NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale 

Tel. 3358040811

Riceve solo per appuntamento in poliambulatori e cliniche private a Milano e in Emilia.

Si possono prevenire i tumori?
La prevenzione è un argomento importante, che viene perseguito dai medici e da molte istituzioni sanitarie. Purtroppo come in molte ricerche le certezze sono poche. In queste note espongo alcuni consigli per prevenire un tumore della testa e del collo. Teniamo presente che i rischi sono sempre da valutare in riferimento ad una persona, alle sue abiutdini, alla sua età e alla durata delle esposizioni rischiose.

Evitate fumo ed alcool.  In particolare il fumo di sigaretta è lo stimolo oncogeno più importante per il tumore della laringe. L’associazione fumo + alcool innalza di molto il rischio di un tumore del cavo orale, dell'ipofaringe e dell'esofago cervicale.

Che fumo e alcool siano deleteri per la salute lo sanno tutti, la loro associazione è ancora più rischiosa.
Oggi si parla molto di fumo passivo, cioè il respirare aria dove c'è fumo di altri fumatori. E' difficile dire quali sono gli effetti del fumo passivo. Nella letteratura medica ci sono pareri contrastanti. C'è chi è fermamente deciso nel sostenere che il fumo passivo sia dannoso. E' certo che il fumo passivo non fa bene alla salute. Ritengo però che i danni che produce non siano uguali a quelli del fumo aspirato, però penso che non si discostino molto. Ovviamente i rischi sono direttamente proporzionali alla durata dell'esposizione.

Mangiate poco.  Cercate di mangiare poca carne rossa ed evitate i cibi che contengono molti grassi. Cercate che il vostro peso resti sempre vicino a quello che è il vostro peso normale o ideale.

Evitate anomali comportamenti alimentari. In particolare evitate cibi troppo caldi e non mangiate cibi con parti affumicate o bruciacchiate.

Mangiate cibi ricchi di fibre: crusca e pane integrale.

Cercate di abbondare in cibi ricchi di vitamine C ed E. La frutta e la verdura fresca contengono queste vitamine ed inoltre migliorano l’idratazione del corpo.

Bevete molta acqua fuori dai pasti.

Fate attività fisica. Se avete poco tempo anche il semplice camminare aiuta (per esempio parcheggiare un po’ lontano dal posto dove si deve andare è un ottimo esercizio). Molto utile è fare le scale a piedi rinunciando all’ascensore.
L'attività fisica deve anche essere rapportata all'alimentazione. Se un giorno avete mangiato in eccesso è importante che quel giorno o il giorno successivo ci sia un'attività fisica superiore a quella svolta normalmente. 

Evitate l’esposizione prolungata ai raggi del sole. Se state al sole per abbronzarvi usate un adeguata crema protettiva. I raggi del sole non sono nocivi, tutt'altro. Una quotidiana esposizione al sole è importante per il benessere della pelle.

Evitate di respirare polvere e idrocarburi volatili. Se dovete fare lavorazioni prolungate a rischio (es. tagliare legno, utilizzare vernici a spruzzo, diluenti, lavorare con benzina, catrame, ecc.) proteggetevi sempre con una mascherina. Le mascherine che consiglio maggiormente sono quelle a forma di conchiglia. Se le usate abbiate l’accortezza di mettere dei cerotti di carta per renderle perfettamente aderenti al vostro viso.
Se la sostanza che state usando è particolarmente nociva leggete bene le istruzione per il suo trattamento e osservatele con scrupolo.
Se fate un lavoro dove usate di continuo sostanze volatili o siete a contatto con polveri cercate, anche con l'aiuto di un otorinolaringoiatra, di capire se siete a rischio per una particolare malattia. Lo specialista può darvi risposte precise oppure può ipotizzare il distretto più a rischio (es. naso, laringe, ecc.) e cercate di stabilire con lui quali saranno i controlli utili e con quale periodicità. 

Evitate i comportamenti a rischio. Un comportamento poco usato ma fortemente a rischio per il cancro della bocca è fumare "a fogu aintru", cioè mettendo in bocca la sigaretta da parte della brace. E' questo un modo di fumare utilizzato nel corso della prima guerra mondiale dai soldati in trincea, così facendo il nemico non poteva vedere di notte la piccola lucetta della brace che si accendeva quando aspirava il fumo. Ora non ci sono soldati in trincea, ma ci sono persone che vogliono essere originali e amano comportamenti fuori dal comune. Non siate originali ed evitate i comportamenti a rischio.

Molta attenzione ai sanguinamenti spontanei. Se vi capita un sanguinamento dal naso può essere un sbalzo in eccesso della pressione arteriosa o una banale rottura di un capillare, ma vi consiglio di verificarlo col vostro medico. Se un sanguinamento nasale persiste una consulenza otorinolaringoiatrica si impone. Se il sanguinamento proviene dalla bocca cercate di capire se si associa alla tosse. In entrambi i casi se è stato un solo episodio e non si ripete potete stare relativamente tranquilli. In caso di sanguinamenti anche minimi, ma ripetuti nel tempo, una visita è indispensabile.

Prestate attenzione alla tosse. Se si tratta di un episodio sporadico, legato al clima freddo, potete anche aspettare. Se la tosse persiste dovete riferirlo al medico di famiglia. Concordate con lui gli accertamenti o le visite o le terapie che vi possano far stare meglio. Se la tosse non passa gli specialisti maggiormente impegnati a risolvere questo problema sono il pneumologo e l'otorinolaringoiatra.

Fate attenzione alle disfonie, cioè agli abbassamenti di voce. L'abbassamento di voce è il tipico segno di una patologia delle corde vocali. Se la voce si abbassa e siete un fumatore la visita otorino va fatta al più presto.

Cefalea al centro della testa. Se soffrite di cefalea, soprattutto una cefalea che di settimana in settimana (o di mese in mese) tende a peggiorare e si presenta sempre con caratteristiche simili e stentate a trovare benefici con i comuni cefalalgici insistete col vostro medico di famiglia perché vi chieda una visita otorinolaringoiatrica. L’otorino è lo specialista che riesce a visualizzare tutte le cavità nasali e il rinofaringe, pertanto può diagnosticare precocemente piccoli segni come aumenti di volume e sanguinamenti interni.


Autoesame. Controllate periodicamente (una o due volte all’anno) il vostro collo e il viso. Potrete farlo stando davanti ad uno specchio e palpare prima in modo superficiale e poi in modo più deciso. Non dovrete sentire tumefazioni. Qualora visivamente o palpatoriamente notate una tumefazione, anche se non dolente, è utile farlo presente al medico di famiglia. Di solito l’esame diagnostico più utile per una tumefazione latero-cervicale o del volto è l’ecografia. Se l'ecografia è positiva occorre rivolgersi allo specialista più idoneo. Per le tumefazioni tiroidee rivolgetevi all'endocrinologo, per le altre tumefazioni all'otorinolaringoiatra.

 

 In questo sito puoi trovare altri articoli in tema di prevenzione:
prevenzione dei carcinomi del naso
- prevenzione del carcinoma della laringe
prevenzione della sordità 

 


Vai all'indice degli argomenti sulla prevenzione

HESPERIA  HOSPITAL
via Arquà, 80 - MODENA 

Specialista in Otorinolaringoiatria:
Dott. Carlo Govoni

Esegue visite specialistiche
private solo per appuntamento

(+39) 059449111
(+39) 3358040811 

hesperia modena govoni

Attività chirurgica otorinolaringoiatrica
Dott. Carlo Govoni

Casa di Cura Columbus
via Buonarroti, 48 - MILANO

Hesperia Hospital
via Arquà, 80 - MODENA

hesperia modena govoni

info:  3358040811

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

DIAGNOSI E TERAPIA

è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

logoDiagnosiTerapiaP2

Nel numero di aprile 2017
c'è un articolo
di Carlo Govoni 
Perforazioni della
membrana timpanica.
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefono 
3358040811

To reserve an appointment
call  (+39) 3358040811 

Pour prendre un rendez-vous
(+39) 3358040811

Rinite cronica ostruttiva

Coloro che hanno difficoltà
a respirare dal naso
possono trovare beneficio
da interventi mini-invasivi
sui turbinati inferiori 

otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 18782 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa e del collo, nella...
Letto da 23282 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il paziente dovrà essere...
Letto da 13909 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 2670 visitatori
valutazione-audiometrica-audiologica-bilancioLe prove audiometriche rivestono un ruolo ezzenziale nell'ambito della visita otorinolaringoiatrica per malattie otologiche. Raramente consentono di arrivare ad una diagnosi, ma sono essenziali per arrivare ad una diagnosi di sede, cioè per comprendere in quale parte dell'orecchio è presente la malattia. L’udito è un organo di senso fondamentale nella vita di relazione.  Ricordo la famosa frase di Helen...
Letto da 36607 visitatori
valutazione-vestibolareL'equilibrio è un senso molto importante e viene studiato con le prove vestibolari. Valutazione vestibolare o esame vestibolare, detto anche esame cocleovestibolare o otovestibolare sono tutte procedure molto simili. L’orecchio non è solo l’organo dell’udito, ma anche l'organo dell’equilibrio. La parte posteriore dell’apparato uditivo si unisce ad un apparato molto complesso, dotato di...
Letto da 44543 visitatori
visita-otorinolaringoiatrica-per-bambiniLa visita medica specialistica è utile per risolvere molti problemi clinici. La maggior parte dei bambini, intendo quelli da un giorno a dodici anni, possono soffrire di parecchie malattie, ma quelle più frequenti sono le patologie dell'orecchio, del naso e della gola. La visita otorinolaringoiatrica per un bambino è simile a quella dell'adulto, semplicemente più semplice. Dico più semplice perchè è importante ottenere il risultato diagnostico...
Letto da 7939 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di calma e in assenza di perturbazioni...
Letto da 18629 visitatori
chirurgia-videoendoscopicaLa chirurgia videoendscopica è una branca della chirurgia che si realizza per mezzo di strumenti a fibre ottiche che permettono di vedere il campo operatorio su un video. Questa chirurgia trova la sua massima applicazione negli interventi sul naso e sui seni paranasali. Questi interventi si fanno esclusivamente col paziente addormentato: "in narcosi". Per poter operare è necessaria l'immobilizzazione e l'assenza di riflessi. Si...
Letto da 10286 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com