I tumori maligni della lingua colpiscono una persona ogni diecimila abitanti. Prediligono il sesso maschile nel rapporto di 1 a 4. Solitamente sono colpite le persone dopo il 50° anno di età, anche se raramente questa malattia può osservarsi in soggetti di età inferiore.
I più noti fattori predisponenti sono il fumo (sigaretta, sigaro e pipa) e l'assunzione di bevande alcooliche. L'essere fumatori e contemporaneamente bevitori aumenta il rischio di malattia.
Predispone al tumore della lingua la masticazione del tabacco e del betel (o paan). Questi sono fattori di rischio estremamente rari nella popolazione italiana, non è così per le popolazioni del sud-est asiatico.
Altra causa importante è la scarsa igiene orale, la presenza di protesi dentarie incongrue o un dente con la corona spezzata. Sono pure importanti nel determinare la malattia le protesi parziali che contengono ganci metallici. Spesso accade che una protesi ben eseguita, col passare degli anni, per fenomeni di atrofia della gengiva, perda la sua stabilità e si trasformi in una spina irritativa per il margine linguale. In queste sedi può svilupparsi un tumore maligno. Anche in questi casi la presenza di una spina irritativa dentaria in una persona che fuma o beve alcoolici si osserva una maggiore facilità a sviluppare un tumore.

Un argomento molto discusso è l'associazione dell'infezione da papillomvirus (HPV) e il cancro della bocca. Sappiamo con certezza che questa associazione è importante nel determinismo dei tumori maligni delle zone genitali. Studi sempre più recenti stanno confermando che questa associazione è spesso presente in carcinomi del cavo orale e della lingua. 

Alcuni Autori hanno studiato i rapporti tra dieta e cancro della bocca. Si è visto che sviluppano più facilmente il cancro coloro che fanno una dieta carente di frutta e verdura (carenze di vitamine A ed E). 

L'istologia dice che i tumori maligni della lingua sono in massima parte carcinomi; (circa il 95% dei casi).

La classificazione avviene in rapporto alla sede.
Distinguiamo tumori della punta, del margine, del corpo linguale e della radice della lingua.

La terapia è principalmente chirurgica. Lo specialista ORL è il medico più idoneo al trattamento chirurgico di questi tumori. Sono possibili alternative all'intervento. In questo tipo di neoformazione si utilizza anche la radioterapia, quest'ultima può essere esclusiva, ma più spesso complementare alla chirurgia.

 reggio emilia bagnolo in piano sant ilario cavriago albinea pianura bibiano san polo enza otorino govoni

Ti potrebbe anche interessare

Classificazione dei tumori maligni del cavo orale.