NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia Testa e Collo
Master in vestibologia

Tel. 3358040811  -  NO SMS  -  NO WhatsApp     

NEL SITO NON C'E' PUBBLICITA'

Testi

ECCELLENZE ITALIANE è un programma televisivo che affronta temi legati alla salute di tutti e si parla anche di otorinolaringoiatria. In più di una occasione il dott. Carlo Govoni è stato intervistato dalle conduttrici di questa emittente. 

logo odeon TV televisione govoni

Il programma Eccellenze Italiane va in onda su ODEON 24 (ex ODEON TV) - Canale 163 e canale 177 del Digitale Terrestre Nazionale. Oggi è possibile vedere le interviste anche sul portale medicina365.it  e su  youtube.com   

https://medicina365.it/category/dott-carlo-govoni/

 

eccellenze italiane Carlo Govoni intervistato da Elena Tubertini

VERTIGINI E DISTURBI DELL'EQUILIBRIO  intervista di Elena Tubertini

 3 aprile 2020    

https://www.youtube.com/watch?v=snqG2HWmmBw&list=TLGGhY7h3KIZ49kyNDAzMjAyMQ

Nel corso di questa intervista il dott. Carlo Govoni ha parlato di vertigini e del sistema di orientamento spaziale, cioè di quel sistema che regola la stabilità e la posizione eretta. Poi si è soffermato sulle malattie più diffuse che portano a vertigine e sul loro trattamento. Pochi sanno che alcune rare forme di vertigine si possono curare non solo con i farmaci e gli esercizi posturali, ma anche con specifici interventi chirurgici.

Anche sul portale  medicina365.it
Un riassunto dell'intervista e alcune immagini sono presenti su questo sito.

L'ipertrofia dei turbinati nasali è una affezione molto frequente, comporta sempre difficoltà respiratoria, ed è provocata da numerose cause che possono agire anche contemporaneamente. 

La malattia si spiega facilmente, all'interno del naso, sulle pareti laterali sono presenti i turbinati. Questi sono espansioni anatomiche formate da un tessuto riccamente vascolarizzato e presentano anche un sostegno osseo. Quando il turbinato è sottoposto all'azione di sostanze irritanti, si presenta congesto di sangue, il suo volume aumenta e provoca l'ostruzione respiratoria.

 

fosse nasali ipertrofia turbinati

In questo disegno possiamo vedere a sinistra un naso con fosse nasali normali: il setto è in asse e i turbinati sono normotrofici. A destra lo stesso disegno dove i turbinati sono aumentati di volume e lo spazio respiratorio (di colore marrone) è ridotto. Qui di seguito una visione analoga, si vede la fossa nasale sinistra in rinofibroscopia e si osserva una ipertrofia del turbinato inferiore.

rinofibroscopia setto turbinato govoni specialista olfatto nasoFossa nasale di sinistra.  NS : Setto Nasale.
Dalla parte opposta al setto c'è il turbinato inferiore, ingrossato.
Per questo la capacità respiratoria nasale è ridotta.

 

Le cause che portano ad ipertrofia dei turbinati sono numerose ed ogni paziente fa storia a sé. Si riconoscono quattro tipologie di cause: le riniti, l'inquinamento, gli eventi traumatici e i farmaci.

        

   cause ipertrofia turbinati  

   1.      Riniti  

  1.1   Riniti allergiche
  1.2   Riniti vasomotorie
  1.3   Riniti infettive

   2.

  Microclima  e

  inquinamento   

  2.1   Variazioni climatiche
  2.2   Inquinanti atmosferici  
  2.3   Inalazione di polveri
  2.4   Fumo di sigaretta

   3.   Traumi

  3.1   Traumi nasali
  3.2   Corpi estranei nasali

   4.   Farmaci

  4.1   Vasocostrittori

 

La respirazione nasale è fondamentale per garantire ai polmoni aria ottimale per gli scambi tra ossigeno e anidride carbonica. Il naso è in grado di riscaldare l'aria fredda, umidifica l'aria secca e compie un'azione di filtro quando nell'aria c'è polvere. Questo avviene grazie alla conformazione anatomica ed anche alla produzione di un muco caldo, umido e viscoso. In molti soggetti le fosse nasali sono particolarmente ristrette e la respirazione nasale risulta difficile, così si respira spesso a bocca aperta. Le principali cause di difficoltà respiratoria nasale sono: 1 - la ristrettezza anatomica delle fosse nasali; 2 - le deviazioni del setto; 3 - le ipertrofie dei turbinati e 4 - i restringimenti eccessivi delle valvole nasali.
Per quanto attiene alle cause indicate con 1 e 2 la soluzione è solo chirurgica. Per quanto riguarda l'ipertrofia dei turbinati (3) esistono molte alternative che spaziano dalla chirurgia, ai farmaci ed anche ai dilatatori nasali. Per quanto riguarda le ristrettezze della valvola nasale (4) direi che i dilatatori nasali sono la soluzione ottimale.

Che cosa sono i dilatatori nasali?
Sono dei dispositivi di materiale sintetico anallergico che si collocano nelle narici e migliorano la respirazione. La loro azione si svolge soprattutto dilatando la valvola nasale, cioè un restringimento naturale situato nella porzione anteriore del naso. Ritengo che un dilatatore sia anche in grado di lateralizzare di poco anche la testa dei turbinati inferiori e quindi migliora il passaggio dell'aria sempre nella porzione anteriore. Chiaramente il dilatatore non può far nulla sulle deviazioni del setto, sulle fosse nasali anatomicamente strette e sulle ipertrofie dei turbinati quando interessano il corpo e la coda. 
I dilatatori nasali hanno un importante vantaggio, sono presidi privi di controindicazioni. Nella peggiore delle ipotesi (per esempio nelle stenosi delle porzioni centrali e/o posteriori delle fosse nasali) non danno alcun risultato.

Quando sono indicati?
Trovano indicazione in coloro che hanno una difficoltosa respirazione nasale, nei soggetti che russano durante il sonno e in coloro che vogliono migliorare le loro prestazioni fisiche e mentali. Se una persona trova dei benefici può utilizzarli sempre. I momenti più significativi sono alla sera quando sta per addormentarsi (si può ottenere un miglioramento del sonno ed una diminuzione del russamento), quando deve concentrarsi per studio o lavoro e quando deve praticare un'attività agonistica. Non essendo note controindicazioni una persona potrebbe indossarli sempre. Su questo punto non sono così favorevole perchè ritengo che un uso continuo per mesi potrebbe far perdere la loro efficacia.

In commercio esistono molti dilatatori nasali. Sono di libera vendita, si possono acquistare sia in farmacia ed anche tramite Internet (molti si vendono su Amazon). Trattandosi di un presidio sanitario ritengo che almeno il primo acquisto sia bene farlo con la consulenza di un farmacista. E' anche importante, esistendo prodotti di misure diverse (di solito tre), poter scegliere il tipo più adatto alla conformazione del naso.

Riporto alcuni dilatatori nasali più diffusi.

DAN AIR  - Dilatatore Anatomico Nasale -  multipack -  

BEST BREATHE - Ne esistono diverse misure, si deve indicare la taglia.

NASIR Nas-air - è un dilatatore che divarica la valvola nasale e consente un maggior afflusso di aria.

NOSE CLIP - Secondo la pubblicità sembra specifico per ridurre il russamento. Sappiamo che il russamento (o roncopatia) costituisce un importante problema. E' utile che se una persona russa, soprattutto se c'è il sospetto di apnee notturne, non si rivolga al farmacista, ma faccia prima una visita otorinolaringoiatrica per capire se il suo problema è solo una ristrettezza della porzione anteriore delle fosse nasali. La sindrome delle apnee nel sonno è una sindrome poco conosciuta che non va sottovalutata.

SNORE FREE - Molto economico. Chi lo publicizza sostiene che riduce il russamento. Allarga la valvola nasale.

AIR FREE - Dilatatore a taglia unica. Lo ritengo economico e alcuni pazienti che ho visitato lo giudicano un valido presidio per respirare meglio. Con lo stesso nome esiste anche un cerotto per dilatare le narici.

Occorre tenere presente che i cerotti per dilatare le narici sono prodotti diversi, entrambi agiscono sulla parte cartilaginea del naso.

 

Se hai letto questo articolo potresti anche essere interessato ad altri articoli presenti in questo sito

- Ipertrofia dei turbinati (non turbinanti) nasali

 

- Epworth Sleepness Scale - un metodo per la valutazione del russamento 

.

.

 

 

I turbinati sono rilievi ossei ricoperti da abbondante tessuto mucoso e ben vascolarizzato presenti sulle pareti laterali delle fosse nasali (è errato chiamarli turbinanti). Sono tre per lato (inferiore, medio e superiore), ciascuno presenta una testa, rivolta verso la narice, un corpo ed una coda. Utilizzando un semplice speculum nasale bivalve (rinoscopia) si apprezzano bene le teste ed i corpi dei turbinati inferiore e medio. Sul piano clinico hanno importanza i turbinati inferiori e medi. Con strumenti a fibre ottiche  (rinofibroscopia o nasofibroscopia o semplicemente fibroscopia)  si ha una visione più ampia delle fosse nasali nel loro insieme. E' pure possibile eseguire una registrazione video.

rinofibroscopia setto turbinato govoni specialista olfatto nasoImmagine endoscopica della fossa nasale sinistra. Con le lettere SN il setto nasale.
Sulla destra si osserva la forma globosa di un turbinato inferiore decisamente ipertrofico.


Non esiste una funzione specifica dei turbinati, essi hanno diversi ruoli, contribuiscono unitamente a tutto il naso interno a riscaldare, purificare e umidificare l’aria che respiriamo.
Vediamo più avanti un'immagine in Risonanza Magnetica, proiezione coronale, del naso di un soggetto affetto da deviazione del setto e ipertrofia dei turbinati sia medi che inferiori. Nel ritaglio sulla destra è stato ricostruite le fosse nasali come dovrebbero essere nel caso di un soggetto che respira bene.

 

ipertrofia turbinati risonanza magnetica nucleare

In questa figura, immagine grande a sinistra, si vede il naso di una persona
affetta da ipertrofia dei turbinati medi e inferiori.
In radiologia l'aria è nera. 
Nell'immagine di sinistra i turbinati sono stati un poco ridotti,
è possibile la respirazione nasale.

 

La rinoscopia è la manovra esplorativa utilizzata per vedere le fosse nasali. Si distiguono due rinoscopie: anteriore e posteriore. La più semplice e la più diffusa è la rinoscopia anteriore. Grazie ad uno speculum bivalve e ad una buona illuminazione posta sulla fronte del medico (fotoforo frontale) si possono valutare molto bene i due terzi anteriori delle fosse nasali. Si vede benissimo la parte anteriore del setto formata dalle crus mediali delle cartilagini alari e dalla cartilagine triangolare del setto. Ai lati si vedono bene le teste e i corpi dei tubinati inferiori e medi.
Lo strumento utilizzato si chiama speculum nasale e ne esistono di diverse grandezze per poter essere adattati a tutti i tipi di naso: dal neonato all'uomo adulto.

speculum nasali rinoscopia carlo govoni

Nella fotogafia si osservano tre tipi di speculum nasali: A - per gli adulti; B - per i giovani; C - per i neonati.
La manovra è semplice: con lo speculum si dilata la narice e
contemporaneamente si deve dirigere la luce frontale all'interno della fossa nasale.

 luce frontale tipica da otorinolaringoiatra
Caschetto con luce frontale (o fotoforo)

 

Per avere una visione più completa della parte interna del naso l'esame rinoscopico si completa con la rinoscopia posteriore. Questa è una manovra indiretta, cioè con la visione riflessa su un piccolo specchio. Il medico deve avere sempre il fotoforo sulla fronte, con un abbassalingua abbassa la lingua del paziente ed introduce un piccolo specchietto opportunamente riscaldato. Questa manovra necessita di una ottima manualità, perchè si deve oltrepassare il velopendulo (palato molle) ed evitare di scatenare riflessi. Si proietta la luce sullo specchio e questa va ad illuminare il rinofaringe, le coane e il terzo posteriore delle fosse nasali. Con l'introduzione degli strumenti a fibre ottiche (rinoscopia a fibre ottiche) la rinoscopia posteriore non la si esegue quasi più. 


endoscopio fibroscopia ottica flessibile flexible endoscope pediatrico govoni specialista otorinoEsempio di rinofibroscopio flessibile. All'interno c'è una fibra ottica
che consente 
di esplorare tutte le fosse nasali.
Lo strumento può essere utilizzato guardando direttamente dall'oculare,
oppure si applica una telecamera e si osserva l'immagine a video.

Anche se l'otorinolaringoiatra usa sempre più spesso strumenti a fibre ottiche la rinoscopia viene sempre eseguita in ogni visita, in quanto la visione diretta del terzo anteriore delle fosse nasali è sempre preferibile rispetto a quella effettuata con strumentario endoscopico. Ritengo che la rinoscopia debba precedere una rinofibroscopia. Per esempio un angioma (è un tumore sanguinante) è meglio poterlo vedere prima con la rinoscopia anteriore e spesso controindica l'esecuzione di una rinofibroscopia a fibre ottiche,

La rinoscopia anteriore è una manovra indolore che può essere eseguita negli adulti e nei bambini. Si riesce anche ad eseguirla in pazienti non completamente collaboranti.

 

 

Ti potrebbe anche interessare:

Rinofibroscopia

Chirurgia videoendoscopica

Chirurgia mini-invasiva dei turbinati  

2017 07 46 olfatto govoni

 

 

 

Iposmia ed anosmia    
La perdita dell'odorato  

.

   Rinosinusiti e riniti allergichebambino rinite allergia soffiare naso govoni otorino pediatrico

.

 

 

.

.

Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

carlo govoni camice bianco milano

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

Eccellenze Italiane

COLUMBUS CLINIC CENTER è una prestigiosa casa di cura privata di Milano. Si trova in via Michelangelo Buonarroti, 48 - zona CITY-LIFE. Qui il dott. Carlo Govoni esegue visite specialistiche e interventi chirurgici. Il Centro è convenzionato con le più importanti assicurazioni private.

milano columbus clinic center aree cliniche

Per prenotare una visita col dott. Carlo Govoni nei giorni o negli orari in cui l'ufficio prenotazioni è chiuso potete chiamare 3358040811   NO SMS

 

 

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
Potete trovare articoli scritti da Carlo Govoni

diagnosi e terapia rivista

 

www det.it  category/articoli/otorinolaringoiatria/

 

INTERVISTA  a
Carlo Govoni

tempo logo carpi modena govoni otorino

Sul settimanale on-line e su carta
del 07/02/2024 c'è un articolo 
Orecchio, previeni 'tappi' e otiti

Carlo Govoni è stato intervistato da Sara Gelli.

tempo logo carpi modena govoni ottorinolaringoiatra

a MILANO

Visite di otorinolaringoiatria
dott. Carlo Govoni

milano corso magenta madonna grazie cdl otorino


CENTRO MEDICO COL DI LANA
MILANO  corso Magenta, 64

per un appuntamento
by appointment
tel. 3358040811

milano corso magenta centro medico ottimo otorino

 

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefonare al
3358040811 
NO SMS   NO WhatsApp

centralinista ascolto voce cuffia musica lavoro esame audiologia govoni otoneurolaringologia

To reserve an appointment
call  (+39)3358040811 
NO WhatsApp

call calling cell cellphone 41541 modi

Pour prendre un rendez-vous
avec Docteur Carlo Govoni

(+39)3358040811
NO WhatsApp

  CORSI di RIABILITAZIONE
VESTIBOLARE
una possibilità di guarire
dalle vertigini senza
usare farmaci

equilibriste vertigine equilibrio carlo govoni esame vestibolare

a Reggio Emilia in via
Beniamino Gigli, 7 presso

Bianalisi
Medical  Center

0522282828
3892497660 

percorsi quadrato triangolo cerchio medical center riabilitazione vestibolare govoni otorinolaringoiatra

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro ad abbassamenti della voce e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 12515 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le malattie di cui si occupa un otorinolaringoiatra sono numerose. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare...
Letto da 34065 visitatori
impedenzometriaL'impedenzometria o esame impedenzometrico serve per studiare la motilità della membrana timpanica e altre funzioni uditive in modo oggettivo. Per valutazione oggettiva si intende un esame eseguito completamente da una macchina, senza la necessità della collaborazione del paziente. L'esame impedenzometrico è una metodica strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Proprio perché...
Letto da 70870 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-pediatricaLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 19349 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 19086 visitatori
esame-olfattoL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di vario tipo che vengono presentate singolarmente al paziente. Questo esame prevede una standardizzazione degli odori e la registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione realistica della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi,...
Letto da 48293 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono molto diversi tra loro.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se alcuni interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale),...
Letto da 32999 visitatori
chirurgia-videoendoscopicaLa chirurgia videoendscopica è una branca della chirurgia che si realizza per mezzo di strumenti a fibre ottiche che permettono di vedere il campo operatorio su un video. Questa chirurgia trova la sua massima applicazione negli interventi sul naso e sui seni paranasali. Questi interventi si fanno esclusivamente col paziente addormentato: "in narcosi". Per poter operare è necessaria l'immobilizzazione e l'assenza di riflessi. Si...
Letto da 15220 visitatori
libera-professione-otorinoL’attività libero professionale dei medici è una parte fondamentale e insostituibile nell’assistenza sanitaria di tutti gli italiani. L’assistenza, come è noto, è in gran parte erogata dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) che risponde al dettato dell’articolo 32 della Costituzione “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività,...
Letto da 6712 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com