La collaborazione medico / paziente è fondamentale per ottenere il miglior risultato da una visita specialistica.
Può un paziente aiutare il medico per ottenere il miglior risultato da una visita?

Sì, il paziente può fare moltissimo.

La visita otorinolaringoiatrica (ORL) va richiesta quando si avverte un sintomo come dolore, diminuzione dell’udito, perdita di equilibrio, alterazione della voce, tumefazione al collo, fastidio persistente, tosse, difficoltà respiratoria nasale, sangue dal naso o dalla bocca, secrezione dal naso o da un orecchio, mal di testa, abnorme secchezza del naso o della bocca, perversione del gusto o dell’olfatto o altri sintomi correlati al distretto testa e collo.

E’ importante, dopo che si è deciso di recarsi da uno specialista, portare con sé gli esami e i referti delle visite già eseguite per lo stesso problema. Molto utili sono gli esami audiometrici perchè solo dal loro confronto è possibile capire se si è in fase di miglioramento, o di stazionarietà o di peggioramento.

E’ indispensabile far conoscere allo specialista le malattie da cui si è affetti e gli esami specialistici a cui vi siete sottoposti. Il medico ha pure la necessità di conoscere con precisione quali farmaci avete assunto di recente e soprattutto quali farmaci state utilizzando.
E' pure indispensabile portare i referti degli esami radiologici e le immagini. Una volta si consegnava al paziente il radiogramma su pellicola, ora si consegna un CD o una chiavetta USB. Indipendentemente dal formato è bene che voi li abbiate. Trattandosi di esami che espongono a radiazioni lo specialista cercherà di utilizzare il più possibile il materiale in Vostro possesso. 

Per non sbagliare si consiglia di portare qualche referto in più piuttosto che qualcuno in meno.

Oggi prenotare una visita è facile e poi, per mille motivi, può accadere che al momento prefissato ci siano altri impegni e si è costretti a disdire l'appuntamento. Alcuni pazienti hanno timore a telefonare per disdire, forse perchè in passato qualcuno li ha rimproverati. Io penso che tutti abbiano il diritto di disdire un appuntamento. Non è necessaria una motivazione, anche semplicemente perchè il bisogno di una visita può non esistere più. Il mio consiglio è telefonate per dire che non andate all'appuntamento. Consiglio una telefonata e non un messaggio, perchè solo così si è certi che il medico o la sua impiegata hanno compreso che c'è stata la rinuncia alla visita.

ambulatorio poltrona otorino otoiatra ottorino govoni

 

 

Ecco alcune delle più importanti attività che svolge un otorinolaringoiatra
- Visita specialistica

- Visita specialistica per bambini

- Visita otorinolaringoiatrica a domicilio del paziente

- Bilancio audiologico

- Prove vestibolari

- Esami endoscopici per laringe e naso

- Chirurgia in anestesia locale

- Interventi chirurgici in anestesia totale 

 

 

 

 


- Chirurgia per tumori maligni della testa e del collo