NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale
Master in vestibologia

Tel. 3358040811   NO SMS

IN QUESTO SITO NON C'E' PUBBLICITA'

Le malattie delle ghiandole salivari sono spesso caratterizzate da dolore o da un aumento di volume ghiandolare. A volte si avverte una tumefazione del collo, cioè un piccolo ingrossamento al di sotto della mandibola o in corrispondenza di una guancia, oppure dietro ad un orecchio. Questa tumefazione può essere caratterizzata dal dolore, ma il dolore non è costante. Sono proprio le tumefazioni dove non c’è dolore le più trascurate dai pazienti. A volte dopo giorni o settimane regrediscono spontaneamente, ma in altri casi restano immutate. Il paziente le percepisce solo come fastidiose, lascia passare dei mesi e spesso arriva dallo specialista quando la tumefazione si è accresciuta di poco. Non sono però eccezionali i casi di coloro che arrivano dall'otorinolaringoiatra quando presentano una massa importante.

Le tumefazioni cervicali possono essere espressione di molte malattie, possono essere aumenti di volume di linfonodi, ma anche cisti. In non pochi casi sono espressione di una malattia delle ghiandole salivari. Le ghiandole salivari maggiori sono tre per lato (parotide, sottomandibolare e sottolinguale).

Molto complessa è l'innervazione extramotoria delnervo facciale. Nella figura tratta dal capitolo scritto da C. Zini e C. Govoni (UTET - Torino, 1989) si osserva come il nervo facciale, attraversando la parotide, abbia numerosi rapporti con occhio, orecchio, lingua e ghiandole salivari.

 

UTET zini govoni nervo facciale extramotorio

Connessioni del nervo facciale (VII° e VII° bis) con altri nervi cranici.
a.p.c. - angolo ponto-cerebellare        c.u.i. - condotto uditivo interno
g.g. - ganglio genicolato        n.g.p.s. - nervo gran petroso superficiale
g.s.p - ganglio sfeno-palatino     c.t. - chorda tympani      f.s.m. - foro stilo-mastoideo

Le malattie che colpiscono le ghiandole salivari sono molteplici. Tra queste ricordiamo la calcolosi (o più propriamente scialolitiasi). Non tutti sanno che i calcoli possono formarsi nei dotti delle ghiandole salivari. Altre malattie sono i tumori benigni e maligni. La prevalenza è nettamente a favore dei benigni. Si sottolinea che proprio quelle forme ad evoluzione lenta, senza dolore, in rari casi, si rivelano come maligne. Sui tumori delle ghiandole salivari troverete in questo sito un apposito articolo: "Ghiandole salivari maggiori: parotide, sottomandobolare, sottolinguale."

La visita otorinolaringoiatrica consente già una buona valutazione di ogni paziente. Con l'ipezione e con la palpazione molto spesso si capisce se è una malattia delle ghiandole salivari o di formazioni adiacenti.

Un esame fondamentale è l’ecografia, che è meglio integrare con una agobiopsia ecoguidata (FNAB, Fine Needle Aspiration Biopsy), cioè si punge la tumefazione con un ago di siringa per aspirarne alcune cellule. Si esegue questa manovra utilizzando l’ecografo come strumento per vedere dove finisce la punta dell'ago. Il materiale che si preleva viene raccolto in provetta ed inviato in laboratorio.

biopsia prelievo orl ent govoni otoneurolaringologo

 

 

Non sempre con le suddette procedure si arriva ad una diagnosi definitiva, l’importante è capire se la patologia è suscettibile di guarigione con terapia medica o chirurgica. Dopo si deciderà il trattamento più adeguato.

Una malattia che colpisce in modo prioritario le ghiandole salivari è la sindrome di Sjögren. Per questa si rimanda allo specifico articolo.

 

 

Ti potrebbe anche interessare:

- cistoadenolinfoma della parotide

 

- asportazione della partotide o parotidectomia

 

logo odeon TV televisione govoni

  Vertigini e disturbi dell'equilibrio - intervista di Elena Tubertini a Carlo Govoni su Odeon TV

 

 

Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

carlo govoni camice bianco milano

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

esame-corde-vocali-bambinoI bambini, soprattutto i maschi, vanno incontro a problemi di voce bassa e non sempre pediatri e genitori si rendono conto che questo è un problema specialistico. Il medico specialista più competente ad affrontare problemi nella emissione della voce è l'otorinolaringoiatra. L'abbassamento di voce o qualsiasi altra alterazione vocale prende il nome di disfonia. La causa più frequente di disfonia nei soggetti in età...
Letto da 5237 visitatori
otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 28810 visitatori
fibroendoscopia-nasale-laringeaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia descritte nella visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il paziente. In questi soggetti e nei pazienti in cui si vuole...
Letto da 104433 visitatori
chirurgia-oncologicaSi espongono le caratteristiche generali della chirurgia dei tumori maligni o chirurgia oncologica, ovviamente limitata ai tumori di competenza otorinolaringoiatrica.I pazienti affetti da tumore maligno sono sempre pazienti molto complessi e richiedono attenzioni particolari, sia per gli aspetti psicologici e sia per le difficoltà tecniche. Il vero problema è che la patologia neoplastica spesso non si risolve con il solo intervento...
Letto da 17172 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-pediatricaLa maggior parte dei bambini possono soffrire di parecchie malattie, quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita medica serve per affrontare i problemi clinici. La visita otorinolaringoiatrica eseguita per un bambino è molto simile a quella dell'adulto. Per certi aspetti è più semplice perchè si tratta di una visita ridotta alle manovre essenziali. L'importante è...
Letto da 15255 visitatori
esame-vestibolare-visita-vestibologicaLa visita vestibologica è quella visita che comprende l'esame vestibolare o esame otovestibolare ed è finalizzata a curare i soggetti affetti da vertigine. La vertigine è l'alterazione del senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma è anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto...
Letto da 74160 visitatori
crenoterapiaLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 13666 visitatori
chirurgia-ambulatorialeInterventi chirurgici ambulatoriali sono quelli che si possono eseguire in anestesia locale in pazienti collaboranti. Le malattie che si possono curare con questi trattamenti sono numerose. Non si deve pensare che gli interventi in anestesia locale siano meno importanti degli interventi che si eseguono col paziente completamente addormentato. Si ricorda che una semplice biopsia, cioè l’asportazione di un...
Letto da 25069 visitatori
esame-olfattoL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 38800 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com