NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

La maggior parte delle malattie specialistiche che colpiscono i bambini sono riconducibili a patologia dell'orecchio, del naso e della gola.
Questa è l'otorinolaringoiatria pediatrica.
Molte madri pensano che i bambini debbano essere visitati da specialisti otorinolaringoiatri particolari. Purtroppo alcune informazioni presenti nel web creano confusione e fanno riferimento all'otorinolaringoiatra pediatrico, cioè una figura di medico che praticamente non esiste. Ci sono degli otorinolaringoiatri che si dedicano esclusivamente all'otorinolaringoiatria pediatrica, per esempio quelli che lavorano in ospedali per bambini. Sono molto pochi. Normalmente la maggioranza degli otorinolaringoiatri cura anche i bambini. Come ho precisato all'inizio nei bambini fino a 6 anni di età le malattie dell'orecchio, del naso e della gola sono frequenti, quindi sia i pediatri che gli otorinolaringoiatri devono focalizzare la loro attenzione su queste malattie.  

bambino neonato sorriso otorinolaringoiatria pediatrica govoni

Nella vita di tutti i giorni più facilmente incontriamo pediatri che hanno approfondito l'otorinolaringoiatria o, molto più spesso, otorinolaringoiatri che tra i loro pazienti seguono anche i bambini. 

Chi scrive è un otorinolaringoiatra ed è convinto che una esperienza specialistica negli adulti sia utile per valutare anche i bambini. Affermo questo perchè la visita per un bambino si compone di molte manovre che si eseguono anche per un adulto. Tutte le manovre più importanti (otoscopia, rinofibroscopia, ecc.) sono uguali tra adulti e bambini, cambiano solo le dimensioni degli strumenti. L’otorinolaringoiatra è uno specialista pronto ad affrontare pazienti di ogni età, neonati compresi.
Essendo l’otorinolaringoiatria una specialità endoscopica si dovrà ottenere la collaborazione del piccolo che, in non pochi casi, viene a mancare. Sono dell’idea che nei primi minuti di una visita si debba dare la massima importanza all’anamnesi per capire quali sono esattamente i problemi del piccolo. Questa fase di semplice dialogo fatto tra medico e genitori è anche utile per tranquilizzare il bambino.
Lo scopo di una visita specialistica è quello di dare ad ogni segno e ad ogni sintomo la giusta rilevanza. Stabilito qual è il problema si passa alla visita. Si deve cercare di farla nel modo più cordiale possibile. Un piccolo aiuto può essere fatto dal presentarsi senza camice e dall’evitare l'uso di strumenti che possono far insospettire il piccolo. Occorre sempre far vedere ogni strumento che si userà al bambino e, se ha un’età per poter intendere, spiegargli che non fanno male. L’otorinolaringoiatra è un professionista che deve soprattutto guardare.
Il medico deve sempre ragionare tenendo presente quale procedura sarà la più efficace per risolvere un problema, in questo modo, se la visita non sarà eccessivamente lunga sarà possibile ottenere la collaborazione del bimbo. Quando si dovrà decidere se fare o non fare un esame o una manovra endoscopica è sempre bene chiedersi quali eventuali benefici diagnostici o terapeutici potrà portare. Se i vantaggi che si possono prevedere saranno pochi sono dell'idea di non fare la manovra.

Nella pratica ci si scontra con colleghi o con pediatri che vorrebbero che i piccoli pazienti venissero sottoposti a molti esami strumentali.
Faccio un esempio. Ipotizziamo che un bambino soffra di tonsillite cronica e ci sia una chiara indicazione all’intervento di tonsillectomia. Trovo ingiustificato sottoporre il piccolo a manovre endoscopiche, a volte correlate da fotografie, per documentare la presenza di adenoidi. Ci sono colleghi che si definiscono "otorino hi-tech" perchè usano strumenti endoscopici e fotografano (o filmano) ogni cosa che vedono. Sono contrario a queste indagini perchè a volte sono dolorose e non le ritengo necessarie.
Ritorno all'esempio di prima. Se il piccolo tra un mese sarà sottoposto a narcosi (cioè ad una anestesia totale) per eseguire la tonsillectomia, in quella sede si faranno indagini per visualizzare le adenoidi e si procederà all’adenoidectomia. L’importante è chiarire con i genitori il problema, spiegare perché s’intende rinunciare alle indagini endoscopiche (rinofibroscopia) e chiedere un consenso ampio per l’intervento (cioè tonsillectomia + eventuale adenoidectomia).

orecchio otorinolaringoiatra pediatrico otoscopia neonato otorino govoniOtoscopia nel neonato, questa viene eseguita tenendo il bimbo sul lettino dell'ambulatorio.

 

Quello che trovo fondamentale è che la visita di un bambino inizi con le manovre cliniche di base (otoscopia, rinoscopia anteriore, orofaringoscopia e palpazione del collo). Dopo, in relazione ai problemi che sono emersi si sceglieranno le eventuali indagini complementari. Se ci sono elementi per consigliare un atto chirurgico è bene che le indagini si completino quando il piccolo sarà addormentato in sala operatoria.
In altri casi, dove a causa dell’irrequietezza del piccolo, la visita dà scarsi risultati e i problemi clinici non rivestono alcun carattere d’urgenza è preferibile ripetere a distanza di 15-30 giorni la visita. Nella mia esperienza è capitato che bambini terribili, nel corso di una seconda visita, sono migliorati notevolmente e non è stato necessario ricorrere ad alcuna metodica che comportasse sedazione o altro.
Per quanto attiene alle valutazioni audiometriche nel bambino che non è in grado di rispondere con precisione se sente o non sente un suono (di solito questa capacità è presente a 6-7 anni) si possono fare egualmente delle valutazioni uditive. In certi casi è possibile fare l'audiometria vocale infantile. In molti casi è della massima importanza l'impedenzometria. E' questa una valutazione audiologica specialistica che permette di apprezzare la motilità della membrana timpanica e valutare un riflesso acustico molto importante (riflesso stapediale). Purtroppo molti bambini soffrono di alcune forme di otite che rendono piatto il timpanogramma e pertanto non sarà possibile sfruttare appieno questa metodica.

Ritengo che la visita pediatrica debba avvenire nella massima serenità e si debba cercare di ottenere la massima collaborazione dal piccolo paziente.

bambino pediatria otite sorriso otorinolaringologia pediatrica govoni
Il dott. Carlo Govoni esegue visite otorinolaringoiatriche anche per bambini in tutti gli studi e i centri specialistici dove lavora. 

 

Ti potrebbe anche interessare:

- otite sieromucosa nel bambino

San Biagio

è il Santo protettore degli otorinolaringoiatri.
Il suo anniversario è il
3 febbraio

rubiera reggio emilia modena san biagio donnino concordia altare maggiore chiesa parrochiale geminiano vincenzi carlo govoni

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

ECCELLENZE ITALIANE

su ODEON TV
e sul canale 177 del digitale terrestre
il 5 marzo 2020 - ore 18:15
la giornalista Elena Tubertini ha intervistato il dott. Carlo Govoni
che ha parlato di vertigine
e di orientamento spaziale

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico che merita di essere affrontato correttamente. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età pediatrica sono gli sforzi vocali. I bimbi, soprattutto i maschietti, per imporsi...
Letto da 3614 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 27121 visitatori
valutazione-vestibolareValutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare, è un insieme di manovre semeiologiche rivolte a valutare il senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di recettori e di vie nervose proprie,...
Letto da 70509 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 16625 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue abitualmente l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di...
Letto da 26583 visitatori
chirurgia-ambulatoriale Interventi chirurgici ambulatoriali sono quelli che si possono eseguire in meno di mezz'ora e in anestesia locale. Le malattie che si curano con questi trattamenti sono numerose. Non si deve pensare che gli interventi in anestesia locale siano meno importanti degli interventi che si eseguono col paziente completamente addormentato. Si ricorda che una semplice biopsia, cioè l’asportazione di...
Letto da 23595 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 55308 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica è rivolta a pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario; le manovre che lo specialista utilizza non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia o se eseguita al microscopio: otomicroscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la...
Letto da 74606 visitatori
consulenze-otorinoLa consulenza tecnica giudiziaria è una fase fondamentale dei processi sia penali che civili. In queste righe farò riferimento soprattutto alla Consulenza Tecnica in ambito Civile. E' questa che vede più spesso le persone interessate. Le situazioni più frequenti sono gli incidenti stradali e non, gli infortuni sul lavoro, le malattie professionali, le violenze fisiche.  Normalmente nei processi quando ci sono...
Letto da 20204 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com