NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia Testa e Collo
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

IN QUESTO SITO NON C'E' PUBBLICITA'

Testi

Il neurinoma dell'acustico è un tumore benigno che si sviluppa nella fossa cranica posteriore, a carico dell'ottavo nervo cranico. L'ottavo nervo è anche chiamato nervo acustico (VIII). E' questa una definizione molto usata, ma improrpia. L'ottavo nervo è formato da due nervi distinti: il cocleare (che parte dalla coclea - organo dell'udito) e il nervo vestibolare (che parte dal labirinto - organo dell'equilibrio). La denominazione più corretta è nervo vestibolo-cocleare. Questa definizione rende meglio il concetto che si tratta di due nervi appaiati, sensitivi, che trasportano afferenze diverse.
Dal punto di vista anatomo-patologico è una neoformazione delle cellule di Schwann, quindi è più giusto definirlo schwannoma del nervo vestibolare. La dizione "neurinoma dell'acustico" è entrata nell'uso comune, anche nel linguaggio scientifico, e pertanto continuo ad usare il termine neurinoma.

Il nervo vestibolo-cocleare esce dall'osso temporale (cioè dall'osso che contiene la coclea e il labirinto) dal condotto uditivo interno. Percorre questo condotto assieme al nervo facciale e ad importanti vasi arteriosi e venosi. Il nervo vestibolo-cocleare (o acustico) si getta nell'angolo ponto-cerebellare e qui penetra nel tronco dell'encefalo.
La sintomatologia del neurinoma nelle sue fasi iniziali è molto varia. Sono sintomi e segni aspecifici la comparsa di un acufene monolaterale, una ipoacusia percettiva lieve di un solo orecchio limitata alle frequenze acute, una difficoltà a comprendere le parole sempre in un singolo orecchio, sfumati disturbi dell'equilibrio. 
In base all'estensione del tumore si riconoscono quattro gradi.
Primo grado: il neurinoma è piccolo e si estende solo nel condotto uditivo interno. 
Secondo grado: il tumore esce dal condotto uditivo interno e protrude nell'angolo ponto-cerebellare senza esercitare particolari pressioni su altre strutture anatomiche. Protrusione solitamente inferiore al centimetro.  
Terzo grado: la neoplasia esce dal condotto ed entra in contatto con il ponte e il cervelletto, senza esercitare una compressione significativa.
Quarto grado: il neurinoma dell'acustico è di importanti dimensioni ed esercita compressione sul tronco encefalico e sul cervelletto. 

Dal punto di vista clinico riconosciamo una fase di esordio (che corrisponde al primo e al secondo grado) dove i segni più importanti sono l'ipoacusia neurosensoriale retrococleare, un eventuale acufene dallo stesso lato dell'ipoacusia e vertigini.
Esiste una successiva fase otoneurologica dove si osservano i segni determinati dalla compressione delle strutture adiacenti. L'ipoacusia diventa più grave, gli acufeni più intensi, gli episodi vertiginosi più frequenti e  compare nevralgia o ipoestesia trigeminale. Ci possono anche essere segni molto sfumati di sofferenza del nervo faciale.
La fase più grave è denominata fase neurologica. Qui ci sono i segni di compressione cerebellare e bulbo-pontina. Sono presenti tutti i sintomi suddetti ai quali si aggiunge l'ipertensione endocranica. 

E' importante una accurata valutazione clinica e radiologica prima di decidere se è necessario sottoporre il paziente ad un intervento chirurgico.
La chirurgia del neurinoma prevede tre vie d'accesso.

UTET zini govoni neurinoma vie accesso

 

Come appare dalla figura sono indicate la via della fossa cranica media allargata, la via translabirintica e la via retrisigmoidea.

La via della fossa cranica media allargata

E' una via d'accesso che consente di aggredire il neurinoma dall'alto. L'obiettivo principale è la conservazione del nervo cocleare, quindi conservare l'udito. L'esperienza ha visto che non è così semplice conservare l'udito, inoltre per questa via si deve spatolare il cervello e la compressione esercitata durante l'atto chirurgico comporta un lento recupero da parte dei pazienti. Ha avuto la sua massima diffusione negli anni ottanta e novanta. Oggi è ormai abbandonata.

La via translabirintica allargata.
E' questa una via messa a punto da William House alla fine degli anni '70. Si procede con una incisione retroauricolare, si divaricano i tessuti molli fino all'esposizione della mastoide. Con fresa da taglio si apre la mastoide come per la neurectomia vestibolare, con la differenza che si dovrà cercare di ottenere un maggior spazio. Per questo motivo è stata definita via Translabirintica Posteriore Allargata (TLPA) (*). Con questa via d'accesso si perde completamente la funzione uditiva.

UTET zini govoni grosso neurinoma debrider

In questa figura si osserva un grosso neurinoma che è stato sezionato al fondo del
condotto uditivo interno e svuotato internamente con un rotodissettore.
L'operatore con un uncino lo sta separando dal nervo facciale (5) e tra poco verrà asportato.

 

Via retrosigmoidea.
E' questa una miniaturizzazione della via sub-occipitale. Il vantaggio di questa via d'accesso è che è possibile conservare il nervo cocleare e la funzione uditiva.

UTET zini govoni neurinoma retrosigmoidea

Bibliografia:
*  Carlo Zini e Carlo Govoni, Chirurgia del neurinoma dell'acustico. In Trattato di Tecnica Chirurgica, volume XII, 101-113, Chirurgia otorinolaringoiatrica, UTET, Torino.

 

Per prenotare una visita otorinolaringoiatrica col dott. Carlo Govoni   tel. 3358040811 

 

Ti potrebbero interessare anche i lavori sugli acufeni.

- uno strano ronzio nell'orecchio

 

- acufeni e ipoacusia 

 

- radiazioni emesse dai telefoni cellulari e neurinoma dell'acustico

 . 

Il dott. Carlo Govoni opera presso
Columbus Clinic Center, via Buonarroti, 48 - Milano

 

.

 

Il digiuno a intermittenza o più propriamente Intermittent fasting diet (If diet) è una dieta che viene consigliata da parecchi nutrizionisti. Non è un'idea finalizzata a perdere peso, ma molto di più.
Il principio fondamentale che regola questa dieta è un digiuno ragionato e limitato che è utile per calare di peso, ma anche per proteggere il nostro organismo dall'invecchiamento delle cellule cerebrali e non solo.
E' noto un legame tra stretto apporto di cibo e longevità. Ricordo che esiste un ormone Igf-1 (Insulin-like growth factor - fattore di crescita insulino-simile) che è importante per la crescita e lo sviluppo corporeo. Questo ormone è massimo alla pubertà e si riduce con l'invecchiamento. Recenti studi hanno dimostrato che un basso livello di Igf-1 è importante per rallentare i processi di invecchiamento. Sul fatto che sia un bene o un male avere un basso livello di Igf-1 non è una questione pacifica.
Si è capito che una dieta ipocalorica abbassa significativamente i livelli di Igf-1. Presso l'Istituto della longevità della Southern California University sono stati eseguiti studi sui topi e quelli che hanno bassi livelli di Igf-1 vivono il 40% di più rispetto agli altri. Ma ancor più importante è che sono più resistenti al cancro e alle malattie cardiovascolari.

In sintesi questa dieta ad intermittenza prevede in due giorni alla settimana una dieta di 500 calorie per le donne e di 600 per un uomo. In partica alcuni consigliano nel giorno di dieta si dovrebbe mangiare solo un uovo, una banana e un pacchetto di crakers. Sempre nei giorni di digiuno è utile bere molti liquidi come acqua, brodo, succhi di frutta. Negli altri giorni si mangia con moderazione, ma di tutto. 
Quando si raggiunge un determinato peso e un particolare benessere per il mantenimento si consiglia un giorno di If diet alla settimana.
Le malattie cardiovascolari incidono molto sulla qualità della vita, come incidono molto i deficit sensoriali acustici e visivi. E' verosimile che un giorno di If diet alla settimana possa essere d'aiuto anche nel mantenimento delle nostre funzioni visive e uditive

Occorre anche tenere presente quando è bene non fare mai una dieta con digiuno a intermittenza. Non va fatta nelle donne gravide, nelle donne che allattano e nelle persone molto magre.

bologna panorama rizzoli piazza maggiore due torri otorino modena govoni

Ti potrebbe interessare anche:
- l'udito 


- l'idrope endolinfatica 

sala operatoria strumentista fleboclisi mascherina carlo govoni otorino

 

 

Chirurgia dei lipomi del collo . 

 

Alimentazione e funzione uditiva

.

 

Curriculum vitae Carlo Govoni version française: 16 juillet 1981 Licence en Médecine et Chirurgie de l'Université de Parme.

1981 Admis au médecin-chirurgien, réalisé à Parme à la deuxième session.
17 décembre 1981 L'inscription à l'Ordre des médecins de la province de Reggio Emilia au nombre de 1908.

2 juillet 1984 Spécialisation en otorhinolaryngologie (O.R.L) à l'Université de Parme. 

1982 - cours complémentaire de bonnes pratiques d'hygiène. Université de Parme.

Année académique 1989/1990 - Cours avancé "Méthodologie clinique Maux de tête - Recherche et Thérapie", Université de Turin.

2014/2015 - Cours avancé rino-septoplastie ouvert, Université catholique du Sacré-Cœur, Rome.

Année académique 2017/2018  Deuxième niveau master en vestibologie. Université "La Sapienza", Rome

roma universita cattolica sacro cuore rinosettoplastica

Université catholique du Sacré-Cœur, Rome

 

Cours de micro-chirurgie en otologie et otoneurologie – Fondation Georges Portmann – Bordeaux -  année 1991.

cours de micro chirurgie en otologie et otoneurologie carlo govoni

 

bordeaux place de la bourse fondation portmann govoni otorhinolaryngologisteMiroir d'eau - Place de la Bourse, Bordeaux

 

Postgraduate course in ear surgery  -  Université de Nijmegen, Hollande – année 1992.

Cours Rhinologie, Hôpital de Castel San Pietro Terme (Bologne). 

 

Université de "La Sapienza" - année 2018 - Rome
roma policlinico umberto miglior ospedale govoni audiologo vestibologo otorinolaringoiatria

 

Activités professionelles comme specialist en otorhinolaryngologie. 

1982 - 1984 Docteur ORL volontarie, Clinique universitaire d'ORL de Parme. 1982 hôpital formation pratique à la département d'ORL de Reggio Emilia, USL 9. 1985 Service comme un médecin-assistant en charge, à temps plein dans le départment d'otorhinolaryngologie de Reggio Emilia, USL 9.

À partir du 1er Août 1989 au 31 Octobre 1992 en Chef de Clinique Assistant co-responsable, à temps défini dans le département d'otorhinolaryngologie Hôpital Verbania, USSL 55.  A partir du 1er Novembre 1992 au 31 Décembre 1994 en tant que service hospitalier assistant co-responsable, à temps plein dans le département d'otorhinolaryngologie Hôpital Verbania, USSL 55.  A partir du 1er Janvier 1995 au 30 Décembre 2011 Service comme directeur médical d'otorhinolaryngologie, emploi à temps plein dans le département d'otorhinolaryngologie avec une licence non exclusive, à l'ASL 14 de Omegna. Le Service a mis fin à la retraite demande volontaire.

J'ai travaillé avec la Ente National sourd et muet et je suis le médecin spécialiste du Comité pour les handicapés surdi-mutité de la province de Verbano-Cusio-Ossola.

Depuis 1984, il l'a toujours fait le travail indépendant comme otorhinolaryngologiste. Du 31 Décembre 2011 (le jour de départ à la retraite de l'hôpital) exercer une activité professionnelle exclusivement.

De 2012 à aujourd'hui effectue chirurgie O.R.L à l'Hesperia Hospital de Modène, et clinique privée Columbus Clinic Center de Milan.
Je travaille actuellement dans diverses cliniques privées à Milan, Modène, Reggio Emilia et Parma.

milano columbus clinic center otorino ent

Milan - Columbus Clinic Center - Clinique privée

 

Il est membre de l'Association Italien ORL des Chirurgia Estetica Funzionale della Faccia  AICEFF  (site Web: aicef-chirurgiaplasticafacciale ); membre de la Sociétè Italienne de Audiologie et Phoniatrie (SIAF).  



Activités chirurgical

Je cours comme les  interventions premiers opérateurs dans plusieurs de mes spécialités (O.R.L.). Chirurgie du larynx: total et partielle laringectomie. Interventions du larynx en microchirurgie endoscopique. Chirurgie des glandes salivaires. Cervicotomie et les différents types de vidange lymphatique cervical. Chirurgie des tumeurs de la cavité buccale bénigne et maligne. Amygdalectomie et adénoïdectomie. Chirurgie plastique de la cloison du nez, de rhinocéros en plastique et la décongestion des cornets. Décongestion des turbinates (cornets) radiofrequences [chirurgie mini-invasive]Sinuscopie et fonctionnelle chirurgie endoscopique des sinus de la face. Chirurgie des tumeurs cutanées bénignes et malignes de la tête et du cou et de reconstructions possibles avec rabats. Myringoplastie. Otoplastie. Septoplastie. Rinoseptoplastie. J'ai effectué une chirurgie maxillo-faciale que la réduction des fractures de la mâchoire et la réduction des fractures de la mâchoire avec les plaques application.

 

Pubblication scientifique

 C'est l'auteur en collaboration avec d'autres médecins sur quarante publications scientifiques.

Cinq chapitres du "Traité de technique chirurgicale", réalisé par A.E. Paletto volume, XII - Chirurgie O.R.L. - UTET, Turin, 1989. - Carlo Zini et Carlo Govoni -
- Chirurgie des vertiges. Pages 64-85 
- Chirurgie de la paralysie du nerf facial: endotemporale et intracrânienne. Pages 86-100
-
 Chirurgie du neurinome acoustique. . Pages 101-113 
- La chirurgie des tumeurs du glomus de veines tympaniques et jugulaires.  Pages 114-131
-
 La chirurgie des tumeurs malignes de l'oreille. Pages 132-139. 

C'est l'auteur de deux livres: 
- L'importance du diagnostic audiologique au début de l'enseignement de l'intégration linguistique et scolaire des enfants sourds.  - Institut Régional pour les aveugles "G. Garibaldi ", AGE, Reggio Emilia, 1993, pages 79.
-  La surdité de l'enfant - Edizioni scientifique Oppici, Parme, 1994, pages 240.

Collabore en tant que consultant en Oto-Rhino-Laryngologie pour la revue "Diagnosi & Terapia" de Gênes 

 

Vous pourriez être intéressé : 

http://www.reteimprese.it/105834

 

Curriculun en anglais 

 

Per instabilità (o meglio instabilità posturale) si intende un disturbo caratterizzato da difficoltà nel mantenere la posizione eretta sia statica che dinamica. L'instabilità (che gli inglesi definiscono dizzness) è diversa dalla vertigine, quest'ultima si caratterizza sempre per una componente rotatoria. Nella vertigine la rotazione può essere dell'ambiente circostante (vertigine oggettiva) oppure è il paziente che si sente ruotare (vertigine soggettiva).
L'instabilità è un sintomo che caratterizza molte patologie come quelle labirintiche, ma comprende anche le malattie che alterano la circolazione cerebrale (ictus, ischemie, ecc.), le malattie degenerative, 

L'instabilità può portare a cadute a terra, soprattutto nella popolazione con età superiore a sessantacinque anni. Ogni caduta deve essere valutata come un "evento sentinella", cioè può essere la spia di una situazione più grave. Le cadute sono importanti per far scattare la prevenzione. Quando l'instabilità comporta una caduta diventa importante una valutazione sanitaria multidisciplinare che coinvolge i medici (otorinolaringoiatri, neurologi e fisiatri) e il personale della riabilitazione. E' anche importante una valutazione multifattoriale delle cause. Nella ricerca delle cause è importante la storia clinica e l'assunzione di farmaci (soprattutto i farmaci psicotropi possono aver favorito la caduta). Altri aspetti da tenere in cosiderazione sono le condizioni muscolari del paziente, le sue capacità visive e la reattività posturale.

L'instabilità posturale si può verificare ad ogni età ma si verifica con maggiore frequenza in chi ha superato i sessant'anni. Secondo l' European Network for Savety Among Eldery sono oltre 40.000 i casi di infortuni mortali che si verificano in un anno nella Comunità Europea tra i cittadini di età superiore a sessantacinque anni in conseguenza di cadute accidentali. Tutto questo ha indotto i medici che si occupano di sanità pubblica a parlare di Sindrome da Instabilità Posturale. Sempre secondo la stessa fonte in Europa, ogni giorno, quindicimila anziani vanno incontro ad incidenti con necessità di rivolgersi ad un pronto soccorso. Tra questi circa un terzo viene ricoverato in ospedale e 275 al giorno muoiono in conseguenza della caduta.

Le cadute nelle persone anziane sono un problema sociale importante perchè per molti soggetti sono causa di disabilità permanente con conseguente peggioramento nella qualità della vita. Alcune conseguenze di una caduta in un ultrasessantenne sono la perdita della sicurezza nel camminare, la depressione e l'isolamento.

Importanti sono le valutazioni multifattoriali: si dovrà tener conto dei farmaci, soprattutto dei farmaci psicotropi,della debolezza muscolare, delle turbe visive e vestibolari, delle variazioni di pressione (soprattutto nel senso di una ipotensione), del deterioramento cognitivo e della paura di cadere.

Nei maschi anziani la principale causa di morte in seguito a caduta accidentale è il trauma cranico (29%), la stessa percentuale incide come decesso in consgeunza di frattura degli arti. Nelle donne le percentuali sono molto diverse: la mortalità in conseguenza delle fratture degli arti è molto elevata (68%) e minori sono le morti per trauma cranico.

 

      trauma cranico     frattura arti
  maschi           29%        29%
  femmine           14%        68%

Nella tabella è indicata la percentuale di mortalità in conseguenza di cadute accidentali
nella popolazione anziana ultrasessantacinquenne europea.

Curriculum vitae del dott. Carlo Govoni, medico chirurgo, specialista in otorinolaringoiatria e chirurgia cervico-facciale; master di secondo livello in vestibologia.

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Parma il 16 luglio 1981.

Specializzazione in Otorinolaringoiatria conseguita il 2 luglio 1984 presso l’Università degli Studi di Parma.

Abilitato alla professione di medico-chirurgo nell'anno 1981 a Parma.
Iscritto all'Albo dell'Ordine dei Medici-Chirurghi della provincia di Reggio nell'Emilia dal 17 dicembre 1981 al n.1908.

1982 - Corso complementare d'igiene pratica presso l'Università degli Studi di Parma.
1989/1990 - Perfezionamento in Metodologia Clinica delle Cefalee presso l’Università degli Studi di Torino.
1991 Corso di perfezionamento in Rinologia presso l'ospedale di Castel San Pietro Terme (BO).
2014/2015 - Perfezionamento in: "Settorinoplastica open, pratica in sala operatoria" presso Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma. 
2017/2018 - Master di secondo livello in Vestibologia, Università "La Sapienza", Roma

Carlo chiaro

 

Ha iniziato l'attività lavorando come specialista ambulatoriale in diverse citta'. Dal 1987 al 1989 ha lavorato a Cuneo, Fossano e Mondovì. Poi, per un breve periodo, ha lavorato per la USSL di Cernusco sul Naviglio (Milano).

Ha svolto periodi di frequenza e studio in micro-chirurgia otologica presso la Fondation Georges Portmann a Bordeaux nel 1991 e presso University of Nijmegen, the Netherlands nel 1992.


Ha svolto periodi di frequenza e studio in Rinologia e chirurgia estetica del naso nelle divisioni di otorinolaringoiatria degli ospedali di Piacenza e Castel San Pietro Terme (BO). 

Aiuto corresponsabile ospedaliero di otorinolaringoiatria nell’ospedale di Verbania dal 1989, poi Dirigente Medico di Otorinolaringoiatria a rapporto non esclusivo fino al dicembre 2011.

Dal 2012 svolge attività chirurgica di otorinolaringoiatra libero professionista presso la casa di cura privata accreditata: Hesperia Hospital di Modena.
Dal 2014 opera come medico specialista e chirurgo libero professionista presso il Columbus Clinic Center di Milano. Inoltre ha uno studio medico privato in Milano, via Pietro Ogliari, 3. 

milano Columbus Clinic Center ingresso sommaruga

Ingresso del Columbus Clinic Center di Milano.

Ha eseguito come primo operatore parecchi interventi nell’ambito della specialità, anche di chirurgia maggiore ed oncologica.
Inoltre si occupa di settoplastica e rinosettoplastica, Functional Endoscopic Sinus Surgery (Chirurgia endoscopia funzionale dei seni paranasali), microchirurgia otologica, dermochirurgia e chirurgia estetica del volto. Chirurgia della parotide e altre ghiandole salivari, chirurgia del cavo orale, della laringe e del collo. Per maggiori dettagli sull'attività chirurgica vedi casistica operaoria.

Come clinico si interessa di audiologia e vestibologia (vertigine labirintica), acufeni, rinofibroscopia e laringofibroscopia. Visita in diverse città della Lombardia e dell'Emilia.

Esegue consulenze tecniche di parte o d'Ufficio (perizie) per la valutazione del danno alla persona in caso di infortunio o malattia professionale nell'ambito della propria specializzazione.

E’ autore di circa 40 pubblicazioni scientifiche, principalmente di otologia, audiologia e chirurgia dell’orecchio, pubblicate su riviste italiane e straniere. E' co-autore di cinque capitoli del "Trattato di Tecnica Chirurgica", volume XII° - Chirurgia otorinolaringologica - UTET, Torino, 1989. Quattro capitoli riguardano l'otoneurochirurgia ed uno è dedicato ai tumori maligni dell'orecchio.
     Ha scritto due libri.
"L’importanza della diagnosi audiologica precoce nell’educazione al linguaggio e nell’integrazione scolastica dei bambini sordi."  Prefazione di Guerrino Giocolieri. Istituto Regionale per i ciechi "G. Garibaldi". AGE Grafico-editoriale, Reggio Emilia, 1993, pagg. 80.
La sordità infantile”, Edizioni Scientifiche Oppici, Parma, 1994, pagg.242.

Nel 2021 ha coordinato il libro Arte&Medicina dal quale è stato tratto un corso FAD per medici, valevole per l'anno successivo.

 

Ha tenuto diverse relazioni scientifiche in congressi medici.
E' stato docente di  fisica del suono, sussidi tecnici e protesici, clinica della minorazione uditiva  nei corsi per insegnanti per alunni portatori di handicap uditivo. 
Ha svolto prestazioni a tutela dei pazienti sordi preverbali come medico fiduciario dell'Associzione Nazionale Sordomuti, provincia del Verbano Cusio Ossola (VCO).
Collabora come consulente di otorinolaringoiatria per la rivista nazionale "Diagnosi & Terapia" che si stampa a Genova a cura del Centro Medico Ceccardi. ISSN 0393-4233
E' autori di diversi corsi FAD (Formazione a Distanza) per medici e per farmacisti.

E' socio dell'Associazione Italiana ORL di Chirurgia Estetica Funzionale della Faccia AICEFF (website: www. aicef-chirurgiaplasticafacciale.it  ).

 

carlo govoni esegue otoscopia ambulatorio terme dolomia pozza di fassaCarlo Govoni durante l'esecuzione di una otoscopia

 

Vedi anche: 

Curriculum vitae dott. Carlo Govoni in lingua francese

Curriculum vitae english version

 

- Chirurgia delle ghiandole salivari

 

- Chirurgia del collo

 

- Acufeni, uno strano ronzio nell'orecchio

 

http://  reteimpr ese.it/105834

 

 

Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

carlo govoni camice bianco milano

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

  CORSI di RIABILITAZIONE
VESTIBOLARE
una possibilità di guarire
dalle vertigini senza
usare farmaci

equilibriste vertigine equilibrio carlo govoni esame vestibolare

a Reggio Emilia in via
Beniamino Gigli, 7 presso

Bianalisi
Medical  Center

0522282828
3892497660 

percorsi quadrato triangolo cerchio medical center riabilitazione vestibolare govoni otorinolaringoiatra

COLUMBUS CLINIC CENTER è una prestigiosa casa di cura privata di Milano. Si trova in via Michelangelo Buonarroti, 48. Qui il dott. Carlo Govoni esegue visite specialistiche e interventi chirurgici. Il Centro è convenzionato con le più importanti assicurazioni private.

milano columbus clinic center aree cliniche

Nei giorni o negli orari in cui l'ufficio prenotazioni è chiuso potete chiamare 3358040811   NO SMS

 

 

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie

diagnosi e terapia rivista


nel numero di dicembre 2020
è stato pubblicato un articolo

scritto da Carlo Govoni 

www det.it  category/articoli/otorinolaringoiatria/

Visite ORL a MILANO

Visite di otorinolaringoiatria
a Milano

milano corso magenta madonna grazie cdl otorino


CENTRO MEDICO COL DI LANA
MILANO  corso Magenta, 64

Specialista otorinolaringoiatra 
dott. Carlo Govoni

per un appuntamento
by appointment
tel. 0258103023
3358040811  

milano corso magenta centro medico ottimo otorino

 

 

Questo sito contiene informazioni di carattere sanitario, non c'è pubblicità

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefono 
3358040811  NO SMS

centralinista ascolto voce cuffia musica lavoro esame audiologia govoni otoneurolaringologia

To reserve an appointment
call  (+39) 3358040811 
NO SMS

call calling cell cellphone 41541 modi

Pour prendre un rendez-vous
(+39) 3358040811
NO SMS

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 8073 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le malattie di cui si occupa un otorinolaringoiatra sono numerose. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare...
Letto da 31186 visitatori
esame-audiometrico-audiologiaLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 63860 visitatori
consulenze-tecnicheLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili, qui esporrò le mie idee in tema di Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' in questa che viene spesso interpellato l'otorinolaringoiatra. Le circostanze più frequenti sono gli incidenti stradali, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono problemi di carattere...
Letto da 23663 visitatori
libera-professione-otorinoL’attività libero professionale dei medici è una parte fondamentale e insostituibile nell’assistenza sanitaria di tutti gli italiani. L’assistenza, come è noto, è in gran parte erogata dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che risponde al dettato dell’articolo 32 della Costituzione “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività,...
Letto da 5161 visitatori
esame-olfattoL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 44109 visitatori
esame-vestibolare-visita-vestibologicaLa visita vestibologica è quella visita che comprende l'esame vestibolare o esame otovestibolare ed è finalizzata a curare i soggetti affetti da vertigine. La vertigine è l'alterazione del senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma è anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto...
Letto da 79998 visitatori
biopsia-prelievoLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 64688 visitatori
stabilometria  La stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in...
Letto da 28832 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com