Acufeni oggettivi sono quegli acufeni generati da strutture presenti nell'orecchio medio o anche vicino all'orecchio. Sono rumori percepiti dal paziente, ma sono anche percepibili da altre persone che gli stanno vicino. Si tratta di situazioni rarissime.
Riconosciamo acufeni generati dalla circolazione venosa all'interno dell'orecchio (acufeni vascolari). In questi casi incrementi della pressione arteriosa possono accentuare il fenomeno. Inoltre l'avanzare dell'età provoca arteriosclerosi anche dei vasi vicini all'orecchio e una loro minore elasticità, associata ad incrementi di pressione, si può trasformare in una causa di acufene pulsante.

E' noto che quando l'orecchio medio è interessato da fenomeni infiammatori è facile che il paziente lamenti strani rumori, come sensazione di ovattamento o acufene pulsante. Ricordo che quasi sempre le otiti sono monolaterali, pertanto per il paziente è facile fare confronti con l'orecchio sano e percepire anche minime variazioni sonore.

Alcuni autori hanno prospettato come causa di acufeni oggettivi anche piccoli movimenti abnormi della catena ossiculare (von Bekesy, 1960). Questa causa è difficilmente diagnosticabile.

Rientrano tra gli acufeni oggettivi anche quelli determinati da contrazioni multiple dei muscoli che sono vicini all'orecchio (mioclonie). Sono note mioclonie del muscolo tensore del timpano, questo muscolo decorre parallelo alla tuba di Eustachio e va ad inserirsi sul martello. Altre mioclonie che possono essere causa di acufeni sono quelle dei muscoli del palato ed in particolare del tensore del velo palatino. Viene anche indicato come possibile acufene da contrazione clonica muscolare le mioclonie del muscolo stapedio. E' questo un muscolo lungo pochi millimetri [si tratta del più piccolo muscolo del corpo umano]. Può sembrare strano che un muscolo così piccolo possa generare acufeni. Occorre tener presente che s'inserisce direttamente sulla staffa e influenza la percezione uditiva. Ritengo che le pur rare mioclonie dello stapedio possano essere causa di acufene. 
Le mioclonie come causa di acufene oggettivo è un argomento ancora misconosciuto, i casi sono pochissimi. Ricordo che muscoli come il tensore del timpano e il tensore del velo palatino possono anche essere influenzati da turbe dell'articolazione temporo-mandibolare.

Un'altra causa di acufene oggettivo sono i tumori glomici timpanici e giugulari (chiamati anche paragangliomi). Questi tumori si originano da cellule del sistema paragangliare, situate lungo il decorso di nervi che attraversano la cassa del timpano (tumori glomici timpanici) o alla base del cranio in prossimità del bulbo della vena giugulare (tumori glomici giugulari). In sostanza sono un gomitolo di vasi sanguini, ovviamente sono molto vascolarizzati e si caratterizzano per un acufene pulsante. Si tratta di un acufene monolaterale con pulsazioni sincrone col battito cardiaco. E' possibile che ponendo il fonendoscopio contro l'orecchio anche un medico riesca a sentire l'anomala pulsazione. In questi casi è corretto definirlo acufene oggettivo.
La caratteristica tipica del tumore glomico timpanico è il colore bluastro che viene ad assumere la membrana timpanica. Sono tumori molto rari. In alcuni casi possono avere una estensione endocranica.

Un'ulteriore causa di acufene oggettivo sono le turbe dell'articolazione temporo-mandibolare. Questi acufeni sono assenti quando il paziente tiene ferma la mandibola. Se la mandibola si muove l'acufene si manifesta. La diagnosi non è così semplice. La valutazione di questo problema è complessa. Distinguo due alterazioni fondamentali: la patologia propria dell'articolazione e la patologia della tuba di Eustachio. La tuba, nella sua porzione cartilaginea, subisce l'influenza dei movimenti di apertura e chiusura della bocca.

 

Bibliografia
Kanji A, Khoza-Shangase K  Clinical Sign and Symptoms of tinnitus in temporomandibular joint disorders: a pilot study comparing patients and non-patients. S Afr J Commun Disord 2013 dec.

Carlo Zini e Carlo Govoni - Chirurgia dei tumori glomici timpanici e giugulari. in Trattato di Tecnica Chirurgica diretto da A. Paletto, volume XII° - Chirurgia Otorinolaringologica - UTET, 1989, 114-131.

Naviga tra le altre pagine della sezione "acufeni"

Potrai trovare altri articoli su questo argomento:

- Acufene, uno strano ronzio nell'orecchio

- La visita otorinolaringoiatrica per un paziente affetto da acufeni

- Acufene nei soggetti normoacusici