La socioacusia è l'indebolimento dell'apparato uditivo per effetto dei rumori ambientali presenti nei paesi industrializzati. Gli uomini e le donne del mondo occidentale sono costantemente immersi nel rumore. Nelle abitazioni ci sono numerose sorgenti di rumore come gli elettrodomestici, gli apparecchi radiofonici, il rumore che proviene dalle strade. Quando siamo in auto e molte volte anche sul lavoro siamo costantemente coinvolti in situazioni più o meno rumorose. Tutto questo viene anche definito inquinamento acustico.

modena maranello ferrari auto rosso velocita hesperia otorino govoni

 

 

Il rumore è un fenomeno subdolo perchè danneggia l'apparato uditivo in modo molto lieve, ma irreversibile. Tipiche sono le lavorazioni che utilizzano motori a scoppio. Per esempio i lavoratori che sono tutto il giorno su un muletto raramente vengono considerati a rischio otolesivo, in quanto questi motori quasi mai superano gli 85 dB, e molte volte nemmeno gli 80 dB. Però questi lavori si fanno per molti anni e i danni uditivi si sommano sempre.

muletto lavoro stabilimento rumore medicina preventiva govoni otoneurologo

 

Spesso l'ambiente di lavoro è uno stabilimento industriale dove ci sono altri rumori come macchine utensili, presse, strumenti pneumatici che sollecitano in continuazione l'apparato uditivo del lavoratore.

Per quanto attiene la durata dell'esposizione devo precisare che fanno eccezzione casi di rumore esplosivo, quasi sempre accidentale, che porta ad un danno uditivo molto rapido. Scoppio di mine in galleria, uso o prova di armi da fuoco, prova motori a scoppio e a reazione sono le principali attività che espongono l'orecchio a rumori esplosivi e quindi danneggiano l'udito rapidamente.

Quando il rumore è persistente si parla di Trauma Acustico Cronico (TAC), mentre quando il rumore ha le caratteristiche di uno scoppio si parla di Trauma Acustico Acuto (TAA).

Vedi anche:
- fattori predisponenti allo sviluppo di un acufene
- lettura di un esame audiometrico