La prima persona che nei suoi ragionamentiha messo razionalmente a confronto apparato uditivo e apparato visivo è stata Helen Adams Keller. E' stata una scrittrice ed una attivista americana diventata sordo-cieca a 19 mesi di vita. E' nata il 27 giugno 1880 a Tuscumbia (Alabama) ed è morta a Easton (Connecticut) il primo giugno 1968. Si pensa che a causa di una infezione virale, forse una meningite, la piccola Helen riportò un danno irreversibile nelle aree cerebrali deputate alla visione e alla capacità uditiva, diventando una sordo-cieca totale. Da sola sviluppò spontaneamente un linguaggio dei segni per comunicare con i genitori. A sette anni si esprimeva con circa sessanta segni diversi. La famiglia era benestante e la madre, per cercare di ovviare ai deficit della figlia, prese contatti con Alexander Graham Bell a Baltimora. Il fisico era fortemente interessato alla funzione uditiva perchè aveva sposato una donna sordomuta e cercava di migliorare i deficit acustici sfruttanto altoparlanti elettrici da lui inventati. Seguendo i consigli di Bell si rivolse ad una scuola specifica per sordi (Perkins Insitute for the blind) ed Helen venne affidata a Anne Sullivan. I progressi sotto la guida di Anne furono molto rapidi. La piccola Helen fece con profitto gli studi scolastici e nel 1900 venne ammessa al Radcliffe College ove si laureò con lode all'età di 24 anni. Helen Keller è stata la prima persona sordo-cieca a laurearsi in un college.
Scrisse undici libri. Si impegnò politicamente iscrivendosi al Partito Socialista d'America.
E' sua una frase che ritengo molto importante: "La cecità separa le persone dalle cose. La sordità separa le persone dalle persone." Spesso non ci si rende conto delle differenze tra sordità e cecità. Quest'ultima è più facile da vicariare e pertanto l'integrazione scolastica e sociale di un cieco è relativamente più semplice rispetto a quella di un bambino sordo in età prescolare.
Qui spiegherò i motivi. 

Apparato uditivo

Porta al cervello informazioni provenienti da tutte le direzioni dello spazio. Raramente le onde sonore incontrano validi ostacoli nel loro cammino. L'unico vero ostacolo per le onde sonore è il vuoto, ma è molto difficile da realizzare.
L'apparato uditivo non conosce momenti di riposo.
L'apparato uditivo consente di localizzare la direzione da cui proviene un suono ed è in grado di calcolarne, approssimativamente, la distanza.
L'integrità dell'apparato uditivo è indispensabile per uno sviluppo naturale del linguaggio.
Un normale sviluppo del linguaggio permette l'esposizione dei propri pensieri e il confronto col pensiero degli altri uomini.
La vicarietà sensoriale dell'udito è molto difficile da ottenere.

Apparato visivo

Porta al cervello informazioni che provengono da un spazio di circa 140°. Queste informazioni sono particolarmente incisive per la nostra memoria, ma sono limitate da possibili ostacoli e sono condizionate dalla luminosità ambientale.
L'apparato visivo è attivo per circa 16 ore al giorno.
L'apparato visivo consente di localizzare esattamente la direzione da cui proviene il messaggio ed è in grado di calcolarne, approssimativamente, la distanza.
L'apparato visivo è indispensabile per la percezione visiva; non si rivela determinante per lo sviluppo di nessun altra funzione.
Gli altri sensi riescono a vicariare molti aspetti della funzione visiva, (es. la lettura per mezzo del tatto).

 orecchio occhio orl otoneurologia govoni otorinolaringoiatra

__________________________

 

Il confronto tra i due principali esterocettori dell'uomo è tratto da uno schema riportato sul libro: L'importanza della diagnosi audiologica precoce nell'educazione al linguaggio e nell'integrazione scolastica dei bambini sordi. 1993.
La sordità è un fenomeno che non può essere disgiunto dallo sviluppo del pensiero. La vicarietà sensoriale è importante per supplire a questo deficit.

L’uomo  è  un  interazionista.
L'
apparato otoneurolaringologico è il fulcro della vita di relazione,
è l’apparato che consente lo sviluppo del pensiero.
L'essenza di un uomo è il suo apparato otoneurolaringologico.

 

 Inerente a questo argomento puoi leggere: "che cos'è l'essenza di un uomo?"

 

Vedi anche:

La visita otorinolaringoiatrica

La mente si identifica con quanto elaborato dal cervello umano?