Alcune forme di vertigine, dette anche labirintolitiasi, sono dovute allo spostamento nei canali semicircolari di alcuni cristalli (gli otoliti) che dovrebbero stare sulle macule del sacculo e dell'utricolo. E' questa una teoria accettata dagli otorinolaringoiatri. Sulla base di questa teoria patogenetica sono state messe a punto alcune manovre che hanno come obiettivo il rientro degli otoliti nella loro sede. La malattia che comporta il distacco degli otoliti è la Vertigine Parossistica di Posizione Benigna (o VPPB), detta anche labirintolitiasi. 
Come primo passo occorre stabilire quale sia il labirinto leso ed è necessario pure capire in quale canale semicircolare si trova l'otolita fuori sede.

Manovra di Epley.
Il medico fa sedere il paziente sul lettino. Con le mani trattiene la testa del paziente e la ruota con movimento rapido di 45 gradi verso destra. Quello che desriverò riguarda una manovra per correggere una cupololitiasi del labirinto destro. Si dovrà invertire destro con sinistro qualora si tratti di cupololitiasi del labirinto opposto. Conteporaneamente alla rotazione si dovrà far sdraiare il paziente. Si dovrà fare in modo che la testa finisca in posizione leggermente più bassa rispetto al tronco. Per ottenere questo è bene che quando il paziente è sdraiato la testa fuoriesca dal lettino.
Il medico trattiene la testa ruotata, fuori dal lettino, per 30 secondi.
Dopo il medico ruoterà il capo del paziente di 90 gradi. Pertanto da 45 gradi di rotazione verso destra si passerà a 45 gradi di rotazione verso sinistra e starà fermo in quella posizione per altri 30 secondi.
Dopo il medico chiederà al paziente di ruotare a sinistra in modo da appoggiare sulla spalla sinistra. Così facendo il paziente si trova che ha il viso rivolto verso il pavimento della stanza. Dovrà restare in questa posizione per altri 30 secondi.
Dopo il paziente dovrà ritornare nella posizione di partenza, cioè seduto sul lettino. 

Se la manovra è riuscita bene il paziente vertiginoso otterrà un rapido sollievo. Questo non è sempre possibile, è allora indicato ripetere la manovra.

La manovra potrà anche essere insegnata in forma semplificata al paziente in modo che possa ripeterla a casa da solo. Su quest'ultimo punto bisogna essere sicuri che la vertigine si ripeta sempre con passaggio di otoliti nel medesimo canale semicircolare e questo non è facile da capire, soprattutto se si devono dare consigli al paziente quando è al suo domicilio.

Esistono anche dei provvedimenti che considero accessori.
Collare. Un collare tipo soft può essere d'aiuto.
Posizione da tenere durante il sonno. Si consiglia il giorno dopo la manovra di dormire appoggiati di schiena su un letto con schienale a 45°, oppure su una sedia sdraio. Per chi non è abituato a dormire di schiena è molto difficile riuscire a riposare in questa posizione. C'è il rischio concreto di passare una notte insonne. Sono dell'idea di riposare nel proprio letto e se c'è difficoltà a dormire di schiena con alcuni cuscini lasciar perdere e dormire come si è capaci. L'importante è cercare di avere un sonno ristoratore. 

 equilibriste filo equilibrio vestibolo labirinto vertigine govoni otoneurologo

Naviga tra le altre pagine della sezione "orecchio" 

- Definizioni di vestibologia

- Esercizi per la vertigine di posizione di Brandt Daroff