Gli interventi eseguibili sul naso sono molti. Per semplicità si possono raggruppare in tre tipi: settoplastica, rinoplastica e rinosettoplastica.
Tutti questi interventi si eseguono in narcosi, cioè con paziente completamente addormentato. E’ necessario il ricovero di almeno un giorno.

Una domanda molto frequente riguarda il periodo post-operatorio ed in particolare lo stamponamento. Alcuni, forse perché hanno parlato con amici o parenti che si sono sottoposti ad uno di questi interventi, riferiscono di dolori allucinanti quando vengono rimossi i tamponi nasali. Ricordo che le tecniche sono migliorate e lo stamponamento è ora meno doloroso. In alcuni casi si collocano tamponi molto morbidi, a volte associati ad unguenti, e al momento della rimozione scivolano via con facilità.
In alcuni interventi dove le deformità non sono importanti e il rischio di sanguinamento è minimo è possibile non fare il tamponamento.

Vedi anche:
La visita otorinolaringoiatrica
La settorinoplastica di revisione
Inestetismi e dermochirurgia
Chirurgia delle lesioni cutanee
Chirurgia tumori cutanei del naso, un esempio di ricostruzione.