NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Dott. Carlo Govoni

Medico Chirurgo
Specialista in Otorinolaringoiatria
Chirurgia cervico facciale 

Tel. 3358040811

Riceve solo per appuntamento in poliambulatori e cliniche private a Milano e in Emilia.

Il cancro della laringe è il tumore maligno più frequente del distretto testa-collo. I soggetti colpiti sono in netta maggioranza i maschi. [1 donna ogni 9-10 maschi colpiti].
La laringe è un organo poco noto, ma importante perché contribuisce a tre funzioni fondamentali: respirazione, fonazione e deglutizione.
Lo scheletro della laringe è costituito da cartilagine, al centro e anteriormente c'è il pomo d'Adamo, questo rilievo sottocutaneo è facilmente palpabile sulla linea mediana del collo.
La laringe contiene le corde vocali, sono queste due tendini che nel loro movimento possono aprirsi e chiudersi. Quando sono aperte, come nella seguente immagine endoscopica, avviene il passaggio dell'aria per respirare.

fibrolaringoscopia-larynx

Se espiriamo (cioè se facciamo uscire aria dai polmoni) e contemporaneamente chiudiamo le corde vocali produciamo un suono. I suoni prodotti dalla laringe, opportunamente modificati, si trasformano in fonemi e questo ci consente di parlare.
Infine le corde vocali si chiudono anche quando noi beviamo o introduciamo cibo. In quest'ultimo caso la laringe e le corde vocali si chiudono: liquidi e solidi non passano in trachea ma solo in esofago.
Una delle cause più importanti che predispongono al tumore della laringe è il fumo di sigaretta.
I fumatori sono spesso preoccupati del cancro al polmone. Alcuni di loro si sottopongono ad indagini radiologiche polmonari a scopo preventivo. Quello che fanno è corretto, ma non basta. Il tumore della laringe purtroppo non si vede alla TAC quando è in fase iniziale.
Per un ottima prevenzione di questo tumore la visita otorinolaringoiatrica è fondamentale e l'indagine diagnostica più importante è la fibrolaringoscopia.
E' questo un'esame strumentale al quale dovrebbero sottoporsi tutti i soggetti a rischio. Ho già detto del forte rischio dei fumatori, ma non solo. Sono a rischio anche i bevitori e alcuni lavoratori come quelli che respirano fumi di derivati del petrolio, in particolare chi ha contatti con il catrame o con idrocarburi (benzine, vernici, solventi, ecc.). Anche l'esposizione ad amianto sembra essere un fattore di rischio.
Importante è anche la fascia di età: tra i 45 e i 70 anni c'è il periodo di maggiore incidenza.
La diagnosi o il sospetto diagnostico sono il risultato di una visita otorinolaringoiatrica. Si tratta di una visita molto semplice e indolore.
Per persone a rischio intendo persone di entrambi i sessi di età compresa tra 30 e 70 anni che fumano e/o bevono alcoolici oppure si espongono alle sostanze suddette. Per queste persone ritengo corretta una visita otorino annuale.

La laringe è un organo complesso, dotato di diverse funzioni, quindi se compare una malattia devastante, già nelle prime fasi è facile che sia presente una alterazione funzionale.
I segni iniziali di un tumore della laringe sono gli abbassamenti della voce (disfonia), difficoltà a deglutire, la comparsa di tosse e, in alcuni casi, la difficoltà respiratoria.
Se dovesse comparire uno di questi segni la visita otorinolaringoiatrica s'impone. Questo indipendentemente dal fatto che un paziente sia o non sia a rischio.
Quasi sempre il tumore della laringe è visibile alla prima visita. Ci sono dei casi, peraltro rari, dove il tumore è localizzato in zone dove è impossibile la visione diretta. Le difficoltà per il medico sono soprattutto differenziare i tumori da lesioni simili come le leucoplachie e gli edemi. In questi casi sarà compito del medico richiedere controlli ravvicinati o ulteriori accertamenti.
La laringofibroscopia non è sempre agevole. A volte il paziente non tollera gli strumenti. In questi casi consiglio al paziente di ripetere la visita dopo 15-30 giorni. Spesso il paziente ritorna più rilassato e le stesse manovre che in un primo tempo non si sono riuscite a fare, come per incanto, diventano più agevoli.
Come sempre accade le parole cancro o carcinoma suonano molto male per chi le riceve.
Nel caso del cancro della laringe, spesso, il problema non è così drammatico.
Come ho detto è questo un organo che svolge molte funzioni, quindi è facile che nelle fasi iniziali sia alterata una funzione. Se il paziente è stato attento è facile che si presenti a visita quando il tumore è in fase iniziale.
Nella materia oncologica non si può mai essere assoluti, ma esiste una elevata percentuale di guarigione per i casi dove il tumore della laringe è stato diagnosticato al suo esordio.
Gli approcci sono diversi. Il mio orientamento è, per i soggetti sani che possono sopportare un intervento, procedere all'exeresi chirurgica. Alcuni sostengono che nei piccoli tumori i risultati ottenuti dalla sola radioterapia siano sovrapponibili a quelli della sola chirurgia. Pur essendo questa una affermazione che trova il conforto da una ampia letteratura scientifica sono dell'avviso che una escisione del tumore e un successivo esame istologico che dimostri che l'asportazione in tessuto sano offrono la massima garanzia di guarigione per il paziente.
Purtroppo le neoplasie sono subdole. Sono possibili recidive. Cioò che ritengo importante è che chi ha sofferto per una malattia neoplastica non dovrà abbandonare i controlli. Può essere che dopo l'intervento vada tutto molto bene. Il paziente non sente più alcun disturbo e sentendosi guarito consideri le visite di controllo una inutile perdita di tempo. Questo convincimento è un errore. Se c'è stata una malattia importante i controlli vanno sempre fatti. A maggior ragione i controlli si devono fare se non c'è stato un radicale cambiamento delle abitudini come: fumo, potus o attività a rischio.
Come tutti i tumori maligni anche quello della laringe è particolarmente grave, però, se si è persone attente, è facile arrivare dallo specialista in una fase iniziale. Come sempre la terapia di un tumore in fase iniziale è quella che dà le maggiori garanzie di successo.

Carlo Govoni

Sullo stesso argomento vedi anche:
 -  Fattori di rischio del carcinoma della laringe. 

HESPERIA  HOSPITAL
via Arquà, 80 - MODENA 

Specialista in Otorinolaringoiatria:
Dott. Carlo Govoni

Esegue visite specialistiche
private solo per appuntamento

(+39) 059449111
(+39) 3358040811 

hesperia modena govoni

Attività chirurgica otorinolaringoiatrica
Dott. Carlo Govoni

Casa di Cura Columbus
via Buonarroti, 48 - MILANO

Hesperia Hospital
via Arquà, 80 - MODENA

hesperia modena govoni

info:  3358040811

If you don't understand italian language,
select a translation in the top right.

DIAGNOSI E TERAPIA

è una rivista sulla salute in distribuzione nelle farmacie
www.det.it

logoDiagnosiTerapiaP2

Nel numero di settembre 2017
c'è un articolo
di Carlo Govoni 
sulla perdita
dell'olfatto
http://www.det.it

http://www.det.it/category/articoli/otorinolaringoiatria/

Visite ORL a Villa Verde - Reggio Emilia

CASA di CURA
VILLA VERDE 

REGGIO EMILIA
viale Lelio Basso, 1

Specialista otorinolaringoiatra 
dott. Carlo Govoni

Visite specialistiche
il venerdì mattina

solo per appuntamento
tel. 0522328611
3358040811
villa-verde-govoni 

Per fissare un appuntamento
col  dott. Carlo Govoni
otorinolaringoiatra
telefono 
3358040811

To reserve an appointment
call  (+39) 3358040811 

Pour prendre un rendez-vous
(+39) 3358040811

Rinite cronica ostruttiva

Coloro che hanno difficoltà
a respirare dal naso
possono trovare beneficio
da interventi mini-invasivi
sui turbinati inferiori 

otorino-visita-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica - visita ORL - è una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo con l'eccezione dei denti, degli occhi e del cervello. Appartengono all'otorinolaringoiatria anche lo studio di quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. Le possibili malattie sono molte. Si ritiene che ogni persona che gode di buona salute dovrebbe affrontare nella sua vita questa visita ogni...
Letto da 19538 visitatori
olfattometria-govoniL’olfattometria è una metodica che valuta la capacità di percepire gli odori utilizzando sostanze odorose di svariata natura che vengono presentate al paziente. Esiste una standardizzazione degli odori e nella registrazione ed elaborazione statistica delle risposte. Lo scopo è ottenere una valutazione della capacità olfattiva. I test olfattometrici sono sostanzialmente soggettivi, cioè si basano sulle risposte...
Letto da 17375 visitatori
stabilometriaLa stabilometria statica computerizzata è un esame oggettivo rivolto allo studio quantitativo delle oscillazioni posturali. E' un test che misura la stabilità di un uomo ed è una versione computerizzata della prova di Romberg. La prova di Romberg è inserita tra le prove cliniche che esegue l'otoneurologo. Questo esame valuta le oscillazioni compiute dalla persona quando sta in piedi, in condizioni di calma e...
Letto da 19291 visitatori
biopsia-otorino-govoniLa biopsia o prelievo bioptico è una tecnica semplice che viene utilizzata sia in ambulatorio che in corso d'intervento. Le finalità sono diverse. Biopsia ambulatoriale.Lo scopo della biopsia ambulatoriale è quello di togliere un pezzetto di tessuto e farlo analizzare allo scopo di capire la natura della malattia. Nell'ambito della testa e del collo le biopsie ambulatoriali si eseguono su ogni parte della pelle della testa e del collo, nella...
Letto da 25476 visitatori
esame-clinico-otoneurologicoL'esame clinico otoneurologico è quell'esame che si esegue senza particolari strumenti, in ambulatorio, e consente di inquadrare il paziente affetto da crisi vertiginose. Nel senso più ampio del termine l'otoneurologia comprende anche la funzione uditiva, che non affronteremo in questa pagina. Per la valutazione dell'udito si rimanda ad altri articoli come l'esame audiometrico e l'impedenzometria. A - Anamnesi. Un esame otoneurologico...
Letto da 3427 visitatori
chirurgia-otorinolaringoiatricaL'otorinolaringoiatria è principalmente una branca chirurgica e gli interventi effettuabili sul distretto testa-collo sono numerosi.  Ci sono molte parti del distretto testa collo (cavo orale e laringe) dove a causa degli spiccati riflessi del paziente non è possibile intervenire in anestesia locale. Anche se gli interventi sono di breve durata è indispensabile la narcosi (anestesia generale), cioè il...
Letto da 14660 visitatori
visita-specialistica-otorinolaringoiatricaLa visita otorinolaringoiatrica è rivolta a pazienti di ogni età: dal neonato di un giorno al anziano ultracentenario; le manovre che lo specialista utilizza non provocano dolore.Attraverso la visita si valutano le orecchie (otoscopia o se eseguita al microscopio: otomicroscopia), le fosse nasali (rinoscopia anteriore e posteriore) e la laringe (laringoscopia indiretta). La visita si completa con la palpazione del collo, la...
Letto da 56149 visitatori
crenoterapia-dolomia-govoniLe cure inalatorie sono le cure dove l'acqua termale per l'effetto di apposite apparecchiature viene frammentata e nebulizzata per trasformarsi in un efficace trattamento per le vie respiratorie superiori. Le principali cure di carattere otorinolaringoiatrico sono indicate per le malattie rino-sinusali e per alcune forme di otite.  Le principali cure d'interesse otorinolaringoiatrico sono:Inalazioni a getto di vapore - L'acqua termale...
Letto da 7401 visitatori
visita-specialistica-domicilio-paziente-govoniQuando una persona per motivi di salute è impossibilitata a venire in studio sono disponibile per eseguire visite otorinolaringoiatriche a domicilio del paziente. Le visite a domicilio sono particolarmente indicate per bambini molto piccoli e persone anziane. A domicilio posso eseguire anche esami audiometrici, impedenzometria, esami vestibolari ed indagini fibroendoscopiche. Per prenotare una visita domiciliare telefonate al...
Letto da 13210 visitatori
JSN Epic template designed by JoomlaShine.com