule

CP - (dall’inglese) Central Palsy, paralisi centrale
CP - Computerized Posturography. Posturografia Computerizzata. E' anche nota come stabilometria.
CP - [in uso in molti ospedali italiani] - Compresse / Capsule / Confetti / Perle. L'acronimo più corretto è cp.

 

CPA - Cerebellopontine Angle. - Angolo ponto cerebellare

 

CPAP (o C-PAP) - (dall’inglese) Continous Positive Airway Pressure

cps - 1.  capsule
cps - 2.  cicli per secondo.  Sigla non più usata. E' la vecchia espressione di Hertz, vedi Hz.

CPT - Capacità Polmonare Totale

CRP - (dall'inglese) C-Reactive Protein = proteina C-reattiva, in italiano si abbrevia con PCR

CSA - Canale Semicircolare Anteriore  - E' uno dei tre canali semicircolari del labirinto, è anche chiamato Canale Semicircolare Superiore (CSS).

CSF - (dall’inglese) Cerebro Spinal Fluid (liquido cerebro spinale)

CSL - Canale Semicircolare Laterale - E' uno dei tre canali semicircolari del labirinto

CSP - Canale Semicircolare Posteriore - E' uno dei tre canali semicircolari del labirinto

CSS - Canale Semicircolare Superiore  - E' uno dei tre canali semicircolari del labirinto, è anche chiamato Canale Semicircolare Anteriore (CSA).

CST - Connected Speech Test

CT - calcitonina

cts - cachet

CTU - (nel linguaggio giuridico) Consulente Tecnico d'Ufficio 

cucch. = cucch.ni – cucchiaio, cucchiaino

CUE - Condotto Uditivo Esterno

CUI - Condotto Uditivo Interno

CV - Corda Vocale.

CVE - cardioversione elettrica

CXR - (dall’inglese) Chest X Ray, radiografia del torace

D

daPa - deca Pascal - unità di misura utilizzata nell'impedenzometria per misurare la pressione all'interno della cassa del timpano.

DAE - Defibrillatore semiAutomatico Esterno oppure Defibrillatore Automatico Esterno

dB - Decibel

dB SPL - (dall'inglese) Decibel Sound Pressure Level = livello di pressione acustica espresso in Decibel

DCR-EE - Dacriocistorinostomia Endonasale Endoscopica

DCSS - Deiscenza del Canale Semicircolare Superiore (o Anteriore)  - E' il segno di una particolare sindrome detta appunto Sindrome da Deiscenza del Canale Semicircolare Superiore. Si tratta spesso di una diagnosi radiologica, visibile alla TC.

d.d. - 1. diagnosi differenziale
d.d. - 2. (dal latino detur ad) sia dato a

DDI – Dinamica Dell’Infortunio

DDx - (dall'inglese) Differential Diagnosis. Diagnosi differenziale, ovvero d.d.

DEA - Dipartimento Emergenza ed Accettazione

DH - Day Hospital

DIC - (dall’inglese) Disseminated Intravascular Coagulation. Coagulazione intravascolare disseminata.

dilut. - (dal latino dilutus ) diluito

dim - (dal latino dimidius ) metà

DIMS - (dall’inglese) Disorders of initiating and Maintaining Sleep. Disturbi dell’inizio e del mantenimento del sonno.

DIT - (dall’inglese) Dihydro-Tyrosine. Diidrotirosina

DIVC - (dall’inglese) Disseminated Intravascular Coagulopathy. Coagulopatia intravascolare disseminata.

DME - Dose Minima Efficace

DN - (dall'inglese) Dibucaine Number  = numero di dibucaina

DNA - (dall'inglese) Deoxyribonucleic Acid  = acido desossiribonucleico

DOB - (dall’inglese) Date of Birth. Data di nascita.

dpi - dispositivi di protezione individuale. Ci si riferisce alla protezione dal rumore ambientale.

DRG - (dall’inglese) Diagnosis Related Group.  Raggruppamenti omogenei di diagnosi.

DS = dS - deviazione standard
DS - (inglese) Day Surgery

DTT - Drenaggio Transtimpanico 

DU  – (dall’inglese) Diagnosis Undetermined. Diagnosi indeterminata
DU  – (dall’inglese) Dudenal Ulcer. Ulcera duodenale

dx oppure DX - destro
Dx - (dall’inglese) Diagnosis. Diagnosi.

E

E - lettera usata per indicare Emergenza. Vedi ASA

EBNA - (dall'inglese) Epstein-Barr Nuclear Antigen = antigene nucleare del virus di Epstein-Barr. E' questo il virus della mononucleosi infettiva.

EBUS - (dall'inglese) Endobronchial Ultrasound.

EBV - (dall'inglese) Epstein-Barr Virus - Virus della monucleosi infettiva.

EBV VCA - (dall'inglese) Capside virale del virus di Epstein-Barr. Si valutano gli anticorpi IgG e IgM. Se i valori sono entrambi positivi si tratta di infezione in atto o recente. Se IgG è positivo e IgM nei limiti di norma (basso) si tratta di infezione pregressa, cioè contratta da oltre un mese. Se IgG e IgM entrambi negativi (o assenti) significa assenza di infezione.   

ECG - Elettrocardiogramma

ECM  - Educazione Continua in Medicina. Crediti ECM: sono i crediti che un medico deve ottenere per dimostrare di mantenersi aggiornato.

ECoChG - Elettrococleografia

ECOX - Ecografia

EEG - Elettroencefalogramma

EGA - EmoGasAnalisi

EGDS - EsofagoGastroDuodenoScopia

ELST - Endolinphatic Sac Tumor - Tumore del Sacco Endolinfatico

EMG - Elettromiografia

ENG - Elettronistagmografia (è una tecnica non recente di registrazione del nistagmo)

ENoG (anche ENOG) - Elettroneurografia. Alcuni la chiamano elettromiografia evocata.

ENS - (dall'inglese) Empty Nose Syndrome. Sindrome del naso vuoto.

ENT - (dall'inglese) Ear-Nose-Throat  = orecchio naso gola ovvero otorinolaringoiatria

EO - Esame obiettivo (s'intende ciò che il medico vede o apprezza con i suoi sensi).

EPA - Edema Polmonare Acuto

ERA - (acronimo inglese) Electrical Response Audiometry = audiometria a risposte elettriche

ERO - (dall'inglese) Evoked Response Olfactometry  = olfattometria a risposte evocate

ESA - Emorragia Sub Aracnoidea

ESF - EmiSpasmo Facciale.

ETF - Eustachian Tube Function. Funzione della Tuba di Eustachio.

Etp - Eteroplasia.

EV - [in uso in molti ospedali italiani] - Endovena

EVA - [dall'inglese Enlarged Vestibular Acqueduct]  Acronimo che viene utilizzato anche in italiano per indicare la sindrome di EVA, che significa Sindrome da Largo Acquedotto Vestibolare.

F

FA  - Fibrillazione Atriale

FAD  - Si riferisce a corsi per la Formazione A Distanza del personale sanitario.

FANS - Farmaci Anti-Infiammatori Non Steroidei

FAO - Far Advanced Otosclerosis

FCMA - Via della Fossa Cranica Media Allargata. E' una via d'accesso per l'asportazione del neurinoma dell'acustico non più in uso.

FESS - Functional Endoscopic Sinus Surgery. Letteralmente significa chirurgia endoscopica funzionale dei seni paranasali. Viene anche utilizzata per indicare la sfenoetmoidectomia endoscopica.

FFT - Trasformata Rapida di Fourier

FHIT - Functional Head Impulse Test - Si tratta di un test computerizzato che valuta la funzionalità dell'apparato vestibolare del paziente. Analizza separatamente i canali semicilcolari.

Fl oppure FL - [in uso in molti ospedali italiani] - Fiala. A volte questa abbreviazione viene utilizzata anche per "flaconi". 

FLAC - [in uso in molti ospedali italiani] - Flaconi

FIT - Food Intolerance Test.  E' un test che si esegue sul sangue e serve per la valutazione immunitaria degli antigeni alimentari. Con questo test si valutano le reazioni avverse alle proteine alimentari. Si basa sul dosaggio di anticorpi di tipo IgG.

FLC - Ferita Lacero Contusa

FLM - Fascicolo Longitudinale Mediale. Importante fascicolo di fibre cerebrali mieliniche (cioè bianche). Ha la funzione di connettere i nuclei somatomotori degli occhi. E' responsabile del movimento orizzontale coordinato degli occhi collegando il nucleo del nervo abducente (VI° nervo cranico) con il nucleo oculomotore (III° nervo cranico) ed anche con la formazione reticolare paramediana pontina (vedi PPRF) e il nucleo del nervo accessorio spinale (XI° nervo cranico). Il FLM è importante nello studio otoneurologico dei movimenti oculari.

FKT - Fisio Kinesi Terapia

FNAB - Fine Needle Aspiration Biopsy - Aspirazione bioptica con ago sottile, detta anche Agobiopsia. Vedi anche articolo sulla biopsia.

FNM - Fuso neuromuscolare. Recettore inserito tra i fasci muscolari ed inviano informazioni al sistema nervoso centrale sulla lunghezza del muscolo e sulla velocità di variazione della lunghezza. 

FNOMCeO - Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri

FR - frequenza respiratoria

FT3 - Triiodotironina (T3) libera nel sangue circolante - Gli ormoni tiroidei circolano nel sangue legati a proteine. Con la quota fT3 si intende la quota di triiodotironina non legata alle proteine.

FT4 - Tetraiodotironina (T4) libera nel sangue circolante - Gli ormoni tiroidei circolano nel sangue legati a proteine. Con la quota fT4 si intende la quota di tetraiodotironina non legata alle proteine.

G

GCS - (dall'inglese) Glasgow Coma Scale

gg - giorni  [è usato nelle ricette]

GR oppure gr- [in uso in molti ospedali italiani] - Grammi

Gtt oppure gtt o GTT -  gocce

 

H

H2S - Idrogeno solforato (o acido solfidrico)

Hb - (dall'inglese) Haemoglobin = emoglobina.

HBV - (acronimo inglese) Hepatitis B Virus = virus dell'epatite B

HCP - (acronimo inglese) Human Connectome Project - Progetto per lo studio del connettoma umano.

HCV - (acronimo inglese) Hepatitis C Virus. Virus dell'epatite C

HEP - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi epatiche.

H&N - (acronimo inglese) Head and Neck, per indicare il distretto testa e collo.

HHIE - Hearing Handicap Inventary for the Ealdery. Valutazione dell'handicap uditivo nell'anziano.

HIV - (dall'inglese) Human Immunodeficiency Virus. Virus della sindrome da immunodeficienza acquisita

HNO - (acronimo tedesco) Hals Nasen Ohren. Gola Naso Orecchio o più comunemente otorinolaringoiatria

HST - Head Shaking Test (o test di scuotimento della testa) - E' un test utilizzato in vestibologia e consiste in un forte scuotimento del capo.

Hz - Hertz - Unità di misura internazionale della frequenza. Questa viene misurata in cicli al secondo. I suoni utilizzati nella pratica clinica audilogica vanno da 125 a 8000 Hz (vedi esame o bilancio audiometrico). Questa unità di misura è stata così chiamata in onore del fisico tedesco Heinrich Rudolf Hertz. In vecchi libri si può trovare la sigla cps (= cicli per secondo), è lo stesso che Hz.

I

IAC - Internal Auditory Canal - Condotto uditivo interno

IC - Invalidità Civile. 
IC - Impianto Cocleare.

ICA - (dall'inglese) Internal Carotid Arthery  = arteria carotide interna

ICNIRP - International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection - Commissione Internazionale sulla Protezione dalle Radiazioni Non-Ionizzanti

If - (dall'inglese) Intermittent fasting. Più propriamente  If diet. E' una dieta che prevede il digiuno ad intermittenza. Secondo i sostenitori di questa dieta un digiuno ragionato e limitato non solo fa smaltire i chili di troppo, ma protegge dall'invecchiamento cellulare e potenzia le funzioni cognitive.

IG oppure Ig - ImmunoGlobulina. Le immunoglobuline sono anche conosciute col nome più comune di anticorpi. Hanno il compito di contrastare l'azione di virus o batteri.

IgA oppure IGA - ImmunoGlobulina A. Sono note 5 classi di immunoglobuline sulla base delle caratteristiche delle loro catene pesanti. Una di queste è la classe A.

IgD oppure IGD - ImmunoGlobulina D. Sono note 5 classi di immunoglobuline sulla base delle caratteristiche delle loro catene pesanti. Una di queste è la classe D.

IgE oppure IGE - ImmunoGlobulina E. Sono note 5 classi di immunoglobuline sulla base delle caratteristiche delle loro catene pesanti. Una di queste è la classe E. Appartengono a questa classe gli anticorpi specifici delle reazioni allergiche.

Igf-1 - Insulin-like growth factor. Fattore di crescita insulino simile.

IgG oppure IGG - ImmunoGlobulina G. Sono note 5 classi di immunoglobuline sulla base delle caratteristiche delle loro catene pesanti. Una di queste è la classe G.

IGM oppure IgM - ImmunoGlobulina M. Sono note 5 classi di immunoglobuline sulla base delle caratteristiche delle loro catene pesanti. Una di queste è la classe M.

IIC - (dall'inglese) Invisible in canal hearing aids - Protesi acustiche invisibili nel condotto uditivo. Si tratta di protesi acustiche molto piccole. Per ulteriori notizie si rimanda all'articolo: Protesi acustiche invisibili.

IM - insufficienza mitralica
Im - intramuscolo (riferito ad un farmaco iniettivo). Significa che questo farmaco dovrà essere introdotto nell'organismo con una iniezione intramuscolare. 

IN  - Ipoacusia neurosensoriale. Perdita uditiva dove la causa è localizzata nell'orecchio interno (coclea) o nel nervo cocleare (detto anche nervo acustico). E' sinonimo di ipoacusia percettiva.

INF - Interferone. Gli interferoni sono speciali proteine prodotte dai globuli bianchi e anche da altre cellule in risposta a virus, batteri o anche cellule neoplastiche.

INR - (dall'inglese) International Normalized Ratio. E' un indice che esprime il tempo di protrobina (PT), tempo importante nella valutazione della coagulazione del sangue. Questo indice è molto utilizzato in quanto consente di confrontare esami eseguiti con metodi diversi. I valori normali sono compresi tra 0,9 e 1,30.

IO - Oliva inferiore

IOT - Intubazione Oro-Tracheale. E' la più diffusa forma di intubazione.

IP - Infermiere Professionale

IPP - Inibitore di pompa protonica. In inglese PPI = Proton Pump Inhibitor.

IR - Indice di Romberg. Termine usato in stabilometria. Si tratta di una valutazione computerizzata della prova di Romberg. La prova consiste nel mantenere la posizione eretta ad occhi chiusi ed è stata descritta da Moritz Heinrich Romberg (1795-1873). Si è osservato che l'uomo mantiene la sua posizione eretta compiendo piccoli movimenti correttivi e il 90% di queste oscillazioni cadono entro una ellisse. L'indice di Romberg è il quoziente tra i valori dell'ellisse a occhi aperti e occhi chiusi, moltiplicata per 100.
IR - (dall'inglese) InfraRed Radiation - Raggi infrarossi

IT - Ipoacusia di trasmissione. Perdita uditiva dove la malattia è localizzata nell'orecchio esterno o più spesso nell'orecchio medio (membrana timpanica e catena ossiculare).

ITE - Abbreviazione riferita alle protesi acustiche. In-the-ear. Protesi endoauricolare, trattasi di sussidio protesico contenuto nell'orecchio.

IVB - Insufficienza Vertebro Basilare

J

JLO - The Journal of Laryngology & Otology

K

K - carcinoma, tumore maligno.

KHz - Kilohertz, ovvero 1000 Hz. 1000 cicli (o vibrazioni) al secondo. L'Hertz è l'unità di misura della frequenza.

L

LASER - (dall'inglese) Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation.

LB - (dall'inglese) Large Base - Termine usato in vestibologia: a piedi divaricati

ltc  (meno usato LTC) - Latero-cervicale

LYM - (dall'inglese) Lymph node - Linfonodo

M

MAD - (dall'inglese) Mandibular Advanced Device. Si tratta di dispositivi preparati su misura dagli odontoiatri che impediscono l'arretramento mandibola e anche il rovesciamento della lingua. Si usano di notte per prevenire la sindrome di apnea nel sonno.

MALT - (dall'inglese) Mucosa Associated Lymphoid Tissue

MAR - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi nel midollo osseo (dall'inglese bone marrow).

MDC oppure MdC - in radiologia: Mezzo di Contrasto. I mezzi di contrasto si usano in radiologia (TAC, angiografie, ecc.) - es. mezzi iodati, e nella Risonanza Magnetica Nucleare (RMN) - es. gadolinio.

MG - [in uso in molti ospedali italiani] - milligrammi

MIO - (dall'inglese Minimum Identifiable Odour) Minimo Odore Identificabile. E' un test utilizzato in olfattometria.

ML / CC - [in uso in molti ospedali italiani] - millilitri / centimetri cubi

MMG - Medico di Medicina Generale

MOS  - Micro-Otoscopia. Visione dell'orecchio con microscopio. L'argomento può essere approfondito in questo articolo: Otoscopia.

MPL - Miringoplastica. Intervento di ricostruzione della membrana timpanica. Vedi articolo sulla miringoplastica.

MRGE - Malattia da Reflusso Gastro Esofageo. In ambito otorinolaringoiatrico comprende la faringite da reflusso e la laringite da reflusso. Vedi malattia da reflusso gastroesofageo.

MRI - (dall'inglese) Magnetic Risonance Imaging - Risonanza Magnetica 

MSA - (dall'inglese) Multi System Atrophy. Atrofia multisistemica. E' una malattia neurodegenerativa dell'adulto, rara. Il quadro clinico si presenta con disturbi motori simili al m. di Parkinson con rigidità, bradicinesia, tremori, turbe nella postura e nella deambulazione.

MTS oppure Mts - metastasi. Solitamente con questa sigla s'intendono le metastasi tumorali. Si tratta di localizzazioni a distanza di un tumore primitivo.

 

N

NA - Acoustic Neuroma - Neurinoma dell'acustico.

NAC - Neuromodulazione Acustica Condizionata

NAFLD - Dall'inglese: Non Alcoholic Fatty Liver Disease. Steatosi epatica non alcolica

NARES - Rinite Non Allergica Eosinofila. E' una forma particolare di rinite simile alla rinite allergica, però non si riesce ad individuare l'allergene, ed è caratterizzata dall'incremento degli eosinofili nel secreto nasale (vedi test di citologia nasale). Questa forma di rinite spesso si associa alla poliposi nasale. 
NARES - NonAllergic Rhinitis with Eosinophila. Espressione inglese di Rinite Non Allergica Eosinofila.

NARESMA  - Rinite Non Allergica Eosinofilo-Mastocitaria. E' simile alla NARES, però nel secreto nasale si trovano abbondanti eosinofili e mastociti.

NARME  - Rinite Non Allergica Mastocitaria.

NARNE  - Rinite Non Allergica Neutrofila.

NB - (dall'inglese) Narrow Base - Termine usato in vestibologia: a piedi uniti

NE - Nutrizione Enterale

NIHL - (dall'inglese) Noise Induced Hearing Loss - Perdita uditiva provocata dal rumore

NIR - Radiazioni Non Ionizzanti. Sono radiazioni non ionizzanti quelle emesse dai telefoni cellulari.

NMG - Nuova Medicina Germanica. E' il nome di una medicina alternativa proposta dal medico Ryke Geerd Hamer che, per le sue idee venne radiato dall'Ordine e subì diverse condanne. Le teorie proposte sono un coacervo di assurdità che non meritano di essere prese in considerazione.

NOT - Nucleo del Tratto Ottico.

NP - Nutrizione Parenterale. Somministrazione di alimenti attraverso la via venosa.

ny - nistagmo. Movimento ritmico e involontario degli occhi. Può essere spontaneo, rivelato o provocato. Lo studio del ny è importante nella diagnostica vestibolare. 

 

O

O (zero) - gruppo sanguigno nel sistema ABO

OA  - Occhi Aperti

OAE - (dall'inglese) Emissioni otoacustiche

OC  - Occhi Chiusi

OC -HST  - Occhi Chiusi dopo Head Shaking Test

OCR  - Occhi Chiusi testa Retroflessa

ODX - [in uso in molti ospedali italiani] - Occhio Destro

OHNS  - Otolaryngologist-Head and Neck Surgeon - Chirurgo otorinolaringoiatra

OKN - Nistagmo otticocinetico (dall'inglese Optokinetic Nystagmus)

OM - Otite Media

OMA - Otite Media Acuta

OMAR - Otite Media Acuta Ricorrente

OMC - Otite Media Cronica

OMCC  - Otite Media Cronica con Colesteatoma. Malattia peculiare dell'orecchio medio. Il colesteatoma, denominato anche cisti epidermoide, è una malattia grave a lenta evoluzione.

OMCeO - Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri

OMCT  - Ordine dei Medici del Canton Ticino

OME - otitis media with effusion. In italiano Otite Media Secretiva

OMPC  - Otite Media Purulenta Cronica

OMS - Otite Media Secretiva  o  Otite Media Sierosa

OMS - Organizzazione Mondiale della Sanità

OPL  - Ossiculoplastica.

OPT  - OrtoPanTomografia. Esame radiologico anche denominato "Ortopanoramica" oppure "panoramica dentaria". E' un unico esame che permette di vedere la mandibola in toto, le ossa mascellari e tutti i denti.
ortopantomografia denti seni mascellari

 

OR - (dall'inglese) Operating Room = Sala operatoria.

ORL -  OtoRinoLaringoiatria. Questa sigla viene anche utilizzata in francese per indicare Otorhinolaryngologie e in inglese per indicare Otolaryngology.

OSA- Obstructive Sleep Apnea - Sindrome da apnea nel sonno.
OSAS
- Obstructive Sleep Apnea Syndrome - Sindrome da apnea nel sonno.

OSF - Ostio naturale del Seno Frontale. Si trova anteriormente alla Bulla Etmoidale (BE).

OSM - Ostio naturale del Seno Mascellare

OSN - [in uso in molti ospedali italiani] - Occhio Sinistro

OSS - Operatore Socio-Sanitario
OSS - Ostio naturale del Seno Sfenoidale
OSS - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi ossee. 

OTG - Organo Tendineo del Golgi. Recettore tendineo localizzato nella giunzione tra muscolo e tendine.

OTH - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi in sedi diverse da quelle codificate (dall'inglese other).

OTOblot - (altro nome del test Western blot), si tratta di un test specifico per la ricerca di antigeni dell'orecchio interno. Servono per lo studio delle ipoacusie neurosensoriali autoimmuni.

OTV - Esame otovestibolare. Vedi anche esame clinico otoneurologico.

 

P

PA - Pressione Arteriosa

p-ANCA - anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili che si legano alla cellula bersaglio intorno al nucleo (pattern perinucleare)

PAP - (dall'inglese) Positive Airway Pressure

PC - cellula del Purkinje.

PER - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi peritoneali.

PET   - (dall'inglese) Positron Emission Tomography  = tomografia ad emissione di positroni

pH - scala di misura dell'acidità o dell'alcalinità di una soluzione 

PICA  - Arteria Cerebellare Posteriore Inferiore.

PLE - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi pleuriche.

PM - Pacemaker, segnapassi

PM - (nel linguaggio giuridico) Pubblico Ministero 

PNF - Facilitazione Neuromuscolare Propriocettiva

pom. oft. - Pomata Oftalmica - pomata per gli occhi.

PPI - (dall'inglese) Proton Pump Inhibitor. In italiano si usa anche IPP = Inibitore di pompa protonica.

PPRF - Formazione Reticolare Paramediana Pontina.

PS - Pronto Soccorso
PS
- Posturografia Statica - Vedi stabilometria 

PSG - Polisonnografia - Vedi Sindrome delle apnee nel sonno.

PT - Tempo di Protrombina (dall'inglese: Prothrobin Time)

PTA  - (dall'inglese) Pure Tone Average. Media delle soglie uditive di 0,5 - 1,0 - 2,0 - 4,0 KHz determinata con l'utilizzo di suoni puri.

PTS  - Permanent Threshold Shift  (Abbassamento permanente di soglia - è riferito alla soglia uditiva). L'abbassamento permanente di soglia si verifica dopo una esposizione di anni a rumori intensi (trauma acustico cronico). Può anche verificarsi dopo una esposizione breve a rumore, purchè quest'ultimo sia particolarmente intenso (oltre 130 dB).

PU - Processo Uncinato

PUL - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi polmonari.

PVC - Pressione Venosa Centrale

Pz - Paziente

 

R

RAA - Rinomanometria Anteriore Attiva

RBC - (dall'inglese) Red Blood Cell  = globuli rossi, eritrociti

RDI - Respiratory Disordes Index

RF oppure Rf - Rinofaringe
RF  -  Formazione Reticolare

RFITT  - (acronimo inglese)  Radio Frequency Induced Thermotherapy. Indica un sistema bipolare di radiofrequenze che inducono variazioni termiche e sono alla base di molte procedure di chirurgia mini-invasiva. Molto utili nella chirurgia dei turbinati inferiori. Vedi anche CelonLab ENT.

RFTR - (acronimo inglese) RadioFrequency Turbinate Reduction. E' il trattamento di riduzione conservativa dei turbinati con Radiofrequenze. Si tratta di un intervento mini-invasivo in anestesia locale.

turbinate-RFTR-govoni-2

 

RGE - Reflusso Gastro Esofaeo. E' una sigla poco usata, si trova più frequentemente MRGE - Malattia da Reflusso Gastro Esofageo.

RIOC - Recesso InterOttico Carotideo. Lo si osserva all'interno del seno sfenoidale.

RM- Risonanza Magnetica nucleare

RMN - Risonanza Magnetica Nucleare

ROT - (in neurologia) Riflessi Osteo-Tendinei
ROT - (in geriatria ) dall'inglese: Reality Orentation Therapy. In italiano Terapia di Orientamento nella Realtà.

RPG - Riprogrammazione Posturale Globale. Tecnica che utilizza apposite solette plantari e si fonda sul principio della riflessologia.

RQM - Risonanza Quantica Molecolare. E' una tecnica che in otorinolaringoiatria la si utilizza per ridurre l'ipertrofia dei turbinati.

RV - Riabilitazione Vestibolare. Sono una serie di esercizi fisici idonei a migliorare l'equilibrio in caso di sindrome vertiginosa o altre turbe posturali.

Rx - Radiografia, radiogramma, raggi X.  Nel distretto testa-collo le radiografie sono poco richieste, sono quasi sempre sostituite dalla TAC o dalla RMN.

Rx OPT - Radiografia OrtoPanTomografia - vedi OPT

 

 

S

SARS-CoV  o  SARS-CoV-1 - dall'inglese  Severe Acute Respiratory Syndrome Coronavirus - Severa Sindrome Respiratoria Acuta da Coronavirus

SARS-CoV-2 - dall'inglese  Severe Acute Respiratory Syndrome Coronavirus - Severa Sindrome Respiratoria Acuta da nuovo ceppo di Coronavirus, detta anche Covid-19.

SBB - Sindrome della Bocca che Brucia

s.c. - (nei certificati medici) salvo complicazioni

SCC - Carcinoma a Cellule Squamose - Carcinoma Squamocellulare o Carcinoma Spinocellulare

SDO - Scheda di Dimissione Ospedaliera. E' il documento ufficiale che fa parte di ogni cartella clinica dove vengono trasmessi in regione i dati relativi ad ogni singolo ricovero. In pratica è un riassunto di quanto è stato fatto durante la degenza.

SEL - Sacco endolinfatico

SF  - Soluzione Fisiologica

SIFEL - Società Italiana di Foniatria E Logopedia.

SIMLA - Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni.

SIOSU - Società Italiana di Otologia e Scienze dell'Udito.

SKI - abbreviazione associata ad M nella classificazione TNM - Significa metastasi cutanee (dall'inglese skin).

SLA - Sclerosi Laterale Amiotrofica. E' una malattia rara che comporta una degenerazione lenta e continua dei motoneuroni centrali e periferici. Il suo decorso è imprevedibile e variabile da soggetto a soggetto. Tra i segni iniziali c'è la perdita della capacità di deglutire (disfagia) e della capacità di articolare la parola (disartria). Altri segni sono la perdita del controllo dei muscoli scheletrici con perdita della capacità di mantenere l'equilibrio e la stazione eretta.

SM - Sclerosi Multipla

SMAS - Sistema Muscolo Aponeurotico Superficiale - Riferito a lembi di scorrimento in chirurgia del viso e del collo.

S MAX - Seno Mascellare

SMC - abbreviazione usata in radiologia - Senza Mezzo di Contrasto

SMV - Segmento Mobile Vertebrale

SN oppure SIN oppure SX - sinistra

SNC - Sistema Nervoso Centrale

SNG - Sondino Naso-Gastrico

SNHL  - (dall'inglese) Sensorineural Hearing Loss. Perdita uditiva neurosensoriale.

SNP - Sistema Nervoso Periferico

SOC - Struttura Operativa Complessa - E' il nome che viene attribuito ai reparti ospedalieri. In passato si chiamavano Divisioni.

SPF - Sun Protection Factor - Fattore di Protezione Solare

SS - Seno Sfenoidale

SSD - Single Sided Deafness - Sordità (o ipoacusia) monolaterale

SUBLING - [in uso in molti ospedali italiani] - Sublinguale

SV - Stato Vegetativo

SVW  - Sindome di Vidal - Wright

 

T

T3 - Triiodotironina. E' un ormone della tiroide.

T4 - Tetraiodotironina. E' un ormone secreto dalla tiroide.

TA - Terapia Antalgica

TAA - Trauma Acustico Acuto. E' l'esposizione ad un suono a carattere esplosivo.

TAB - Terapia Antibiotica

TAC -  Tomografia Assiale Computerizzata
TAC -  Trauma Acustico Cronico. Esposizione a suoni intensi e prolungati nel tempo. TAO - Terapia Anticoagulante Orale

TAR - Tonsillite Acuta Ricorrente

TAV - Training di Adattamento Vestibolare

TBC - Tubercolosi 

TBNA - Transbronchial Needle Aspiration 

TC - Tomografia Computerizzata 

Tc - Temperatura Corporea 

TCC  - Terapia (o Psicoterapia) Cognitivo-Comportamentale. E' molto usata per disturbi psicopatologici come ansia e turbe dell'umore. Alcuni la propongono per il trattamento degli acufeni. 

TCM - (dall'inglese) Traditional Chinese Medicine; Medicina Tradizionale Cinese

TDM - Usato con le parole  "TC con ricostruzione TDM" verosimilmente significa Tridimensionale.

TDM - Tomodensitometrico. Termine utilizzato in radiologia. Si precisa che nella radiologia con TAC si eseguono valutazioni "densitometriche". 

TDNL - Tuberosità del dotto naso-lacrimale. E' presente nella parete mediale del seno mascellare.

TEE - (dall'inglese)  TransEsophageal Echo; Ecocardiografia TransEsofagea. 

TENS - (dall'inglese) Transcutaneous Electrical Nerve Stimulator. Stimolatore Elettrico Transcutaneo dei Nervi. Si tratta di una metodica che prevede l'applicazione di elettodi alla cute e il passaggio di scariche elettriche finalizzate alla stimolazione dei nervi periferici. Si basa sul principio della riflessoterapia. Lo scopo principale della TENS è alleviare il dolore e le nevralgie. E' utilizzata nella terapia dei dolori dell'orecchio e degli acufeni

TEP - Trombo Embolia Polmonare

TEOAE - (dall'inglese) Transient Evoked Otoacoustic Emissions = Emissioni Otoacustiche Evocate Transitorie. 

THI - Tinnitus Handicap Inventory. Valutazione psicometrica dell'handicap determinato dall'acufene. Questo test, adattato in lingua italiana, è riportato in uno specifico articolo.

THoSC - (dall'inglese) Tinnitus Holistic Semplified Classification = Classificazione Olistica Semplificata degli acufeni.  Si tratta di una classificazione proposta dal prof. Cianfrone e pubblicata su Annals of Otology, Rhinology and Laryngology, 2-27-2015.  Citato negli acufeni somatosenoriali.

TIEP - Tracheo-Joido-Epiglotto-Pessia.

TIP - Tracheo-Joido-Pessia 

TIPO - Terapia Intensiva Post OperatoriaTLPA - Via Translabirintica Posteriore Allargata. E' una delle vie d'accesso utilizzabile per la rimozione di un neurinoma dell'acustico. Vedi il paragrafo sul neurinoma. TND - Test di Decongestione Nasale TNM - (dall'inglese) Tumor - Nodes - Metastasis. E' un acronimo molto noto e utile per la classificazione dei tumori. Questo codice esprime le dimensioni del tumore, la diffusione nelle vie linfatiche e le metstasi negli altri organi. Vedi classificazione TNM tumori del cavo orale.

TPL - Timpanoplastica - Intervento di ricostruzione della cassa del timpano.

TPL CWD - (dall'inglese tympanoplasty canal-wall down) Timpanoplastica aperta 
TPL CWU - (dall'inglese tympanoplasty canal-wall up) Tmpanoplastica chiusa 

TRT - Tinnitus Retriainig Therapy - In italiano: Terapia di Riabilitazione dall'Acufene - Si tratta di una terapia proposta per la cura degli acufeni. Secondo questa metodica il paziente dovrà vivere in un ambiente sonoro associato ad una terapia psicologica di supporto.

TSA - Tronchi Sopra Aortici. Il doppler dei tronchi sopra aortici è spesso prescritto nella fase diagnostica di coloro che soffrono di vertigini e malattia di Ménière.

TSH - Ormone stimolante la tiroide

TTS - Temporary Threshold Shift  (Abbassamento temporaneo di soglia - è riferito alla soglia uditiva). L'abbassamento temporaneo di soglia si verifica dopo una esposizione a rumori intensi prolungata: per es. un giorno. Questo fenomeno è tipico in coloro che escono da una discoteca o negli operai all'uscita da una fabbrica.

 

U

UARS  - Upper Airways Resistence Syndrome

UBT - Urea Breath Test

UPPP - Uvulo Palato Pharingo Plasty

UPF - Ultraviolet Protection Factor - Fattore di protezione dai raggi ultravioletti

US - Ultrasuoni (acronimo utilizzato in ecografia)

UTI - Unità Terapia Intensiva 

UTIC - Unità Terapia Intensiva Coronarica 

UV - Radiazione Ultravioletta

UVA - Raggi Ultravioletti di tipo A. Sono anche chiamati onde lunghe UV, oppure luce nera o luce di Wood.

UVB - Raggi Ultravioletti di tipo B. Sono la principale causa di scottature cutanee.

UVH - (dall'inglese) Unilateral Vestibular Hypofunction. Ipofunzione Vestibolare Monolaterale

UVL - Lesione Vestibolare Unilaterale periferica

V

VA - via aerea. Trattasi di abbreviazione utilizzata in audiologia. Indica la soglia uditiva per via aerea. Altra abbreviazione sinonima è CA (conduzione aerea).

VAFL - Velocità Angolare della Fase Lenta. Viene anche utilizzata la sigla VFL.

VCR - Riflesso Vestibolo Collico

VEMP's  -  (dall'inglese Vestibular Evoked Myogenic Potential)  Potenziali vestibolari miogenici. E' un esame utile per lo studio del nervo vestibolare inferiore. E' utile nell'inquadramento diagnostico delle nevriti vestibolari, malattia di Meniere, canalolitiasi, malattie infiammatorie acute e complicanze labirintiche in seguito a colpo di frusta cervicale.

VFL - Velocità angolare Fase Lenta

VHL - Sindrome di von Hippel Lindau

v/o - vigile ed orientato (abbreviazione presente nelle anamnesi)

VO - via ossea. Trattasi di abbreviazione utilizzata in audiologia. Indica la soglia uditiva per via ossea. Altra abbreviazione è CO (conduzione ossea). Ulteriori indicazioni sull'esame audiometrico sono presenti nell'articolo Esame Audiometrico.

VO = VA - via ossea uguale alla via aerea. Trattasi di abbreviazione utilizzata in audiologia. Significa che l'ipoacusia evidenziata è di tipo percettivo o neurosensoriale. Altra abbreviazione sinonima è CO = CA.

VOR - (dall'inglese) Vestibulo Ocular Reflex. Riflesso Vestibolo Oculomotore

VORP - (dall'inglese) Vibrating Ossicular Prosthesis. E' la parte impiantabile della protesi Vibrant Soundbridge.

VPG - Valutazione Posturale Globale. E' la visita con la quale si affronta il paziente affetto da turbe della postura.

VPP - Vertigine Parossistica di Posizione

VPPB - Vertigine Parossistica di Posizione Benigna

VSR - (dall'inglese) Vestibulo Spinal Reflex.  Riflesso Vestibolo Spinale

VT - Tubo di Ventilazione. Viene applicato sulla membrana timpanica nel trattamento delle otiti medie sierose.

Y

YAG Laser - Laser che sfrutta un cristallo di ittrio e alluminio. E' un tipo di Laser scarsamente utilizzato in otorinolaringoiatria. Si preferisce quello a diodi.

 

 

SIGLE  VINI  e  PRODOTTI  ALIMENTARI 

D.O.C. - Denominazione di Origine Controllata

D.O.C.G. - Denominazione di Origine Controllata e Garantita

D.O.P. - Denominazione di Origine Protetta
E' una denominazione europea a tutela del nome che viene attribuito ad un prodotto agroalimentare originario di una regione o di un paese.

I.G.P. - Indicazione Geografica Protetta

I.G.T. - Indicazione Geografica Tipica. E' una indicazione che riguarda i vini.

P.A.T. - Prodotto Agroalimentare Tradizionale

S.T.G. - Specialità Tradizionale Garantita

 

Tra il 26 e il 29 settembre del 2021 si terrà a Roma ORLIAC 2021, uno dei più importanti convegni mondiali di otorinolaringoiatria. Lo scopo è quello di offrire un aggiornamento su tutte le innovazioni introdotte nell'ultimo biennio in tema di rinologia, otologia, vestibologia, laringologia e faringologia. La sede è l'Auditorium Antoniano di viale Manzoni a Roma. Presidente del convegno il prof. Maurizio Barbara. La sede del convegno è facilmente raggiungibile con la metropolitana linea A - direzione Ananigna - fermata Manzoni.

Ci sarà un corso preliminare tenuto dal prof. I. Gerlinger che sarà dedicato alla dissezione dell'osso temporale. E' noto a tutti che l'osso temporale è l'osso che contiene l'orecchio ed è l'osso dall'anatomia più complicata del corpo umano. La dissezione del temporale e le vie d'accesso attraverso quest'osso hanno sempre affascinato gli otologi. 

UTET zini govoni mastoidectomia sacco torinoDa Carlo Zini e Carlo Govoni - Chirurgia della vertigine
UTET Torino 1989 mastoidectomia sub totale

 

Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

carlo govoni camice bianco milano

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 4305 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 27834 visitatori
biopsia-prelievoLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 52387 visitatori
esame-olfattoL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 36082 visitatori
chirurgia-ambulatorialeInterventi chirurgici ambulatoriali sono quelli che si possono eseguire in anestesia locale in pazienti collaboranti. Le malattie che si possono curare con questi trattamenti sono numerose. Non si deve pensare che gli interventi in anestesia locale siano meno importanti degli interventi che si eseguono col paziente completamente addormentato. Si ricorda che una semplice biopsia, cioè l’asportazione di un...
Letto da 24162 visitatori
crenoterapiaLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 13027 visitatori
consulenze-tecnicheLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili, qui esporrò le mie idee in tema di Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' in questa che viene spesso interpellato l'otorinolaringoiatra. Le circostanze più frequenti sono gli incidenti stradali, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono problemi di carattere...
Letto da 20781 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono molto diversi tra loro.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se alcuni interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale),...
Letto da 23818 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti e permette di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Il medico che si occupa di questi problemi si definisce vestibologo o otoneurologo. Nel senso più completo del termine l'otoneurologia comprende le funzioni vestibolare e uditiva. Quest'ultima non sarà affrontata in questo articolo, ma si rimanderà ad altri articoli...
Letto da 13608 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com