NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

Testi

La terapia delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) è molto complessa a causa delle diverse cause che determinano questa malattia. In altro articolo è stato spiegato che le cause sono molteplici e alcune non ben identificate.

I provvedimenti terapeutici si inquadrano in tre gruppi:
- Ventilazione a pressione positiva delle prime vie aeree (CPAP)
- Terapia ortodontica
- Interventi di competenza otorinolaringoiatrica. 

ragazza dorme sleep apnea govoni pixabay

Le apnee ostruttive nel sonno (OSAS) sono una malattia sostenuta da diverse cause, alcune ben identificate, altre meno chiare. Sulle caratteristiche di questa malattia si rimanda allo specifico articolo sulle OSAS.

Vediamo ora quali sono le cause di questa malattia nei bambini.
1 - Ipertrofia adeno-tonsillare
2 - Anomalie cranio-facciali
3 - Malattie neuromuscolari

Esistono situazioni cliniche che favoriscono l'instaurarsi di una sindrome delle apnee ostruttive nel sonno. Queste sono:
- obesità
- soggetti atopici (soggetti con predisposizione genetica alle malattie allergiche)
- deviazione del setto nasale 
- presenza di polipi nel naso
- laringomalacia
- anemia falciforme 

bambino dorme sleep apnea govoni pixabay

I sintomi che colpiscono i bambini affetti da sindrome delle apnee nel sonno sono molti. Sulla base della sola sintomatologia è difficile poter arrivare ad una diagnosi. Gli elencherò in ordine di frequenza.
a) Russamento. E' questo il sintomo più frequente, caratterizza la quasi totalità dei casi (95%).
b) Sudorazione notturna. Sintomo molto frequente, circa 87-88%.
c) Perdita di saliva durante il sonno.
d) Stanchezza durante il giorno.
e) Respirazione a bocca aperta durante il giorno.
f) Incubi nel sonno. Sono presenti in oltre il 60% dei casi.
g) Risonanza nasale della voce.
h) Sonnambulismo. E' presente in oltre il 55% dei casi.
j) Agitazione durante il sonno. 45% dei casi.
k) Mal di testa al risveglio. Un terzo dei casi.
i) Bruxismo, cioè il digrignare i denti durante il sonno. 20% dei casi
l) Diminuzione del rendimento scolastico. 20% dei casi
m) Insonnia
n) Iperreattività.
o) Nausea e vomito.
p) Enuresi, cioè la perdita involontaria di urina durante il sonno. Meno del 5% dei casi.

L'apnea notturna è il sintomo caratteristico di questa malattia, però nelle descrizioni dei genitori non è presente in tutti i casi.

Tutti i sintomi qui descriti vanno indagati e raccolti dal medico nell'anamnesi.
In un altro paragrafo descriverò come si esegue la diagnosi di sindrome delle apnee nel sonno nel bambino. 
Esiste un interessante test di autovalutazione per l'adulto: Epworth Sleepness Scale

apnee nel sonno govoni woman pixabay 

 

 VEDI  - Linee guida nazionali per la prevenzione ed il trattamento odontoiatrico della sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS) - Edizione 2014.

 

Ti potrebbe anche interessare:

- Quando il russare diventa un problema

 

 

Capita a tutti di russare durante il sonno, ma in alcuni casi il russamento è il sintomo di una malattia verso la quale è importante intervenire presto.

Nella popolazione generale le persone che russano durante il sonno sono circa una su due (50%), però molto meno sono i soggetti dove il russare costituisce un problema (circa il 5%). E' importante capire se si è tra coloro che russano ed hanno un buon sonno ristoratore oppure se soffrono di qualche patologia. La malattia più importante correlata al russamento è la Sindrome delle Apnee nel Sonno o Notturne (OSAS - Obstructive Sleep Apnea Syndrome).

Uno dei test più utilizzati per capire se si soffre di sonnolenza patologica è la Epworth Sleepiness Scale (ESS). Si tratta di rispondere alla domanda: «quali probabilità ha di appisolarsi o addormentarsi nelle seguenti otto situazioni?»  La risposta va data non tenendo conto delle abituali condizioni di stanchezza.  Le risposte possibili sono quattro con questi punteggi.
Punti 0 = non mi addormento mai
Punti 1 = mi addormento molto raramente
Punti 2 = ho una discreta probabilità di addormentarmi
Punti 3 = mi addormento quasi sempre

 
                                               situazione   0     1     2     3  
  comodamente seduto mente leggo
  seduto in poltrona mentre guardo la TV
  seduto comodamente, inattivo, in un luogo pubblico
      (a teatro, al cinema, durante una conferenza)
  passeggero in automobile, per almeno un'ora senza sosta   
  sdraiato per riposare, nel pomeriggio
  seduto mentre parlo con qualcuno
  seduto dopo aver pranzato e senza aver bevuto alcoolici
  in automobile, fermo per pochi minuti, nel traffico

 

 somma punti    

 

Fino a 9 il punteggio è da ritenersi normale, da 9 a 14 si deve parlare si sonnolenza diurna, mentre da 15 a 24  siamo di fronte ad una grave sonnolenza diurna.

Il primo passo da fare in caso di sospetta Sindrome delle Apnee Notturne è una visita con esame clinico otorinolaringoiatrico. Lo specialista valuterà soprattutto la pervietà respiratoria nasale e laringea. Altro aspetto importante è la conformazione del palato, in particolare il palato molle. Esistono alcuni medici, spesso con preparazione diversa da quella otorinolaringoiatrica, che si dedicano con estrema perizia allo studio del sonno e problemi correlati, spesso si tratta di neurologi, cardiologi e pneumologi.

Un esame particolarmente indicato per una miglior definizione diagnostica è la polisonnografia. Si tratta di una procedura strumentale diagnostica che misura quattro parametri vitali durante il sonno di una persona. I parametri che vengono registrati sono: respirazione, ossigenazione (saturazione di O2), frequenza del battito cardiaco, presenza di apnee nel sonno. La polisonnografia è l'esame migliore e non invasivo per lo studio dei disturbi del sonno. Viene considerato il gold standard per queste patologie ed in particolare per la diagnosi di Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno.

Un passo ulteriore che potrà essere consigliato dallo specialista è la Sleep Endoscopy; cioè una endoscopia delle vie aeree digestive superiori durante un sonno indotto dall'anestesia generale. E' una procedura che dura circa 15 minuti e normalmente viene eseguita in Day Hospital.

endoscopio fibroscopia ottica flessibile flexible endoscope pediatrico govoni specialista otorinoIl fibrolaringoscopio flessibile è lo strumento che viene utilizzato
normalmente per eseguire la Sleep Endoscopy

 

Quali sono le terapie per combattere il russamento e le malattie del sonno?

Le terapie sono diverse.

Terapia comportamentale / posizionale. E' la forma più semplice di trattamento, si cerca con l'aiuto di cuscini e del convivente di far assumere al paziente un comportamento diverso durante il sonno. Rientra nella terapia comportamentale anche il far cambiare le abitudini di vita del paziente. I punti importanti sono il calo di peso, l'incrementare l'attività fisica e modificare la dieta.

Terapia con CPAP. Si tratta di utilizzare un apparecchio che migliora la ventilazione notturna. L'apparecchio si chiama CPAP (Coninous Positive Airways Pressure). Questo apparecchio impedisce il collasso delle vie aeree superiori, cioè della principale causa delle apnee, perché aumenta la pressione dell'aria contenuta nello spazio respiratorio nasale e faringeo. Si tratta di un piccolo ventilatore con umidificatore ed una maschera facciale. Non tutti tollerano questo apparecchio, ma tra coloro che lo utilizzano regolarmente, la letteratura medica riporta che una percentuale molto alta, vicino al 100%, dei pazienti affetti da OSAS trova beneficio dall'utilizzo della CPAP.

Terapia con dilatatori nasali e palatali. I dilatatori nasali servono esclusivamente per le narici e agiscono solo sulla parte cartilaginea, cioè la punta del naso. Esistono, anche se sono molto pochi, dei soggetti che presentano una caduta della punta, spesso di natura post-traumatica. In questi casi il dilatatore delle narici, sia in forma di cerotto o in forma di alette da applicare prima di coricarsi, da buoni risultati. I dilatatori del palato o dispositivi intraorali sono strumenti più complessi che vengono applicati da odontoiatri o da chirurghi maxillo-facciali che si prefiggono di spostare in avanti la mandibola o la lingua. Apparecchi di avanzamento mandibolare (Mandibular Advancement Device - MAD) cercano di ottenere gli stessi risultati della chirurgia in modo lento e progressivo. Analogo discoso viene eseguito con i dispositivi di bloccaggio della lingua (Tongue Retaining Device - TRD oppure TDR). Questi apparecchi servono per evitare la caduta della lingua verso il faringe. Tutti questi dispositivi si applicano solo alla notte.

Terapia chirurgica. I trattamenti chirurgici possono essere miniinvasivi o molto aggressivi. In passato si è dato ampio spazio all'avanzamento maxillomandibolare e all'uvolo-palato-faringo-plastica (Uvulo Palato Pharyngo Plasty - UPPP). Sono questi interventi molto importanti eseguiti soprattutto da chirurghi maxillo-facciali e da alcuni otorinolaringoiatri che si sono dedicati a questa chirurgia. Trattamenti meno invasivi sono gli interventi sul setto nasale, sui turbinati e sul palato molle 

 

apnee nel sonno govoni woman pixabay

 

Ti potrebbe anche interessare:

Consigli per addormentarsi quando si soffre di acufeni

 

 

 

La sindrome da apnea ostruttiva nel sonno detta anche OSAS è un disturbo respiratorio che interessa molti bambini. L'acronimo OSAS deriva dalle parole inglesi Obstructive Sleep Apnee Syndrome.

La sindrome da apnea ostruttiva nel sonno nel bambino è un disturbo della respirazione che si verifica durante il sonno e si caratterizza per episodi prolungati di ostruzione parziale (ipopnea) e/o episodi intermittenti di ostruzione completa delle alte vie respiratorie (apnea), tali da alterare la normale ventilazione e da modificare l'architettura del sonno.
Questo comporta una diminuzione dei valori della saturazione di ossigeno ed un possibile aumento dell'anidride carbonica (CO2) nel sangue.
I disturbi respiratori del sonno sono:
- il russamento
- UARS - Upper Airways Resistence Syndrome
- OSAS - Obstructive Sleep Apnee Syndrome
- CCHS - Congenital central Hypoventilation Syndrome  o Sindrome di Ondine
- SIDS - Sudden Infant Death Syndrome  [sindrome della morte improvvisa del lattante]

bambino dorme sleep apnea govoni pixabay

 

Nell'anno accademico 2017 / 2018 presso l'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma si è tenuto il primo Master di secondo livello di Vestibologia. Al master hanno partecipato alcuni specialisti in otorinolaringoiatria che si dedicano con particolare passione alle malattie dell'equilibrio. La soddisfazione dei discenti è stata unanime. Si è anche creato un gruppo di studio che si incontrerà di nuovo a Roma. Il corso è stato magistralmente organizzato e diretto dal prof. Giovanni Ralli del dipartimento Organi di Senso del Policlinico Umberto I°.

roma policlinico umberto miglior ospedale govoni otoneurologo vestibologo otorinolaringoiatria

 

 

 

 

 



Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

carlo govoni camice bianco milano

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 4282 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 27821 visitatori
consulenze-tecnicheLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili, qui esporrò le mie idee in tema di Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' in questa che viene spesso interpellato l'otorinolaringoiatra. Le circostanze più frequenti sono gli incidenti stradali, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono problemi di carattere...
Letto da 20763 visitatori
biopsia-prelievoLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 52360 visitatori
esame-vestibolare-visita-vestibologicaLa visita vestibologica è quella visita che comprende l'esame vestibolare o esame otovestibolare ed è finalizzata a curare i soggetti affetti da vertigine. La vertigine è l'alterazione del senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma è anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto...
Letto da 71881 visitatori
crenoterapiaLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 13013 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 16814 visitatori
impedenzometriaLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 58663 visitatori
esame-olfattoL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 36053 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com