NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale 

Tel. 3358040811   NO SMS

Riceve solo per appuntamento in poliambulatori e cliniche private

Il dolore all’orecchio (otalgia), il calo dell’udito (ipoacusia) e i disturbi dell’equilibrio (vertigini) sono i tre sintomi più frequenti delle malattie dell’orecchio. L’otorinolaringoiatra è il medico specialista che si occupa di questi problemi.
Il dolore all’orecchio colpisce spesso i bambini. L’otite media acuta è la malattia più frequente entro i sei anni di vita. Tutti i pediatri guardano le orecchie dei loro piccoli pazienti e quasi sempre sono in grado di curare queste patologie. Esistono però forme di otiti insidiose e recidivanti che guariscono con difficoltà e pertanto il ricorso allo specialista è necessario. Nel bambino non si possono usare antidolorifici potenti e quindi si deve cercare di sconfiggere la malattia in tempi brevi. Nella cura delle otiti è fondamentale una diagnosi precisa ed una terapia corretta. Sono pure molto utili piccoli accorgimenti per tenere libere le prime vie aeree che aiutano a prevenire le recidive.
orecchio otorinolaringoiatra pediatrico otoscopia neonato otorino govoni
Il dolore all’orecchio nell’adulto ha caratteristiche variabili da persona a persona. Si va dal dolore acuto lancinante al dolore cronico persistente. Le patologie sono numerose: otiti, infiammazioni tubariche, processi espansivi, timpanosclerosi, otosclerosi e tante altre. Spesso al dolore cronico si associa la diminuzione dell’udito e gli acufeni.  Gli acufeni sono la percezione continua e fastidiosa di rumori che non esistono nell’ambiente. Il paziente tende a confonderli col dolore cronico, ma si tratta di fenomeni ben distinti. Curare un soggetto con acufeni è uno dei problemi più difficili per uno specialista otorino. Ritengo che l’obiettivo del medico non sia cercare di rendere più sopportabile il sintomo, ma individuare la malattia che ha portato all’acufene e curare quella malattia. Come non esiste un farmaco per curare tutte le malattie dell’orecchio non esisterà mai un farmaco per curare tutti i tipi di acufene. Esistono molti medici ed anche non medici che propongono trattamenti per rendere più tollerato un acufene; ritengo che queste proposte siano da evitare. Tra gli ipotetici trattamenti da non utilizzare ricordo la TRT (Tinnitus Retraining Therapy), il Laser, le diete restrittive, i mascheratori per acufeni, ecc. Il problema è molto vasto. Circa l’8% della popolazione adulta soffre per acufeni.


Ecco spiegato perché molti, anche tra i non medici, cercano di proporsi come terapeuti dell’acufene.  La realtà è complicata, occorre avere una profonda conoscenza delle malattie dell’orecchio ed anche di quelle malattie extraotologiche che possono creare questo fastidioso disturbo. Le otiti dell’adulto sono spesso causa di dolore o fastidio, ipoacusia e acufeni. Le otiti si dividono schematicamente in acute e croniche. Le forme acute sono di più facile diagnosi e trattamento; gli antibiotici sono quasi sempre risolutivi. Per contro nelle forme croniche gli antibiotici non servono. Le diagnosi sono più complesse, spesso è necessaria una TC o altri esami strumentali, ed anche la terapia spazia da quella medica a quella chirurgica.
Un altro problema che interessa tutti è la diminuzione dell’udito. L’orecchio è un apparato sensoriale molto sensibile e col passare degli anni, lentamente, si deteriora. Dopo i 70 anni più del 50% della popolazione presenta difficoltà uditive. Per valutare l’udito è necessario un esame audiometrico. Al paziente vengono inviati numerosi suoni e si indica su uno specifico grafico la soglia minima uditiva. Nell'immagine un esempio di tracciato audiometrico.

audiometria trauma acustico cronico

Sentire poco o sentire in modo deformato equivale a non sentire. Questo conduce all’isolamento sociale. Pochi comprendono l’importanza nella vita del senso dell’udito.
Perché l’uomo è in grado di pensare? Qualcuno potrebbe rispondere perché ha un cervello. E’ questa una risposta troppo semplice, un normale cervello non basta. L’uomo è un interazionista (Karl Popper), deve comunicare con i suoi simili. Per interagire ha la necessità di avere organi di senso funzionanti. La comunicazione più importante non è quella visiva, ma è quella del linguaggio verbale. Perché si sviluppi il linguaggio  occorre un apparato uditivo funzionante. E’ vero che per portare informazioni al cervello concorrono gli apparati visivo e uditivo. Però la vista ha una funzione limitata, in quanto con le immagini è possibile memorizzare e sviluppare solo concetti concreti. Con il senso della vista è impossibile spiegare concetti astratti come la giustizia, la democrazia, la misericordia e tantissimi altri. L’apparato uditivo porta al cervello tutte le informazioni verbali, sia concrete che astratte, ed è quindi l’apparato fondamentale per lo sviluppo del pensiero.
Poniamoci un’altra domanda: come pensa ogni uomo?
Tutti gli uomini pensano nella lingua con la quale hanno imparato a parlare.
L’orecchio è quindi un organo fondamentale per lo sviluppo del linguaggio e di conseguenza per lo sviluppo del pensiero. Cercare di mantenere efficiente il più possibile il nostro apparato uditivo equivale a mantenere efficiente  la nostra capacità di pensare.

sviluppo pensiero umano

L’orecchio è l’organo di senso più complesso del corpo umano. Non serve solo per ascoltare ma ha una importante funzione nel regolare l’equilibrio. Nella parte denominata orecchio interno sono presenti due apparati sensoriali: la coclea per l’udito e il labirinto per l’equilibrio.
L’equilibrio è un senso particolarmente complesso. L’uomo mantiene la posizione eretta per tre afferenze sensoriali: i recettori posti nelle piante dei piedi, i recettori visivi e quelli labirintici.
La maggior parte delle vertigini periferiche è dovuta ad una malattia labirintica.

Una disfunzione del labirinto determina una vertigine con carattere rotatorio e conseguente instabilità. Spesso si associano altri sintomi come la nausea e nelle forme più gravi il vomito.
Nel caso di sindromi vertiginose le diagnosi possibili sono molte. La forma più frequente di vertigine è anche la più benigna ed è la vertigine parossistica posizionale. L’interpretazione patogenetica più accreditata è che alcuni cristalli, gli otoliti, siano usciti dalla loro sede abituale e rispondano a sollecitazioni diverse rispetto a quelle che hanno normalmente nel labirinto. La malattia compare dopo i cambiamenti di posizione e si caratterizza per una vertigine di breve durata e con intensità variabile. Pur essendo una malattia considerata benigna è pur sempre una malattia fastidiosa e invalidante. Sono state proposte diverse terapie mediche ed anche di tipo fisico-riabilitativo.

Ho fatto una rapida carrellata sui principali sintomi che caratterizzano le malattie dell’orecchio. In medicina si può affermare che non esistono malattie, ma pazienti ammalati. La malattia avrà manifestazioni diverse da soggetto a soggetto. Sarà compito del medico interpretare il racconto del paziente e consigliare una terapia personalizzata. Le conoscenze mediche migliorano di anno in anno e c’è sempre una maggior richiesta di prestazioni specialistiche. Da parecchi anni si sono diffusi nei centri urbani più importanti ambulatori polispecialistici. Sanità Amica a Cavriago è uno di questi. E’ un centro sorto con l’intenzione di semplificare per tutti i cittadini l’accesso alle varie specialità mediche con brevi tempi d’attesa, flessibilità di orari e vicino alla sede di residenza o di lavoro.

Questo articolo è stato pubblicato sulla rivista "23 Marzo"  del novembre 2016 che si stampa a Cavriago (RE) ed è diffusa nel reggiano. 
http://www.23marzo.it/novembre-2016/      vedi pagine 56 e 57

 

Ti potrebbe anche interessare:
Il dott. Carlo Govoni visita a Cavriago (RE) presso ACTF Sanità Amica - via Carlo Alberto Dalla Chiesa 3
e a Sant'Ilario d'Enza (RE) presso sanità Amica - via Federico Fellini, 33

Studio medico di Otorinolaringoiatria  MILANO e REGGIO EMILIA 
Columbus Clinic Center, MILANO
Hesperia Hospital MODENA

Esercizi per migliorare la vertigine

 

Ti suggeriamo anche:

oltre agli argomenti e approfondimenti, puoi trovare informazioni importanti sulle prestazioni offerte nelle sezioni:

Nel sito sono inoltre disponibilil'elenco degli studi medici, delle cliniche e varie altre sezioni.

 

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

Artemisia Roma

roma artemisia alessandria centro diagnostico specialistico eccellenza otorinolaringoiatria carlo govoni

il dott. Carlo Govoni
visita presso ARTEMISIA
via Piave, 76 - Roma
Tel. 0642100
(+39) 3358040811
ingresso centro specialistico diagnostico otorino carlo govoni

www.dottori.it

è possibile la prenotazione
di visita on-line
andando sul sito
https://www.dottori.it/carlo-govoni-134576

info  3358040811

DIAGNOSI & TERAPIA è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

diagnosi e terapia rivista

Nel numero di maggio 2018
c'è un articolo
di Carlo Govoni 
sugli acufeni
Lo potete trovare anche al sito
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

CASA di CURA
VILLA VERDE 

REGGIO EMILIA
viale Lelio Basso, 1

Specialista otorinolaringoiatra 
dott. Carlo Govoni

Visite specialistiche
il venerdì mattina

solo per appuntamento
tel. 0522328611
3358040811
reggio emilia villa verde casa di cura otorino govoni 

otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 22338 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il...
Letto da 17700 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche (o esame dell'udito) sono numerose e sono fondamentali per lo studio delle malattie otologiche e di molte malattie del labirinto. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la...
Letto da 45022 visitatori
fibrorinoscopia-laringofibroscopiaLa fibroendoscopia laringea e la fibroendoscopia nasale sono esami clinici finalizzati all'osservazione della laringe e delle cavità interne del naso. Altri sinonimi sono laringofibroscopia e rinofibroscopia o nasofibroscopia o videorinoscopia. Non sempre la rinoscopia e la laringoscopia descritte nella visita otorinolaringoiatrica permettono di inquadrare perfettamente il paziente. In questi soggetti e nei pazienti in cui si vuole...
Letto da 82255 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa visita medica specialistica è utile per risolvere molti problemi clinici. La maggior parte dei bambini, intendo quelli da un giorno a dodici anni, possono soffrire di parecchie malattie, ma quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita otorinolaringoiatrica per un bambino è simile a quella dell'adulto, semplicemente più semplice. Dico più semplice perchè...
Letto da 10629 visitatori
esame-impedenzometricoLa valutazione impedenzometrica serve per studiare la funzione uditiva in modo oggettivo. E' questa una materia strettamente specialistica di competenza degli otorinolaringoiatri. Essendo una metodica oggettiva consente una valutazione dell'apparato uditivo senza la necessità di avere le risposte del paziente. Nell'ambito della valutazione impedenzometrica si riconoscono alcune tecniche specifiche: le più...
Letto da 45172 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa...
Letto da 34225 visitatori
valutazione-vestibolareValutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare, è un insieme di manovre semeiologiche rivolte a valutare il senso dell'equilibrio. E' noto che l'orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di recettori e di vie nervose proprie,...
Letto da 56613 visitatori
chirurgia-ambulatorialeInterventi chirurgici ambulatoriali sono quelli che si possono eseguire in meno di mezz'ora e in anestesia locale. Le malattie che si curano con questi trattamenti sono numerose. Non si deve pensare che gli interventi in anestesia locale siano meno importanti degli interventi che si eseguono col paziente completamente addormentato. Si ricorda che una semplice biopsia, cioè l’asportazione di un...
Letto da 19075 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com