NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia Testa e Collo
Master in vestibologia

Tel. 3358040811  -  NO SMS  -  NO WhatsApp     

Testi

Se vogliamo sapere come si fa a pulire le orecchie e interroghiamo un motore di ricerca troveremo cento sciocchezze e una verità; il difficile è saper riconoscere la verità. Molti sostengono che l'acqua ossigenata è il rimedio giusto per la pulizia delle orecchie; altri dicono che non è vero.
Purtroppo Internet è una piazza "democratica" dove tutti hanno il diritto di parlare, ma quando si parla di salute non dovrebbe essere così.

Sarebbe auspicabile che si potesse capire subito chi ha scritto l'articolo. Una cosa è chi parla o scrive quando ha una cultura scientifica alle spalle, tutt'altra cosa è chi scrive perchè ricorda quello che gli ha detto la nonna o la vicina di casa. La medicina è una scienza molto complicata, dove il medico è un po' scienziato e un po' artista. L'otologia è una parte della medicina che racchiude i concetti di arte e scienza, è quindi un argomento complesso, dove esistono ancora dubbi e certezze.

Il pericolo attuale più importante è che chiunque può aprire un sito Internet e scrivere su qualsiasi argomento. Uno degli argomenti più richiesti dai navigatori sono proprio i consigli sulla salute. Così ci sono molti siti e ogni sito per soddisfazione di chi lo amministra e, anche per motivi economici, viene creato per essere visitato da molte persone. Se un sito è frequentato allora alcune ditte sono disposte a pagare per inserire la loro pubblicità in quelle pagine WEB. La logica del profitto è superiore alla logica della morale. Ai proprietari di un sito Internet non importa nulla se i testi espongono concetti rigorosi sul piano scientifico o riportano le fantasie della raccontate dalla vicina di casa. L'importante è che i testi siano avvincenti per i navigatori e siano letti. Molte volte si trovano articoli dove l'unica cosa interessante è il titolo, ma non certo il contenuto. Purtroppo per la logica di chi ha creato Internet e i motori di ricerca è importante che quell'articolo richiami l'attenzione di molte persone. Una macchina non potrà mai giudicare il contenuto di un testo. Forse con l'intelligenza artificiale ci avvicineremo a risolvere questo problema, ma al momento ho ancora parecchi dubbi.

Tra le tante sciocchezze che si leggono nelle pagine WEB ci sono i consigli per pulire le orecchie. Tutti sognano dal punto di vista chimico di trovare il solvente per il cerume e sperano di creare un prodotto in spray o in goccie per poterlo commercializzare. Tantissime persone si ingegnano con siringhe senz'ago, perette, bastoncini cotonati o altre diavolerie simili e sperano di non aver mai bisogno del medico. Oggi queste persone appaiono come persone generose e competenti che diffondono i loro consigli. In realtà vogliono solo attirare l'attenzione al loro sito.

Il fai da te nella pulizia delle orecchie è meglio non farlo.  Solo in casi di emergenza si potrà cercare di fare qualcosa autonomamente.

Il primo passo per pulire un orecchio sarà sempre guardare dentro i condotti uditivi e vedere se sono pulite o sporche. NESSUNO RIESCE A GURADARE DENTRO ALLE PROPRIE ORECCHIE. Qualora sia presente del cerume la sua rimozione dovrà essere fatta dallo specialista con gli strumenti più idonei per quel particolare tipo di situazione. Anche tra gli specialisti otorinolaringoiatri non esiste il modo giusto per pulire le orecchie di tutti. La mia opinione è che SI DEVE CERCARE IL MIGLIOR MODO PER ASPORTARE IL CERUME AL PAZIENTE CHE SIEDE DI FRONTE A NOI.  Lo specialista deve essere in grado di mettere in atto diverse tecniche ed adattarle allo specifico caso.

Se uno specialista otorinolaringoiatra vi dice che "TUTTI I TAPPI DI CERUME SI DEVONO TOGLIERE COSI' .... e descrive la sua tecnica" il mio suggerimento è semplice: cambiate specialista!   Il cerume ha caratteristiche diverse da persona a persona ed anche i condotti uditivi sono diversi da persona a persona. Lo specialista deve scegliere la tecnica più idonea per il caso che ha di fronte.

 

orecchio spray gocce pulizia auricolare lavaggio cerumenolitici govoni

In questa foto due prodotti per pulizia auricolare che si possono acquistare in farmacia senza ricetta.
1 - prodotto spray      2 - prodotto in gocce
Questi prodotti sono un valido aiuto per la salute delle orecchie.
Andrebbero usati molto spesso quando l'orecchio è pulito.
Se nell'orecchio c'è un tappo di cerume questi prodotti vanno usati ugualmente, 
ma provocano un senso di orecchio chiuso peggiore rispetto a quanto avevate prima di usarli.
In questi casi al loro uso deve seguire una visita otorinolaringoiatrica

 

In alcuni siti vengono dettate delle procedure per la pulizia delle orecchie dal cerume. Quasi tutte queste procedure sono perentorie e non ammettono dubbi. Per tutti coloro che dettano norme per la pulizia auricolare il guardare dentro l'orecchio, cioè fare una otoscopia, è una manovra inesistente. Faccio un esempio. Dicono che si deve prendere acqua ossigenata al 3% (10 volumi) e diluirla in parti uguali con acqua tiepida. Alcuni dicono di mettere la miscela così ottenuta con un contagoccie nel condotto uditivo, lasciare agire per 5 minuti e poi lavare il condotto con il contagoccie. Faccio l'otorinolaringoiatra da oltre trent'anni ed ho sempre sostenuto che gli strumenti per fare il lavaggio (siringe o siringoni) devono essere scelti con cura, perchè solo con alcuni si riesce a fare la pulizia auricolare. Ritengo impossibile riuscire a togliere un tappo di cerume con un contagoccie. Non l'ho mai fatto, ma la pressione che si esercita con un contagoccie è talmente minima che mai potrà essere sufficiente per togliere un tappo. Mi sono fatto un'idea del perché tra i consigli sanitari che si trovano in Internet ci siano tante assurdità. Scrivere testi validi è difficile e ci vuole tempo. Credo che alcuni copywriter (scrittori pubblicitari) prendono testi stranieri, li traducono con un traduttore automatico, e poi li diffondono nei loro siti. Alcune parole sono tradotte in modo inappropriato e il contenuto viene stravolto. Al gestore del sito non interessa nulla, l'iportante è che le persone leggano quel testo e, ancor meglio, se lo commentano e lo premiano con 5 stelle.

L'otoscopia, cioè vedere dentro al condotto e capire quale tipo di cerume dovrà essere rimosso, è un passo fondamentale. Il cerume non è sempre uguale. Ci sono tappi di cerume secchi e duri, altri di consistenza molle, altri ancora sono formati da pelle desquamata. Altri nascondono una otite esterna o una micosi.

Togliere il cerume non è una manovra semplice.
Tutti i condotti uditivi sono diversi tra loro, alcuni sono particolarmente stretti e angolati.
Tutti i tappi di cerume sono diversi, alcuni contengono polveri dell'ambiente di lavoro, altri sono molli, altri ancora duri. Alcuni tappi sono dove la natura li ha creati, altri sono stati spinti e compressi dall'uomo contro la membrana facendo un largo uso di bastoncini acuricolari. Ci sono anche persone che si grattano le orecchie con chiodi o con forcine per capelli, a volte si provocano piccole ferite e il sangue si mescola al cerume.
I tappi possono anche non essere di cerume, ma micotici, oppure contenere molte cellule desquamate come nella psoriasi, a volte sono delle secrezioni purulente diventate secche e dure.
La variabilità dei tappi di cerume è notevole, inoltre l'orecchio è un organo delicato. Solo in momenti particolari come i primi mesi dell'infezione da Covid-19 dove non si poteva uscire di casa era logico che chi si sentiva l'orecchio tappato cercasse di provvedere con automanovre, ma escluso quei particolari momenti, il tappo di cerume richiede la visita di un medico.

Qualcuno potrà ribattere che invece di acqua tiepida come usano usualmente gli otorinolaringoiatri bisogna usare acqua ossigenata 3% diluita. L'acqua ossigenata diluita in parti uguali con acqua (ma lo stesso sarebbe se fosse utilizzata pura) non fa nulla sul cerume. Il cerume è una sostanza grassa e l'acqua ossigenata NON è un solvente dei grassi. L'acqua ossigenata, detta più propriamente perossido di idrogeno (H2O2) ha un debole potere battericida, quindi è un disinfettante, ma il cerume è un prodotto naturale delle ghiandole sebacee, nel comune tappo di cerume non c'è alcuna infezione. Pertanto mettere un liquido disinfettante nell'orecchio è inutile e non favorisce la rimozione di un tappo. Tutti sanno che l'acqua ossigenata ha un effetto sbiancante, ma sul tappo di cerume anche questo è un effetto inutile. E' irrilevante che il tappo da bruno scuro diventi bruno chiaro.
In molti siti che consigliano di instillarsi nelle orecchie acqua ossigenata si dice che oltre a liberare l'orecchio dal cerume fa guarire da eventuali infezioni. Questo è in parte vero. Ho appena scritto che l'acqua ossigenata è un disinfettante e quindi può uccidere qualche germe. Germi deboli possono morire sotto l'effetto di queste soluzioni con acqua ossigenata, ma quelle persone che pensano di curare le otiti con l'acqua ossigenata non sanno che nelle secrezioni auricolari da otite esterna si trovano parecchi germi. Cito i più frequenti: Pseudomonas Aeruginosa, Proteus Mirabilis, Enterobacter Cloacae, Acinetobacter, Klebsiella pneumoniae, Enterobacter aerogenes, Streptococchi, ecc. Tutti germi molto resistenti, nei confronti dei quali l'acqua ossigenata non fa nemmeno solletico. Tutte otiti esterne che sono curabili molto bene con adeguata terapia antibiotica.
Qualcuno potrebbe dire: «sarà pur vero che l'acqua ossigenata non fa nulla, però non fa male.»
Anche questa è una parziale verità. E' vero che non peggiora la situazione ma se uno mette acqua ossigenata nelle orecchie e vede che i suoi problemi restano invariati, non pensa immediatamente che il rimedio non funziona. Pensa che ci vorrà tempo, poi è facile che il dolore e i fastidi provocati da un'otite abbiano un andamento oscillante e qundi ci sia un miglioramento. Se ci sarà un miglioramento è facile che questo venga attribuito all'acqua ossigenata. Cosa succede? Il tempo passa, chi ha una otite esterna non guarisce, i germi dentro all'orecchio proliferano. Lo specialista si trova costretto a combattere con germi che hanno avuto il tempo di proliferare anche per settimane, le loro secrezioni vengono ad avere una strana colorazione. Sono più chiare (effetto sbiancante dell'acqua ossigenata) e quindi la diagnosi diventa più difficile. Lo specialista con l'otoscopia non riesce ad individuare esattamente il germe che ha provocato l'otite, ma il colore della secrezione lo aiuta molto nel fare una diagnosi precisa. Il vedere tutto bianco fa perdere un parametro utile per la diagnosi.
Quando vedo secrezioni auricolari molto chiare chiedo ai pazienti se hanno instillato acqua ossigenata nel condotto. Alcuni dicono di sì, altri temono di essere sgridati e dicono di no. E' interessante cercare di capire la psicologia di queste persone. Sono coscienti di aver fatto una sciocchezza, ma non lo vogliono ammettere per non passare per creduloni.
Preciso che l'acqua ossigenata può sbiancare anche i peli presenti all'interno del condotto uditivo. Se lo specialista vede qualche pelo bianco (normalmente i peli sono neri) è evidente che la persona ha fatto uso di perossido di idrogeno.

Tra le malattie più difficili da curare dell'orecchio esterno ci sono quelle sostenute da miceti. Molti miceti appartengono al genere "Candida Albicans" e pertanto si presentano come una secrezione biancastra, spesso simile ad un tappo. Se abbiamo usato una sostanza sbiancante (acqua ossigenata) diventa difficile la diagnosi differenziale tra candidosi e otite esterna batterica. Se avete usato l'acqua ossigenata correte il rischio che lo specialista non riesca a distinguere una otomicosi da una otite comune. In un certo senso lo avete indotto a sbagliare e ad una diagnosi errata conseguirà ovviamente una terapia sbagliata.

Un'ultima considerazione. Gli animali si mettono l'acqua ossigenata nelle orecchie? Non credo proprio. Cosa fanno per la cura delle loro orecchie? Nulla. Con l'eccezione dei cani che hanno le orecchie basse, tutti gli altri animali difficilmente si ammalano di otite e non si puliscono le orecchie.
Fate altrettanto. Quando sentite un prurito irresistibile o lamentate dei fastidi andate da un medico che con l'otoscopio vi guarderà le orecchie e deciderà cosa fare. Dentro ad un condotto si può trovare di tutto. Per esempio un tappo di cerume o una otite o una otomicosi o un corpo estraneo (in un orecchio ne ho trovati due) o un tumore maligno del condotto o una stenosi del condotto o una ipertricosi o un osteoma o qualsiasi altra malattia o .... anche nulla.

Provate ad immaginare una persona che si convinca che per pulirsi le orecchie deve instillare acqua ossigenata. Immaginiamo che dalla sensazione di sottile gorgoglio ricavi un beneficio e aspetti qualche giorno. Continuamo a pensare che la sensazione di orecchio chiuso persita da un lato. La persona continua a insitillare acqua ossigenata tutti i giorni, anche due volte al giorno. Dopo un anno sente ancora l'orecchio chiuso, non ha dolore e vede una goccia di sangue sul cuscino. Si preoccupa e va dal medico. La diagnosi è carcinoma del condotto uditivo. Non è mio costume fare allarmismo, questo è solo un esempio. Tenete presente che avere comportamenti irrazionali può avere conseguenze disastrose. Nello specifico il comportamento irrazionale è curare da soli un problema che non si è in grado di comprendere.

 

otoscopi orecchio visione suono govoni otoneurolaringologoEsempio di set per otoscopia 

 

Quando avete dei fastidi ad un orecchio andate dal medico e chiedetegli di guardarvi l'interno del condotto con l'otoscopio. Una volta molti medici eseguivano lavaggi. Oggi lo fanno in pochi. L'importante è che il vostro medico di fiducia vi dica se vede le vostre orecchie pulite e se vede una membrana timpanica normale. Se l'orecchio contiene cerume e il sanitario non si sente in grado di puliverlo prendete atto. A questo punto dovete fare una cosa sola: andare da uno specialista ... e non chiedere a un motore di ricerca che cosa devo fare.

 

orecchio padiglione suono govoni otoneurolaringologo

 

Non curate mai da soli un problema otologico.
Nella visita medica per l'orecchio è importante guardare,
nessuno è in grado di vedere l'interno del proprio orecchio.

Solo un medico, dopo aver guardato, potrà darvi un consiglio serio.
Non esisterà mai il motore di ricerca che vi dirà cosa dovete fare se avete fastidio ad un orecchio.

 

Per prenotare una visita ORL col dott. Carlo Govoni   tel. 3358040811 
Se vuoi leggere notizie generali su questo sito vai alla pagina di Benvenuto ...

 

Ti ha interessato questo argomento? 

Allora potrebbe anche interessarti anche "che cos'è il cerume?" e "cosa fare per la pulizia auricolare".

 

Intervista al dott. Carlo Govoni condotta da Sara Gelli sul settimanale TEMPO  in tema di otiti e pulizia auricolare

 

Vedi anche: Presenze nel WEB

 

La libera professione in otorinolaringoiatria

 

Carlo Govoni visita ed opera presso il Columbus Clinc Center di Milano e l'Hesperia Hospital di Modena.

 

 .

 

 

152088   200122

 

 

 

 

 

Una delle domande che più spesso viene rivolta agli otorinolaringoiatri è: cosa si deve fare per lavarsi bene le orecchie?

Innanzitutto cerchiamo di capire perchè le orecchie si sporcano. Nella pelle che riveste i condotti uditivi sono presenti delle ghiandole che producono cerume. E' questa una sostanza naturale e, contrariamente a quello che molti pensano, è utile perchè ha un debole potere battericida. Pertanto ci difende dalle lievi infezioni dell'orecchio. Il cerume spesso si compatta nei condotti e forma un ammasso consistente denominato tappo di cerume. Provoca fastidio, sensazione di orecchio chiuso (fullness) e rimbombo della propria voce (autofonia). Il tappo si forma per motivi naturali, ma a volte il comportamento di alcune persone ne favorisce la sua formazione. Desidero qui elencare le situazioni che facilitano la formazione di tappi.

 

Il 21 febbraio 2020 si è tenuto a Roma un corso di aggiornamento sulle nuove frontiere della otoneurologia. Il corso è stato magistralmente organizzato dal prof. Ralli e ha visto la partecipazione dei migliori esperti italiani del settore. Particolare interesse ha suscitato la lezione del prof. Pettorossi. Il prof. Ralli ha fatto una presentazione sulle difficoltà di equilibrio nel paziente anziano. Ha introdotto il tema con una splendida disamina sul concetto di presbistasia, precisando che non si tratta di fenomeno patologico, bensì è un fenomeno fisiologico.

corso vestibologia roma febbraio 2000 govoni

 

Il gruppo di vestibologi che si sono perfezionati all'Università La Sapienza di Roma sotto la guida del prof. Giovanni Ralli si ritrovano tutti gli anni per una giornata di aggiornamento.

Quest'anno [2024]  l'incontro è avvenuto il 2 marzo.  L'argomento è sempre uno solo: la vestibologia. La vestibologia, detta anche otoneurologia, è quella parte della medicina che si occupa dei disturbi dell'equilibrio e dell'orientamento spaziale. E' una disciplina non recente, ma si è notevolmente perfezionata soprattutto nel ventunesimo secolo. Sono stati i progressi nella radiologia (imaging), nello strumentario di videoregistrazione del nistagmo e nelle più recenti conoscenze sulla fisiologia dell'apparato vestibolare che hanno portato ad un rinnovato interesse per questa materia.

Il gruppo di studio è sorto nell'anno accademico 2017/2018 durante il primo Master di Vestibologia di secondo livello. La sede degli incontri è sempre stata Roma e ci auguriamo che questa felice giornata possa ripetersi nel tempo in questa città.  Il 2 marzo 2024 il prof. Giovanni Ralli, come sempre, ha presentato un programma denso di contenuti. Si è parlato delle risposte dell'apparato vestibolare dal livello puramente riflesso a quello percettivo e cognitivo. Al terzo convegno di aggiornamento hanno partecipato numerosi medici ed otoneurologi. 

 

universita la sapienza roma govoni vestibologia

 

Uno degli argomenti più interessanti sono state le novità in tema di malattia di Meniere. Nel corso della giornata si aperta una interessante discussione sulla vestibologia dell'infanzia ed in particolare sull'evoluzione delle risposte vestibolari in rapporto all'età. Altri argomenti che si sono rivelati particolarmente utili per gli aggiornamenti proposti sono: la vertigine emicranica, la neurite vestibolare , la sindrome di Minor  e anche i rapporti tra OSAS e apparato vestibolare.
Un argomento interessante dove le conoscenze stanno migliorando è l'Instabilità Posturale Percettiva Persistente (PPPD) detta anche più semplicemente instabilità posturale. Si tratta di una malattia ancora non ben definita, dove si intrecciano problemi periferici e centrali ed anche uno stato d'ansia.

 

Dal 19 al 21 giugno 2012 si è tenuto a Roma il 42° Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni.  I temi trattati sono stati particolarmente interessanti.

medico scrive ricetta referto govoni otorino

Si è discusso di 
- Il contributo della medicina legale alla medicina personalizzata.
- Malattie asbesto correlate: dal riconoscimento all’indennizzo ed al risarcimento del danno.
- La medicina assicurativa: evoluzione normativa, di sistema e prospettive future.
- Abuso delle età fragili: minori e anziani. 
- Le condizioni di fragilità, il consenso, l’amministrazione di sostegno e l’interdizione. 
- Abuso delle fasce sociali deboli: senza fissa dimora, detenuti, malati, tossicodipendenti, immigrati.

Il 21 giugno 2012  medici legali, giuristi e importanti esponenti del mondo assicurativo si sono confrontati sulle principali problematiche che riguardano la valutazione del danno alla persona. Questo argomento è stato oggetto di recenti modifiche legislative.

 

Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

carlo govoni camice bianco milano

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

per prenotare una visita col
dott. Carlo Govoni
per qualsiasi sede
Tel. 3358040811

NO SMS    NO WhatsApp

 

Eccellenze Italiane

COLUMBUS CLINIC CENTER è una prestigiosa casa di cura privata di Milano. Si trova in via Michelangelo Buonarroti, 48 - zona CITY-LIFE. Qui il dott. Carlo Govoni esegue visite specialistiche e interventi chirurgici. Il Centro è convenzionato con le più importanti assicurazioni private.

milano columbus clinic center aree cliniche

Per prenotare una visita col dott. Carlo Govoni nei giorni o negli orari in cui l'ufficio prenotazioni è chiuso potete chiamare 3358040811   NO SMS

 

 

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
Potete trovare articoli scritti da Carlo Govoni

diagnosi e terapia rivista

 

www det.it  category/articoli/otorinolaringoiatria/

 

INTERVISTA  a
Carlo Govoni

tempo logo carpi modena govoni otorino

Sul settimanale on-line e su carta
del 07/02/2024 c'è un articolo 
Orecchio, previeni 'tappi' e otiti

Carlo Govoni è stato intervistato da Sara Gelli.

tempo logo carpi modena govoni ottorinolaringoiatra

a MILANO

Visite di otorinolaringoiatria
dott. Carlo Govoni

milano corso magenta madonna grazie cdl otorino


CENTRO MEDICO COL DI LANA
MILANO  corso Magenta, 64

per un appuntamento
by appointment
tel. 3358040811

milano corso magenta centro medico ottimo otorino

 

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefonare al
3358040811 
NO SMS   NO WhatsApp

centralinista ascolto voce cuffia musica lavoro esame audiologia govoni otoneurolaringologia

To reserve an appointment
call  (+39)3358040811 
NO WhatsApp

call calling cell cellphone 41541 modi

Pour prendre un rendez-vous
avec Docteur Carlo Govoni

(+39)3358040811
NO WhatsApp

  CORSI di RIABILITAZIONE
VESTIBOLARE
una possibilità di guarire
dalle vertigini senza
usare farmaci

equilibriste vertigine equilibrio carlo govoni esame vestibolare

a Reggio Emilia in via
Beniamino Gigli, 7 presso

Bianalisi
Medical  Center

0522282828
3892497660 

percorsi quadrato triangolo cerchio medical center riabilitazione vestibolare govoni otorinolaringoiatra

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro ad abbassamenti della voce e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 12690 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le malattie di cui si occupa un otorinolaringoiatra sono numerose. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare...
Letto da 34169 visitatori
consulenze-tecnicheLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili, qui esporrò le mie idee in tema di Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' in questa che viene spesso interpellato l'otorinolaringoiatra. Le circostanze più frequenti sono gli incidenti stradali, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono problemi di carattere...
Letto da 26474 visitatori
impedenzometriaL'impedenzometria o esame impedenzometrico serve per studiare la motilità della membrana timpanica e altre funzioni uditive in modo oggettivo. Per valutazione oggettiva si intende un esame eseguito completamente da una macchina, senza la necessità della collaborazione del paziente. L'esame impedenzometrico è una metodica strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Proprio perché...
Letto da 71218 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti e permette di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Il medico che si occupa di questi problemi si definisce vestibologo o otoneurologo. Nel senso più completo del termine l'otoneurologia comprende le funzioni vestibolare e uditiva. Quest'ultima non sarà affrontata in questo articolo, ma si rimanderà ad altri articoli...
Letto da 21020 visitatori
esame-vestibolare-visita-vestibologicaLa visita vestibologica è quella visita che comprende l'esame vestibolare o esame otovestibolare ed è finalizzata a curare i soggetti affetti da vertigine. La vertigine è l'alterazione del senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma è anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto...
Letto da 88272 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica è rivolta a pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario; le manovre che lo specialista utilizza non provocano dolore.Con la visita si valutano le orecchie (otoscopia o se eseguita al microscopio: otomicroscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore oppure rinofibroscopia se eseguita con fibre ottiche) e la laringe (laringoscopia indiretta oppure...
Letto da 87373 visitatori
visita-specialistica-domicilio-pazienteQuando una persona per motivi di salute è impossibilitata a venire in studio sono disponibile per eseguire visite otorinolaringoiatriche a domicilio del paziente. Le visite a domicilio sono particolarmente indicate per bambini molto piccoli e persone anziane. A domicilio posso eseguire anche esami audiometrici, impedenzometria, esami vestibolari ed indagini fibroendoscopiche. Per prenotare una visita domiciliare telefonate al ...
Letto da 28502 visitatori
biopsia-prelievoLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 76090 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com